Cosa sono i rapporti specifici per banca?

I rapporti specifici della banca, come il margine di interesse netto (NIM), l'accantonamento per perdite su crediti (PCL) e l'indice di efficienza sono unici per il settore bancario. Analogamente alle società di altri settori, le banche hanno rapporti specifici per misurare la redditività. Rapporti di redditività I rapporti di redditività sono metriche finanziarie utilizzate da analisti e investitori per misurare e valutare la capacità di un'azienda di generare reddito (profitto) relativo a ricavi, attività di bilancio, costi e patrimonio netto durante un determinato periodo di tempo. Mostrano come un'azienda utilizza le proprie risorse per produrre profitti ed efficienza progettati per adattarsi alle proprie operazioni aziendali uniche. Inoltre, poiché la solidità finanziaria è particolarmente importante per le banche,esistono anche diversi rapporti per misurare la solvibilità Solvibilità La solvibilità è la capacità di un'azienda di far fronte ai propri obblighi finanziari a lungo termine. Quando gli analisti desiderano saperne di più sulla solvibilità di un'azienda, guardano al valore totale delle sue attività rispetto alle passività totali detenute. .

Rapporti specifici per banca - Immagine delle porte della banca

Rapporti di redditività

1. Margine di interesse netto

Il margine di interesse netto misura la differenza tra il reddito da interessi generato e gli interessi passivi. A differenza della maggior parte delle altre società, la maggior parte delle entrate e delle spese di una banca è creata dagli interessi. Poiché la banca finanzia la maggior parte delle proprie operazioni tramite i depositi dei clienti, paga un importo totale elevato in interessi passivi. La maggior parte delle entrate di una banca deriva dalla riscossione degli interessi sui prestiti.

La formula per il margine di interesse netto è:

Margine di interesse netto = (Interessi attivi - Interessi passivi) / Totale attivi

Rapporti per l'efficienza

1. Rapporto di efficienza

L'indice di efficienza valuta l'efficienza delle operazioni di una banca dividendo le spese non legate agli interessi per le entrate.

La formula per il rapporto di efficienza è:

Rapporto di efficienza = Entrate / spese non di interesse

Il coefficiente di efficienza non include gli interessi passivi, poiché questi ultimi si verificano naturalmente quando i depositi all'interno di una banca crescono. Tuttavia, le spese non legate agli interessi, come le spese di marketing o operative, possono essere controllate dalla banca. Un rapporto di efficienza inferiore mostra che c'è una minore spesa per interessi per dollaro di entrate.

2. Leva operativa

La leva operativa è un'altra misura dell'efficienza. Confronta la crescita dei ricavi con la crescita delle spese non legate agli interessi.

La formula per calcolare la leva operativa è:

Leva operativa = Tasso di crescita dei ricavi - Tasso di crescita delle spese non legate agli interessi

Un rapporto positivo mostra che le entrate stanno crescendo più velocemente delle spese. D'altra parte, se l'indice di leva operativa è negativo, la banca accumula le spese più rapidamente delle entrate. Ciò suggerirebbe inefficienze nelle operazioni.

Rapporti per solidità finanziaria

1. Indice di copertura della liquidità

Come suggerisce il nome, il coefficiente di copertura della liquidità misura la liquidità di una banca. Nello specifico, misura la capacità di una banca di far fronte a obblighi a breve termine (entro 30 giorni) senza dover accedere a contanti esterni.

La formula per l'indice di copertura della liquidità è:

Indice di copertura della liquidità = importo delle attività liquide di alta qualità / importo del flusso di cassa netto totale

Il periodo di 30 giorni è stato scelto in quanto è il tempo stimato necessario al governo per intervenire e aiutare una banca durante una crisi finanziaria. Pertanto, se una banca è in grado di finanziare i deflussi di cassa per 30 giorni, non cadrà.

2. Indice di leva finanziaria

Il coefficiente di leva finanziaria misura la capacità di una banca di coprire le proprie esposizioni con un capitale di classe 1. Poiché il capitale di classe 1 è il capitale di base di una banca, è anche molto liquido. Il capitale di classe 1 può essere facilmente convertito in contanti per coprire facilmente le esposizioni e garantire la solvibilità della banca.

La formula per il coefficiente di leva finanziaria è:

Indice di leva finanziaria: capitale di classe 1 / attività totali (esposizione)

3. CET1 Ratio

Il coefficiente CET1 è simile al coefficiente di leva finanziaria. Misura la capacità di una banca di coprire le proprie esposizioni. Tuttavia, il coefficiente CET1 è una misurazione più rigorosa, poiché considera solo il capitale primario di classe 1, che è inferiore al capitale totale di classe 1. Inoltre, per il calcolo del rapporto, viene considerato anche il livello di rischio dell'esposizione (attività). A un'attività a rischio più elevato viene assegnata una ponderazione del rischio più elevata, che riduce il coefficiente CET1.

La formula per il coefficiente CET1 è:

CET1 Ratio = Capitale primario di classe 1 / Attività ponderate per il rischio

Altri rapporti specifici della banca

1. Rapporto Accantonamento per Perdite su Crediti (PCL)

L'accantonamento per perdite su crediti (PCL) è un importo che una banca accantona per coprire i prestiti che ritiene non saranno esigibili. Avendo accantonato un tale importo, la banca è più protetta dall'insolvenza. Il rapporto PCL misura l'accantonamento per perdite su crediti come percentuale dei prestiti e delle accettazioni nette. Guardarlo consente agli investitori o alle autorità di regolamentazione di valutare la rischiosità dei prestiti sottoscritti dalla banca rispetto ai loro pari. Prestiti rischiosi portano a un PCL più elevato e, quindi, a un rapporto PCL più elevato.

La formula per l'accantonamento per perdite su crediti è:

Accantonamento per rapporto perdite su crediti = Accantonamento per perdite su crediti / Prestiti netti e accettazioni

Risorse addizionali

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e sviluppare la tua knowledge base, esplora le risorse pertinenti aggiuntive di seguito:

  • Settori S&P I settori S&P I settori S&P costituiscono un metodo per classificare le società quotate in borsa in 11 settori e 24 gruppi industriali. Creati da Standard & Poor's (S&P) e Morgan Stanely Capital International (MSCI), sono anche conosciuti come Global Industry Classification Standard (GICS).
  • Principali rischi per le banche Principali rischi per le banche I principali rischi per le banche includono il rischio di credito, operativo, di mercato e di liquidità. Poiché le banche sono esposte a una varietà di rischi, dispongono di infrastrutture di gestione del rischio ben costruite e sono tenute a seguire le normative governative.
  • Calcolatore del rapporto di bilancio bancario Calcolatore del rapporto di bilancio bancario Il Calcolatore del rapporto di bilancio bancario è uno strumento che puoi utilizzare per determinare la stabilità finanziaria e la liquidità di una banca utilizzando gli elementi trovati su
  • Calcolatore del rapporto di rendiconto misto bancario Calcolatore del rapporto di rendiconto misto bancario Il calcolatore del rapporto di rendiconto misto bancario può essere utilizzato per determinare la redditività e la forza finanziaria di una banca utilizzando gli elementi

Raccomandato

Cosa sono le compagnie di riassicurazione?
Cos'è un fondo speculativo?
Cosa significa acquistare a margine?