Che cos'è il guadagno / perdita in valuta estera?

Un guadagno / perdita in valuta estera si verifica quando una persona vende beni e servizi in una valuta estera. Il valore della valuta estera, quando convertito nella valuta locale del venditore, varierà a seconda del tasso di cambio prevalente Tasso di cambio ponderato per il commercio Il tasso di cambio ponderato per il commercio è una misura complessa del tasso di cambio della valuta di un paese. Misura la forza di una valuta ponderata in base alla quantità di scambi con altri paesi. . Se il valore della valuta aumenta dopo la conversione, il venditore avrà realizzato un guadagno in valuta estera.

Tuttavia, se il valore della valuta diminuisce dopo la conversione, il venditore avrà subito una perdita di cambio. Se è impossibile calcolare il tasso di cambio corrente nel momento esatto in cui la transazione viene riconosciuta, per calcolare la conversione è possibile utilizzare il successivo tasso di cambio disponibile.

Guadagno / perdita in valuta estera

In che modo il cambio di valuta influisce sulle aziende

Le aziende che conducono affari all'estero sono continuamente influenzate dalle variazioni del tasso di cambio della valuta estera. Questo vale per le aziende che ricevono pagamenti in valuta estera da clienti al di fuori del paese di origine dell'azienda o per quelle che inviano pagamenti a fornitori in valuta estera.

Ad esempio, un residente degli Stati Uniti avrà il dollaro USA come valuta domestica e potrebbe ricevere pagamenti in euro o GBP.

Poiché i tassi di cambio sono dinamici, esiste la possibilità che il tasso di cambio sia diverso dal momento in cui viene effettuato il pagamento a quando viene effettivamente convertito nella valuta locale.

Ad esempio, se un venditore statunitense invia una fattura Come registrare il pagamento in contabilità Registrare il pagamento in contabilità può essere altrimenti indicato come "contabilità fornitori", che significa l'importo totale che una determinata azienda deve a società o fornitori per prodotti o servizi. Inoltre, il saldo della contabilità fornitori si riflette nello stato patrimoniale, in particolare nella sezione del passivo corrente del valore di € 1.000 e il cliente paga la fattura dopo 30 giorni, c'è un'alta probabilità che il tasso di cambio dell'euro in dollari USA sia cambiato almeno leggermente. Il venditore potrebbe finire per ricevere di meno o di più a fronte della stessa fattura, a seconda di quale sia il tasso di cambio alla data di riconoscimento della transazione.

Guadagni / perdite su cambi realizzati e non realizzati

Gli utili o le perdite realizzati e non realizzati da transazioni in valuta estera differiscono a seconda che la transazione sia stata completata o meno entro la fine del periodo contabile. anno a una data specificata. L'anno in corso si basa sul numero di giorni dall'inizio dell'anno solare (o anno fiscale). È comunemente usato in contabilità e finanza per scopi di rendicontazione finanziaria. .

1. Guadagni / perdite realizzati

I guadagni o le perdite realizzati sono i guadagni o le perdite che sono stati completati. Significa che il cliente ha già saldato la fattura prima della chiusura del periodo contabile.

Ad esempio, si supponga che un cliente abbia acquistato articoli per un valore di € 1.000 da un venditore statunitense e che la fattura abbia un valore di $ 1.100 alla data della fattura. Il cliente salda la fattura 15 giorni dopo la data di invio della fattura e la fattura ha un valore di $ 1.200 se convertita in dollari USA al tasso di cambio corrente.

Ciò significa che il venditore avrà un guadagno in valuta estera di $ 100 ($ 1.200– $ 1.100). L'utile in valuta estera è registrato nella sezione del reddito del conto economico Conto economico Il Conto economico è uno dei principali bilanci di una società che mostra i profitti e le perdite su un periodo di tempo. L'utile o la perdita è determinato prendendo tutti i ricavi e sottraendo tutte le spese sia dalle attività operative che da quelle non operative. Questa dichiarazione è una delle tre dichiarazioni utilizzate sia nella finanza aziendale (inclusa la modellazione finanziaria) che nella contabilità. .

2. Guadagni / perdite non realizzati

I guadagni o le perdite non realizzati sono i guadagni o le perdite che il venditore si aspetta di guadagnare quando la fattura viene saldata, ma il cliente non è riuscito a pagare la fattura entro la chiusura del periodo contabile. Il venditore calcola gli utili o le perdite che sarebbero stati sostenuti se il cliente avesse pagato la fattura alla fine del periodo contabile.

Ad esempio, se un venditore invia una fattura del valore di € 1.000, la fattura sarà valutata a $ 1.100 alla data della fattura. Supponiamo che il cliente non riesca a pagare la fattura a partire dall'ultimo giorno del periodo contabile e che la fattura sia valutata a $ 1.000 in questo momento.

Quando si prepara il bilancio per il periodo, la transazione sarà registrata come una perdita non realizzata di $ 100 poiché il pagamento effettivo deve ancora essere ricevuto. Gli utili o le perdite non realizzati sono registrati nello stato patrimoniale sotto il patrimonio netto del proprietario Il patrimonio del proprietario è definito come la proporzione del valore totale del patrimonio di una società che può essere rivendicato dai proprietari (impresa individuale o società di persone) e dagli azionisti ( se è una società). Viene calcolato sottraendo tutte le passività dal valore totale di un'attività (Patrimonio = Attività - Passività). sezione.

Registrazione di un guadagno / perdita in valuta estera

Quando si preparano i rendiconti finanziari annuali, le società sono tenute a segnalare tutte le transazioni nella loro valuta locale per facilitare la comprensione dei rapporti finanziari da parte di tutte le parti interessate. Ciò significa che tutte le transazioni effettuate in valuta estera devono essere convertite nella valuta locale al tasso di cambio corrente quando l'azienda riconosce la transazione.

Ad esempio, supponiamo che un'azienda abbia pagato 10.000 euro di stipendio per appaltatori part-time situati in Europa a un tasso di cambio compreso tra $ 1,15 e 1 euro, la transazione viene registrata nel conto economico come $ 11.500 alla fine del periodo contabile.

Esempio di guadagno / perdita in valuta estera

L'azienda ABC è un'azienda con sede negli Stati Uniti che produce pezzi di ricambio per autoveicoli per veicoli Bugatti e Maybach. L'azienda vende pezzi di ricambio ai suoi distributori situati nel Regno Unito e in Francia. Durante lo scorso esercizio, ABC ha venduto pezzi di ricambio per un valore di € 100.000 alla Francia e GBP 100.000 al Regno Unito.

Al momento dell'invio delle fatture, un GBP equivaleva a 1,3 dollari USA, mentre un euro equivaleva a 1,1 dollari USA. Quando sono stati ricevuti i pagamenti per le fatture, un GBP equivaleva a 1,2 dollari USA, mentre un euro equivaleva a 1,15 dollari.

Pertanto, i guadagni o le perdite dalle conversioni di valuta possono essere calcolati come segue:

Vendite in Francia

= (1,15 x 100.000) - (1,1 × 100.000)

= 115.000 - 110.000

= $ 5.000 (guadagno in valuta estera)

Vendite nel Regno Unito

= (1,2 x 100.000) - (1,3 x 100.000)

= 120.000 - 130.000

= - $ 10.000 (perdita in valuta estera)

Risorse addizionali

Ci auguriamo che ti sia piaciuto leggere la spiegazione di Finance sui guadagni / perdite sui cambi. Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Financial Modeling and Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per trasformare chiunque in un analista finanziario di livello mondiale.

Per continuare ad apprendere e sviluppare la tua conoscenza dell'analisi finanziaria, consigliamo vivamente le risorse finanziarie aggiuntive riportate di seguito:

  • Tassi di cambio fissi e con pegging Tassi di cambio fissi e con pegging I tassi di cambio delle valute estere misurano la forza di una valuta rispetto a un'altra. La forza di una valuta dipende da una serie di fattori come il suo tasso di inflazione, i tassi di interesse prevalenti nel suo paese d'origine o la stabilità del governo, per citarne alcuni.
  • International Fisher Effect (IFE) International Fisher Effect (IFE) L'International Fisher Effect (IFE) afferma che la differenza tra i tassi di interesse nominali in due paesi è direttamente proporzionale alle variazioni del tasso di cambio delle loro valute in un dato momento. Irving Fisher, un economista statunitense, ha sviluppato la teoria.
  • Opportunità di arbitraggio triangolare Opportunità di arbitraggio triangolare Un'opportunità di arbitraggio triangolare è una strategia di trading che sfrutta le opportunità di arbitraggio che esistono tra tre valute in un cambio di valuta estera. L'arbitraggio viene eseguito attraverso il cambio consecutivo di una valuta con un'altra quando ci sono discrepanze nei prezzi quotati
  • Incrocio valutario USD / CAD Incrocio valutario USD / CAD La coppia di valute USD / CAD rappresenta il tasso quotato per lo scambio di US in CAD, ovvero quanti dollari canadesi si riceve per dollaro USA. Ad esempio, un tasso USD / CAD di 1,25 significa che 1 dollaro USA è equivalente a 1,25 dollari canadesi. Il tasso di cambio USD / CAD è influenzato da entrambe le forze economiche e politiche

Raccomandato

Cosa sono le quote di importazione?
Cos'è la liquidità?
Cos'è un paradiso fiscale?