Cos'è la politica fiscale?

La politica fiscale si riferisce alla politica di bilancio del governo, che prevede che il governo manipoli il proprio livello di spesa e le aliquote fiscali. Imposta progressiva Una tassa progressiva è un'aliquota fiscale che aumenta all'aumentare del valore imponibile. Di solito è segmentato in scaglioni fiscali che progrediscono verso aliquote successivamente più elevate. Ad esempio, un'aliquota fiscale progressiva può passare dallo 0% al 45%, dalle fasce più basse e più alte all'interno dell'economia. Il governo utilizza questi due strumenti per influenzare l'economia. È la strategia sorella della politica monetaria. Politica monetaria La politica monetaria è una politica economica che gestisce le dimensioni e il tasso di crescita dell'offerta di moneta in un'economia. È uno strumento potente per regolare variabili macroeconomiche come l'inflazione e la disoccupazione. .Sebbene sia la politica fiscale che la politica monetaria siano correlate alle entrate del governo. Entrate delle vendite Le entrate delle vendite sono le entrate ricevute da una società dalle sue vendite di beni o dalla fornitura di servizi. In contabilità, i termini "vendite" e "entrate" possono essere, e spesso sono, usati in modo intercambiabile, per significare la stessa cosa. Entrate non significa necessariamente contanti ricevuti. e spese Spese Una spesa rappresenta un pagamento in contanti o credito per l'acquisto di beni o servizi. Una spesa viene registrata in un unico momento (il momento dell'acquisto), rispetto a una spesa che viene allocata o maturata in un periodo di tempo. Questa guida esaminerà i diversi tipi di spesa in contabilità ed entrambi cercano di correggere situazioni di domanda in eccesso o carente nell'economia, lo fanno in modi molto diversi.

Politica fiscale - Ripartizione della politica del governo tra fiscale e monetaria

Origini della politica fiscale

Prima della Grande Depressione La Grande Depressione La Grande Depressione è stata una depressione economica mondiale che ha avuto luogo dalla fine degli anni '20 agli anni '30. Per decenni si sono svolti dibattiti su ciò che ha causato la catastrofe economica e gli economisti rimangono divisi su diverse scuole di pensiero. , i governi di tutto il mondo hanno seguito la politica del Laissez-faire (o Let it be). Questo approccio all'economia era basato sugli insegnamenti di economisti classici come Adam Smith e Alfred Marshall. Gli economisti classici credevano nel potere della mano invisibile del mercato. Erano dell'opinione che il governo non dovesse interferire nell'economia, poiché qualsiasi interferenza nel mercato era fuori luogo. Tuttavia, il crollo del mercato azionario del 1929 che ha inaugurato la Grande Depressione ha cambiato radicalmente il corso del pensiero economico.La depressione ha provocato una bassa domanda economica e un'elevata disoccupazione. L'economia classica non poteva fornire alcuna soluzione alla crisi.

Nel 1936, l'economista britannico John Maynard Keynes pubblicò "The General Theory of Employment, Interest, and Money" (conosciuta semplicemente come "The General Theory"). In esso, Keynes ha chiesto un aumento della spesa pubblica per combattere le forze recessive nell'economia. Credeva che un aumento della spesa pubblica avrebbe determinato un aumento della domanda di materie prime sul mercato. La seconda guerra mondiale ha fornito prove empiriche della teoria di Keynes. Le nazioni di tutto il mondo hanno aumentato la spesa pubblica per costruire le proprie forze armate. L'aumento della spesa pubblica ha visto una crescita massiccia dell'occupazione e un aumento della domanda. Curva della domanda La curva della domanda è una linea che mostra quante unità di un bene o servizio verranno acquistate a prezzi diversi.Il prezzo viene tracciato sull'asse verticale (Y) mentre la quantità viene tracciata sull'asse orizzontale (X). per le materie prime sul mercato. In effetti, spesso si attribuisce alla seconda guerra mondiale il merito di aver portato l'Europa fuori dalla Grande Depressione.

Come funziona la politica fiscale?

I fautori dell'utilizzo della politica fiscale ritengono che la finanza pubblica Finanza pubblica La finanza pubblica sia la gestione delle entrate, delle spese e del carico di debito di un paese attraverso varie istituzioni governative e semi-governative. Questa guida fornisce una panoramica di come vengono gestite le finanze pubbliche, quali sono le varie componenti della finanza pubblica possono influenzare l'inflazione e l'occupazione manipolando due variabili chiave:

  1. Il livello di spesa pubblica o la quantità di denaro che il governo spende
  2. L'aliquota fiscale o la quantità di denaro che il governo guadagna

In tempi di contrazione economica, come la Grande Depressione negli anni '20 e '30 e la crisi finanziaria del 2008-2009, il governo si impegna in una politica fiscale espansiva. Ciò comporta una riduzione delle tasse e un aumento della spesa pubblica. Entrambe queste misure hanno lo scopo di stimolare l'economia Economia di mercato L'economia di mercato è definita come un sistema in cui la produzione di beni e servizi è impostata in base ai mutevoli desideri e capacità del mercato e aumenta il livello di attività all'interno dell'economia. Durante una recessione, produttori e consumatori perdono fiducia nel mercato. Pertanto, i consumatori riducono il consumo ei produttori riducono la produzione. Di conseguenza, l'economia ristagna.

Nel 2009, quando Barack Obama è entrato in carica come Presidente degli Stati Uniti, ha firmato l'American Recovery and Reinvestment Act (ARRA). L'ARRA è stato un pacchetto di stimolo che ha coinvolto una spesa pubblica pari a quasi 800 miliardi di dollari. L'ARRA aveva lo scopo di creare posti di lavoro, aumentare la domanda e aumentare la fiducia nell'economia nel suo complesso. Molti hanno sostenuto (per lo più conservatori fiscali) che Obama avrebbe potuto ottenere un risultato simile tagliando le tasse

Se invece il governo si trova ad affrontare una situazione di alta inflazione Inflazione L'inflazione è un concetto economico che si riferisce all'aumento del livello dei prezzi dei beni in un determinato periodo di tempo. L'aumento del livello dei prezzi significa che la valuta in una data economia perde potere d'acquisto (cioè, si può comprare meno con la stessa quantità di denaro). caratterizzato da un eccesso di domanda nel mercato, può impegnarsi in una politica fiscale restrittiva. Ad esempio, il governo può imporre nuove tasse e aumentare le aliquote fiscali esistenti. Ciò ridurrà il reddito disponibile, che farà diminuire i consumi e gli investimenti, correggendo così la situazione di eccesso di domanda.

Tipi di politica fiscale

Tasse contro spesa pubblica

Secondo l'economia keynesiana classica Teoria economica keynesiana La teoria economica keynesiana è una scuola di pensiero economica che afferma ampiamente che l'intervento del governo è necessario per aiutare le economie a uscire dalla recessione. L'idea nasce dai cicli economici di boom e buste che ci si può aspettare dalle economie di libero mercato e posiziona il governo come un "contrappeso" (derivato direttamente dalla Teoria Generale), una riduzione (o aumento) delle (o riduzione) della spesa pubblica influisce sull'economia in modo simile. Tuttavia, il governo può scegliere di utilizzare l'uno sull'altro per vari motivi. Ad esempio, l'aumento delle tasse tende a rendere i governi estremamente impopolari. Pertanto, la maggior parte dei governi, di fronte all'inflazione e alla domanda in eccesso sul mercato,tendono ad abbassare la spesa pubblica invece di aumentare le tasse.

Spiegazione video della politica fiscale

Guarda questo breve video per comprendere rapidamente i concetti principali trattati in questa guida, comprese le origini della politica fiscale e il modo in cui la politica fiscale viene utilizzata per influenzare l'economia.

Lettura correlata

Maggiori informazioni sulle economie di mercato e sulla politica economica sono disponibili con le seguenti risorse finanziarie:

  • Economia di mercato Economia di mercato L'economia di mercato è definita come un sistema in cui la produzione di beni e servizi è impostata in base ai mutevoli desideri e capacità del mercato
  • Formula del PIL Formula del PIL La formula del PIL è composta da consumi, spesa pubblica, investimenti ed esportazioni nette. Suddividiamo la formula del PIL in passaggi in questa guida. Il prodotto interno lordo (PIL) è il valore monetario, in valuta locale, di tutti i beni e servizi economici finali prodotti in un paese durante un periodo di tempo specifico.
  • Command Economy Command Economy La maggior parte delle attività economiche nei paesi di tutto il mondo esiste in uno spettro che va da un'economia di libero mercato puro a un'economia di comando estrema. L'economia di comando è un tipo di sistema in cui il governo svolge il ruolo principale nella pianificazione e regolamentazione dei beni e dei servizi prodotti nel paese.
  • Legge dell'offerta Legge dell'offerta La legge dell'offerta è un principio fondamentale in economia che afferma che, assumendo che tutto il resto sia costante, un aumento del prezzo dei beni avrà un corrispondente aumento diretto nell'offerta degli stessi. La legge dell'offerta descrive il comportamento del produttore quando il prezzo di un bene aumenta o diminuisce.

Raccomandato

Cosa sono le obbligazioni?
Cos'è la disinflazione?
Cos'è la responsabilità illimitata?