Cos'è il rischio sistemico?

Il rischio sistemico può essere definito come il rischio associato al collasso o al fallimento di un'azienda, industria, istituto finanziario o un'intera economia. Rischio di un grave fallimento Riorganizzazione esentasse Per qualificarsi come riorganizzazione esentasse, una transazione deve soddisfare determinati requisiti, che variano notevolmente a seconda della forma della transazione. di un sistema finanziario, per cui si verifica una crisi quando i fornitori di capitale, vale a dire depositanti, investitori e mercati dei capitali, perdono fiducia negli utenti del capitale, ovvero banche, mutuatari, investitori con leva finanziaria, ecc. o in un dato mezzo di scambio (Dollaro USA, yen giapponese, oro, ecc.). È inerente a un sistema di mercato e quindi inevitabile.

La caratteristica più importante del rischio sistemico è che il rischio si diffonde da istituzioni malsane a istituzioni relativamente più sane attraverso un meccanismo di trasmissione.

Rischio sistemico

Prevenzione del rischio sistemico

L'effetto a catena derivante dal rischio sistemico può far crollare un'economia. Il controllo del rischio sistemico è una delle principali preoccupazioni per le autorità di regolamentazione, in particolare dato che il consolidamento nel sistema bancario ha portato alla creazione di banche di grandi dimensioni.

Dopo la crisi globale del 2008, i regolatori finanziari hanno iniziato a concentrarsi sul rendere il sistema bancario meno vulnerabile agli shock economici. Hanno creato firewall per prevenire danni da rischio sistemico. Le autorità di regolamentazione hanno inoltre sviluppato politiche microeconomiche e macroeconomiche prudenti con maggiore enfasi sulla regolamentazione prudenziale, mettendo in atto salvaguardie per la stabilità del sistema finanziario.

La regolamentazione macroprudenziale mira a salvaguardare le banche o il sistema finanziario nel suo complesso. Le normative microprudenziali riguardano la regolamentazione di singole società finanziarie come banche commerciali, istituti di credito con anticipo sullo stipendio e compagnie di assicurazione.

Esempio: rischio sistemico nella crisi finanziaria del 2008

La crisi finanziaria è iniziata nel 2007 con una crisi del mercato statunitense dei mutui subprime. Alla fine, la bolla è scoppiata e negli Stati Uniti si è verificato un enorme crollo degli alloggi e dei mutui. Questa situazione ha portato a una crisi di liquidità e di credito che si è estesa a tutti i mercati finanziari e creditizi. Entrambi questi fattori hanno causato un panico economico che non era previsto essere così grande.

Il panico economico ha portato a una recessione a livello di economia negli Stati Uniti. Inoltre, la recessione degli Stati Uniti ha portato a un forte calo degli investimenti globali e commerciali. Questa recessione ha colpito anche le economie più avanzate. Politiche recessive Quantitative Easing Il Quantitative Easing (QE) è una politica monetaria di stampa di moneta, che viene implementata dalla Banca Centrale per dare energia all'economia. La Banca Centrale crea ulteriormente appesantito il sistema bancario. La crisi bancaria ha provocato una crisi del debito sovrano e si è sviluppata in una vera e propria crisi bancaria internazionale con il crollo della banca di investimento Lehman Brothers. L'eccessiva assunzione di rischi da parte di Lehman Brothers e di altre banche ha contribuito a amplificare l'impatto finanziario a livello globale. Tutte queste conseguenze hanno portato a un peggioramento della recessione.

La crisi è stata infine seguita da una recessione economica globale, la grande recessione nel 2008-2009. La crisi del debito europeo (una crisi del sistema bancario dei paesi europei che utilizzano l'euro) è seguita successivamente. La recessione ha toccato il fondo alla fine del 2009, ma ci sono stati ancora lunghi periodi di lenta crescita nei paesi gravati dal debito a causa della crisi finanziaria.

L'impatto del rischio sistemico sui vantaggi di diversificazione di un portafoglio di rischio

La diversificazione del rischio è la base dell'assicurazione e degli investimenti. Pertanto, è molto importante studiare gli effetti che potrebbero limitare la diversificazione del rischio. Uno dei motivi è l'esistenza di un rischio sistemico che colpisce tutte le politiche contemporaneamente. Qui si studia un approccio probabilistico per esaminare le conseguenze della sua presenza sul carico di rischio del premio di un portafoglio di polizze assicurative. Questo approccio potrebbe essere facilmente generalizzato per il rischio di investimento e il mercato azionario. Possiamo vedere che, anche con una piccola probabilità di accadimento, il rischio sistemico riduce significativamente i benefici della diversificazione.

Inoltre, i sistemi finanziari sono particolarmente vulnerabili e ancor più causali al rischio sistemico rispetto ad altri settori e componenti dell'economia. Ci sono molte ragioni per questa realtà. Le banche tendono a fare leva fino all'importo massimo, come si vede nella struttura dei loro bilanci. La complessa rete di esposizioni tra le istituzioni finanziarie crea una minaccia significativa che le banche sopravvissute perderanno parte o tutti i loro investimenti, insieme al crollo della banca. E, se un tale fallimento si verifica improvvisamente o inaspettatamente, potrebbero esserci perdite abbastanza massicce da minacciare o abbattere le banche che rispondono. I gestori e le autorità di regolamentazione del rischio finanziario possono anche considerare l'aspetto inter-temporale dei contratti finanziari come una sfida nella gestione del rischio sistemico.

Coordinamento normativo globale per la gestione del rischio sistemico

La gestione del rischio sistemico può essere effettuata mediante sforzi regionali, nazionali o anche globali. Poiché il rischio sistemico può abbattere tutta o parte di un'economia, i gestori del rischio finanziario possono accedere a strumenti normativi e ricorsi legalmente vincolanti per gestire le minacce all'interno di un'economia. Per le autorità di regolamentazione degli istituti finanziari, ciò include l'autorità di esaminare i rendimenti azionari, i premi per il rischio di debito, i flussi di deposito e altre esposizioni. L'onnipresenza delle attività correlate e il modo in cui il capitale può spostarsi attraverso i confini sovrani, tuttavia, aumenta il rischio di contagio sistemico in tutto il sistema globale.

Letture correlate

È possibile esplorare ulteriormente gli investimenti e il rischio economico esaminando le seguenti risorse di Finance.

  • Premio per il rischio di mercato Premio per il rischio di mercato Il premio per il rischio di mercato è il rendimento aggiuntivo che un investitore si aspetta dal possesso di un portafoglio di mercato rischioso invece di attività prive di rischio.
  • Rischio di credito Rischio di credito Il rischio di credito è il rischio di perdita che può verificarsi a causa del mancato rispetto da parte di una parte dei termini e delle condizioni di qualsiasi contratto finanziario, principalmente,
  • Rischio di valuta Rischio di valuta Il rischio di valuta, o rischio di cambio, si riferisce all'esposizione affrontata da investitori o società che operano in paesi diversi, in relazione a guadagni o perdite imprevedibili dovuti a variazioni del valore di una valuta rispetto a un'altra valuta.
  • Avversario al rischio Definizione avverso al rischio Qualcuno che è avverso al rischio ha la caratteristica o il tratto di preferire evitare la perdita rispetto al guadagno. Questa caratteristica è solitamente attribuita agli investitori o ai partecipanti al mercato che preferiscono investimenti con rendimenti inferiori e rischi relativamente noti rispetto a investimenti con rendimenti potenzialmente più elevati ma anche con maggiore incertezza e rischio maggiore.

Raccomandato

Qual è il principio di divulgazione completa?
Come terminare un'e-mail - Chiusura di lettere
Qual è la legge di approvvigionamento?