Cos'è un accordo bilaterale?

Un accordo bilaterale, chiamato anche clearing trade o side deal, si riferisce a un accordo tra parti o stati che mira a mantenere i deficit commerciali Bilancia dei pagamenti La bilancia dei pagamenti è una dichiarazione che contiene le transazioni effettuate dai residenti di un determinato paese con il resto del mondo in un periodo di tempo specifico. Riassume tutti i pagamenti e le entrate di aziende, individui e governo. al minimo. Varia a seconda del tipo di accordo, dell'ambito e dei paesi coinvolti nell'accordo.

Accordo bilaterale

Gli accordi bilaterali possono richiedere del tempo per essere finalizzati. Ad esempio, ci sono voluti tre anni per l'accordo di cooperazione con i clienti tra l'Unione europea Zona euro Tutti i paesi dell'Unione europea che hanno adottato l'euro come valuta nazionale formano una regione geografica ed economica nota come Zona euro. L'Eurozona costituisce una delle più grandi regioni economiche del mondo. Diciannove dei 28 paesi europei utilizzano l'euro e la Nuova Zelanda per entrare in vigore. Con diversi fattori che possono influenzare un accordo bilaterale, non esiste un tempo standard per quanto tempo prima che un accordo venga messo in atto.

Accordi bilaterali vs accordi commerciali

Gli accordi bilaterali non sono la stessa cosa degli accordi commerciali. Quest'ultimo comporta la diminuzione o l'eliminazione di quote di importazione, restrizioni all'esportazione, tariffe e altre barriere commerciali tra gli stati. Inoltre, le regole che disciplinano gli accordi commerciali sono stabilite dall'Organizzazione mondiale del commercio (OMC).

D'altra parte, gli accordi bilaterali non sono vincolati dalle regole stabilite dall'OMC e non si concentrano esclusivamente su questioni legate al commercio. Invece, l'accordo di solito si rivolge a singole aree politiche, con l'obiettivo di aumentare la cooperazione e facilitare il commercio tra paesi in determinate aree.

Portata degli accordi bilaterali

In un accordo commerciale bilaterale, i paesi coinvolti si forniscono reciprocamente l'accesso ai loro mercati, il che porta al commercio e alla crescita economica. L'accordo crea anche un ambiente che promuove l'equità poiché viene rispettata una serie di regole nelle operazioni aziendali. Ecco le cinque aree coperte da accordi bilaterali:

  1. Con l'eliminazione delle tariffe Tariffa Una tariffa è una forma di tassa imposta su beni o servizi importati. Le tariffe sono un elemento comune nel commercio internazionale. Gli obiettivi primari dell'imposizione e delle tasse legate al commercio, le aziende situate in paesi con un accordo bilaterale godono di un vantaggio di prezzo, soprattutto per le nazioni che prosperano in diversi settori.
  2. I paesi coinvolti nell'accordo non offriranno prodotti a basso costo solo per ottenere una quota maggiore nel mercato. Non offriranno beni a prezzi addirittura inferiori ai costi di produzione, quindi aumenteranno i prezzi quando avranno superato la concorrenza.
  3. I paesi non useranno sussidi ingiusti. Ad esempio, quando i paesi sovvenzionano l'energia o l'agricoltura, i produttori vedranno costi inferiori, dando loro un vantaggio ingiusto quando esportano le merci.
  4. A causa di operazioni commerciali standardizzate come gli standard del lavoro e la protezione ambientale, Responsabilità sociale d'impresa (CSR) La responsabilità sociale d'impresa (CSR) si riferisce a strategie che le aziende mettono in atto come parte della governance aziendale e che sono progettate per, gli esportatori operano in condizioni di parità.
  5. L'accordo prevede di non rubare i beni innovativi di altri esportatori. I paesi aderiscono alle leggi esistenti sul copyright e sulla proprietà intellettuale.

Vantaggi degli accordi bilaterali

  1. Poiché coinvolge solo due paesi, stipulare un accordo bilaterale è molto più semplice rispetto agli accordi commerciali multilaterali.
  2. Fornisce alle aziende l'accesso a nuovi mercati.
  3. Quando le parti coinvolte vedranno la domanda, apriranno più opportunità di lavoro.
  4. Gli accordi bilaterali consentono inoltre ai consumatori di acquistare beni a prezzi inferiori. Ad esempio, alcuni tipi di prodotti potrebbero essere più costosi senza un accordo.

Svantaggi

  1. Proprio come in qualsiasi altro accordo relativo al commercio, le aziende meno di successo probabilmente troveranno difficile mantenere la propria attività in quanto non saranno in grado di competere con industrie di maggior successo in un altro paese.
  2. L'eliminazione delle tasse commerciali significa che le aziende perdono il loro vantaggio di prezzo.
  3. Un accordo bilaterale può sfociare in accordi concorrenti tra altri paesi.

Risorse addizionali

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Unione doganale Unione doganale Un'unione doganale è un accordo tra due o più paesi vicini per rimuovere le barriere commerciali, ridurre o abolire i dazi doganali ed eliminare le quote. Tali unioni sono state definite dall'Accordo generale sulle tariffe doganali e sul commercio (GATT) e rappresentano la terza fase dell'integrazione economica.
  • OCSE OCSE L'OCSE, o Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, è un'organizzazione internazionale che promuove il coordinamento delle politiche e la libertà economica tra i paesi sviluppati.
  • Parità del potere d'acquisto Parità del potere d'acquisto Il concetto di parità del potere d'acquisto (PPP) viene utilizzato per effettuare confronti multilaterali tra i redditi nazionali e gli standard di vita dei diversi paesi. Il potere d'acquisto è misurato dal prezzo di uno specifico paniere di beni e servizi. Pertanto, la parità tra due paesi implica che un'unità di valuta in un paese comprerà
  • Barriere commerciali Barriere commerciali Le barriere commerciali sono misure legali messe in atto principalmente per proteggere l'economia nazionale di una nazione. In genere riducono la quantità di beni e servizi che possono essere importati. Tali barriere commerciali assumono la forma di tariffe o tasse e

Raccomandato

Cosa sono le quote di importazione?
Cos'è la liquidità?
Cos'è un paradiso fiscale?