Cos'è il profitto normale?

Il profitto normale è un termine economico che si riferisce a una situazione in cui i ricavi totali di un'azienda sono uguali ai costi totali in un mercato perfettamente competitivo. Significa che l'azienda realizza ricavi sufficienti a coprire il costo complessivo di produzione Costo di produzione Il costo di produzione si riferisce al costo totale sostenuto da un'azienda per produrre una quantità specifica di un prodotto o offrire un servizio. Ciò può includere cose come manodopera, materie prime o materiali di consumo. In economia, il costo di produzione è definito come le spese sostenute e rimangono competitive nel rispettivo settore. Quando un'azienda riporta un profitto normale, significa che il suo profitto economico Profitto economico Il profitto (o la perdita) economico si riferisce alla differenza tra il ricavo totale e il costo opportunità associato al ricavo generato.Il costo opportunità è il costo di un'opportunità perduta, cioè rinunciata per perseguirne un'altra. è uguale a zero, che è l'importo minimo che giustifica il motivo per cui l'attività è ancora in funzione.

Profitto normale

Quando si misura il normale profitto di un'azienda, si considera il costo opportunità dell'utilizzo delle risorse altrove. Se un'azienda riporta un profitto normale, significa che il compenso che riceve per rimanere in attività è superiore al costo opportunità che perde utilizzando le risorse per produrre il bene. Tuttavia, si dice che un'azienda subisca delle perdite se la sua compensazione è inferiore al costo opportunità Costo opportunità Il costo opportunità è uno dei concetti chiave nello studio dell'economia ed è prevalente in vari processi decisionali. Il costo opportunità è il valore della prossima migliore alternativa scontata. perso per produrre il bene.

Sommario

  • Il profitto normale è il compenso minimo che giustifica un'azienda e si verifica quando i ricavi totali sono uguali ai costi totali.
  • Comprende sia i costi impliciti che i costi espliciti, nonché i costi di opportunità di rinunciare alla migliore alternativa successiva.
  • Il profitto normale si verifica quando il profitto economico di un'impresa è uguale a zero.

Profitto normale vs. profitto economico

Quando si calcola il profitto normale, si considerano i ricavi totali Ricavi delle vendite I ricavi delle vendite sono i proventi ricevuti da una società dalle sue vendite di beni o dalla fornitura di servizi. In contabilità, i termini "vendite" e "entrate" possono essere, e spesso sono, usati in modo intercambiabile, per significare la stessa cosa. Entrate non significano necessariamente contanti ricevuti. e costi totali, dove questi ultimi includono costi impliciti ed espliciti. I costi impliciti si riferiscono al costo opportunità dei fattori di produzione che l'azienda già possiede e che deve rinunciare per utilizzare le proprie risorse.

D'altra parte, il costo esplicito si riferisce alle spese effettive che un'azienda sostiene per il salario del lavoro, l'affitto del proprietario terriero, il costo delle materie prime e altre spese. Il costo esplicito è facile da quantificare, mentre il costo implicito non è facilmente quantificabile.

Il profitto normale si verifica quando il profitto economico è zero o quando il ricavo totale di un'azienda è uguale alla somma del costo implicito e del costo esplicito. È il punto in cui l'azienda utilizza in modo efficiente tutte le risorse disponibili e la compensazione è superiore al costo opportunità perso per produrre il prodotto.

Se i costi impliciti assorbono la maggioranza dei costi totali, il profitto normale sarà la soglia minima di guadagno che l'azienda deve guadagnare per rimanere in attività. Sebbene il profitto normale sia uguale a zero, ciò non significa che l'azienda stia realizzando zero profitti. Piuttosto, confronta il modo in cui l'azienda utilizza le proprie risorse per generare entrate.

Il profitto economico è la differenza tra i ricavi totali e i costi totali di un'azienda, dove il costo totale include sia i costi espliciti che quelli impliciti. Il profitto economico può essere un valore positivo, un valore zero o un valore negativo.

Il profitto economico è positivo quando il compenso guadagnato è maggiore del normale profitto e crea un incentivo per altre società ad entrare nel mercato. Se il profitto economico è zero, significa che il compenso guadagnato è uguale al profitto normale e l'azienda guadagna lo stesso importo che guadagnerebbe se le risorse fossero utilizzate nella migliore alternativa e altre imprese non hanno l'incentivo per entrare o lasciare il mercato.

Infine, se l'utile economico è negativo, significa che il compenso guadagnato dall'azienda è inferiore al normale profitto. Le aziende che operano nel mercato hanno l'incentivo a uscire dal mercato perché le loro risorse possono essere più redditizie in altri mercati. La formula del profitto economico è la seguente:

Profitto economico = Ricavi totali - (costi impliciti + costi espliciti)

L'ammontare del profitto economico ottenuto da un'impresa dipende dal livello della compensazione di mercato e dalla durata in esame. Ad esempio, in un mercato competitivo, il profitto economico può essere positivo a breve termine e zero a lungo termine perché altre società vorranno penetrare nel mercato.

Una volta che nuove società entreranno nel mercato, ci sarà un aumento dell'offerta di materie prime. Provocherà un calo significativo dei prezzi dei prodotti e, a lungo termine, il profitto economico sarà zero.

D'altra parte, in mercati non competitivi, le aziende ottengono profitti economici positivi a causa del potere di mercato delle imprese dominanti, della mancanza di concorrenza e delle barriere all'ingresso esistenti. Le società possono collaborare per limitare l'offerta di materie prime e mantenere i prezzi artificialmente alti.

Profitto normale vs. profitto contabile

L'utile contabile è la differenza tra le entrate totali e i costi totali di un'azienda in un singolo periodo, ad esempio un anno fiscale. Viene calcolato utilizzando i GAAP (Generally Accepted Accounting Principles) GAAP, o Generally Accepted Accounting Principles, un insieme di regole e procedure comunemente riconosciuto progettato per governare la contabilità aziendale e il reporting finanziario. GAAP è un insieme completo di pratiche contabili sviluppate congiuntamente dal Financial Accounting Standards Board (FASB) e dal, e prende le voci sul lato debito e credito del bilancio.

La principale differenza tra il profitto contabile e il profitto normale è che il primo considera solo i costi espliciti, come i salari di produzione, il costo delle materie prime e la rendita del proprietario terriero. Il profitto normale considera sia i costi impliciti che i costi espliciti dell'attività.

Pertanto, l'utile contabile è l'importo rimanente dopo tutti i costi associati alla produzione di un bene, l'ammortamento e l'ammortamento e dopo il pagamento delle tasse.

Più risorse

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione CBCA ™ CBCA ™ globale Certified Banking & Credit Analyst (CBCA) ™ L'accreditamento Certified Banking & Credit Analyst (CBCA) ™ è uno standard globale per gli analisti del credito che copre finanza, contabilità, analisi del credito, analisi del flusso di cassa , modelli di alleanze, rimborsi di prestiti e altro ancora. programma di certificazione, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale. Per continuare a far progredire la tua carriera, le risorse aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Profitto contabile vs profitto economico Utile contabile vs profitto economico Questa guida ti aiuterà a comprendere a fondo il profitto contabile rispetto al profitto economico e, sebbene possano sembrare simili, in realtà sono piuttosto diversi. L'utile contabile è l'utile netto di un'azienda sul suo conto economico, mentre l'utile economico è il valore del flusso di cassa generato al di sopra di tutti gli altri costi opportunità.
  • Costi fissi e variabili Costi fissi e variabili Il costo è qualcosa che può essere classificato in diversi modi a seconda della sua natura. Uno dei metodi più diffusi è la classificazione in base ai costi fissi e ai costi variabili. I costi fissi non cambiano con l'aumento / diminuzione delle unità di volume di produzione, mentre i costi variabili sono esclusivamente dipendenti
  • IFRS vs US GAAP IFRS vs US GAAP L'IFRS vs US GAAP si riferisce a due principi e principi contabili a cui aderiscono i paesi del mondo in relazione al reporting finanziario. Più di 110 paesi seguono gli International Financial Reporting Standards (IFRS), che incoraggiano l'uniformità nella preparazione del bilancio.
  • Teoria della contabilità finanziaria Teoria della contabilità finanziaria La teoria della contabilità finanziaria spiega il "perché" dietro la contabilità: i motivi per cui le transazioni vengono riportate in determinati modi. Questa guida ti aiuterà a comprendere i principi fondamentali alla base della teoria della contabilità finanziaria

Raccomandato

Cosa sono le spese autonome?
Cos'è Fannie Mae?
Quali sono i Global Investment Performance Standards (GIPS)?