Cos'è una trappola della liquidità?

Una trappola della liquidità è una situazione in cui una politica monetaria espansiva (un aumento dell'offerta di moneta) non è in grado di aumentare i tassi di interesse e quindi non si traduce in una crescita economica (aumento della produzione). In caso di deflazione Deflazione La deflazione è una diminuzione del livello generale dei prezzi di beni e servizi. In altre parole, la deflazione è inflazione negativa. Quando si verifica, il valore della valuta cresce nel tempo. Pertanto, più beni e servizi possono essere acquistati per la stessa quantità di denaro. o recessione, gli individui trattengono il denaro in loro possesso ai tassi di interesse dati perché temono tali eventi negativi.

Trappola della liquidità

Una trappola della liquidità esiste in tre situazioni principali:

  • Quando il tasso di interesse nominale è zero
  • L'economia è attualmente in recessione o depressione economica Depressione economica Una depressione economica è un evento in cui un'economia è in uno stato di turbolenza finanziaria, spesso il risultato di un periodo di attività negativa basato sul tasso del prodotto interno lordo (PIL) del paese . È molto peggio di una recessione, con un calo significativo del PIL e di solito dura molti anni.
  • La politica monetaria è inefficace e non è in grado di ridurre ulteriormente il tasso di interesse

Rappresentazione grafica della trappola della liquidità

Una trappola della liquidità di solito esiste quando il tasso di interesse a breve termine Tasso di interesse Un tasso di interesse si riferisce all'importo addebitato da un prestatore a un mutuatario per qualsiasi forma di debito data, generalmente espresso come percentuale del capitale. è allo zero percento. La curva di domanda diventa elastica e il tasso di interesse è troppo basso e non può scendere ulteriormente. Qualsiasi misura intrapresa dal governo per stimolare l'espansione non funzionerà, poiché l'offerta di moneta sarà mantenuta sotto forma di saldi di cassa, rendendo così impossibile per il governo utilizzare i tassi di interesse come stimolo economico. Il concetto è illustrato nella figura seguente:

Grafico di esempio

Di solito, una diminuzione dei tassi di interesse incoraggia la spesa, ma in una trappola della liquidità, il cambiamento dell'offerta di moneta non cambia le abitudini di spesa. Pertanto l'uso della politica monetaria è inefficace (come visto sopra).

Cosa succede in una trappola della liquidità?

Quando c'è una trappola della liquidità, l'economia è in recessione, il che può portare alla deflazione. Quando la deflazione è persistente, può far aumentare il tasso di interesse reale. Danneggia gli investimenti e amplia l'output gap: l'economia entra in un circolo vizioso. Se anche la recessione è persistente, la deflazione riduce ulteriormente la produzione e la politica monetaria è inefficace.

Durante la Grande Depressione La Grande Depressione La Grande Depressione fu una depressione economica mondiale che ebbe luogo dalla fine degli anni '20 agli anni '30. Per decenni si sono svolti dibattiti su ciò che ha causato la catastrofe economica e gli economisti rimangono divisi su diverse scuole di pensiero. negli Stati Uniti, il tasso di inflazione nell'economia era del -6,7% e solo nel 1943 i prezzi sono tornati ai normali livelli pre-crisi. Inoltre, durante la crisi giapponese del 1995, la deflazione è continuata fino al 2005 con un tasso di inflazione medio a –0,2%.

La ragione principale della deflazione in un'economia sono i fallimenti del sistema finanziario. I crolli finanziari possono intensificare la trappola della liquidità perché la deflazione aumenta il valore reale del debito. I mutuatari non sono più in grado di ripagare i loro debiti e le banche e altre istituzioni finanziarie subiscono un calo poiché i prestiti non vengono rimborsati.

Sia la Grande Depressione che il crollo giapponese sono il risultato di fallimenti finanziari. In questi casi, il governo ha adottato una politica di stretta creditizia. Al fine di migliorare le condizioni economiche esistenti, le banche hanno cercato di limitare i nuovi prestiti e cancellare quelli esistenti.

Tuttavia, la politica di stretta creditizia ha portato a un circolo vizioso in quanto ha ridotto gli investimenti e la produzione poiché le banche sono state anche più caute nell'estendere il credito agli investitori. Una trappola della liquidità può esistere quando il tasso di interesse nominale non raggiunge lo zero perché il rischio di detenere le attività aumenta le possibilità di perdere l'attività una volta incorporato il rischio.

Come mitigare gli effetti di una trappola della liquidità?

Poiché la politica monetaria tradizionale è inefficace quando c'è una trappola della liquidità nell'economia, i governi cercano metodi più non convenzionali per portare l'economia fuori dalla trappola. Una delle soluzioni più efficaci è l'allentamento quantitativo. È qui che le banche centrali fissano un alto tasso di interesse e aumentano la liquidità nell'economia per raggiungere questo tasso.

Molti ricercatori sostengono che la ragione principale della Grande Depressione sia stata la contrazione monetaria attuata dalla Federal Reserve Bank nel 1927. Secondo l'economista Milton Friedman, una risposta più appropriata alla Depressione sarebbe l'allentamento monetario o "donazione di denaro", come ha definito esso. Tra il 1933 e il 1941 il mercato azionario statunitense è cresciuto del 140% principalmente a causa della politica monetaria espansiva.

Inoltre, nel 1999, il Giappone ha utilizzato politiche di quantitative easing dopo che il tasso obiettivo della politica era stato fissato a zero. L'obiettivo del quantitative easing era di rendere le riserve prontamente disponibili per le banche nazionali.

Economisti keynesiani Teoria economica keynesiana La teoria economica keynesiana è una scuola di pensiero economica che afferma ampiamente che l'intervento del governo è necessario per aiutare le economie a uscire dalla recessione. L'idea proviene dai cicli economici di boom e stasi che ci si può aspettare dalle economie di libero mercato e posiziona il governo come un "contrappeso" sosterrebbe che il modo migliore per mitigare gli effetti di una trappola della liquidità è attraverso una politica fiscale espansiva . Il presidente Franklin Roosevelt usò tale politica fiscale durante il New Deal nel 1933. Il governo aumentò la spesa attraverso un programma di lavori pubblici (ad esempio, la Tennessee Valley Authority). Il governo giapponese ha anche speso 100 trilioni di yen in programmi pubblici per un periodo di dieci anni.

Più risorse

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Financial Modeling and Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per trasformare chiunque in un analista finanziario di livello mondiale.

Per continuare ad apprendere e sviluppare la tua conoscenza dell'analisi finanziaria, consigliamo vivamente le risorse finanziarie aggiuntive riportate di seguito:

  • Politica monetaria contrattuale Politica monetaria contraccettiva Una politica monetaria contraccettiva è un tipo di politica monetaria intesa a ridurre il tasso di espansione monetaria per combattere l'inflazione. Un aumento dell'inflazione è considerato il principale indicatore di un'economia surriscaldata. La politica riduce l'offerta di moneta nell'economia
  • Economic Collapse Economic Collapse Il collasso economico si riferisce a un periodo di crisi economica nazionale o regionale in cui l'economia è in difficoltà per un lungo periodo, che può variare da pochi anni a diversi decenni. Durante i periodi di difficoltà economica, un paese è caratterizzato da caos sociale, disordini sociali, bancarotte, volumi commerciali ridotti
  • Politica fiscale Politica fiscale La politica fiscale si riferisce alla politica di bilancio del governo, che prevede che il governo manipoli il proprio livello di spesa e le aliquote fiscali all'interno dell'economia. Il governo utilizza questi due strumenti per monitorare e influenzare l'economia. È la strategia sorella della politica monetaria.
  • Reaganomics Reaganomics Reaganomics si riferisce alle politiche economiche proposte dal presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan durante la sua presidenza negli anni '80. Le politiche furono introdotte per combattere un lungo periodo di lenta crescita economica, alta disoccupazione e alta inflazione che si verificò sotto i presidenti Gerald Ford e Jimmy Carter.

Raccomandato

Cosa sono le compagnie di riassicurazione?
Cos'è un fondo speculativo?
Cosa significa acquistare a margine?