Che cos'è il sovraccarico variabile?

I costi generali variabili si riferiscono alla fluttuazione dei costi di produzione associati all'operatività delle imprese. Per operare in modo continuativo, le aziende devono spendere soldi per la produzione e la vendita di beni e servizi Prodotti e servizi Un prodotto è un elemento tangibile che viene immesso sul mercato per acquisizione, attenzione o consumo mentre un servizio è un elemento immateriale, che si presenta da ciò generano entrate per la loro attività. I costi operativi complessivi di solito includono gli stipendi dei manager, del personale di vendita e del personale di marketing che fanno parte delle strutture di produzione.

Overhead variabile

Le spese relative alla gestione e al mantenimento dell'ufficio aziendale sono note come costi generali. Il costo generale è una spesa continua, il che significa che deve essere pagato su base continua indipendentemente dal fatto che l'azienda stia raggiungendo i suoi obiettivi di vendita o di profitto.

Sommario

  • I costi generali variabili si riferiscono alla fluttuazione dei costi di produzione associati all'operatività delle imprese.
  • I costi generali sono fissi o variabili.
  • È importante calcolare le spese generali variabili per evitare spese eccessive, impostare correttamente i prezzi, fare piani per i requisiti di capitale e creare conti di riserva.

Costi generali - Tipi

I costi generali sono di due tipi: fissi e variabili . In genere, non vi è volatilità Volatilità La volatilità è una misura del tasso di fluttuazioni del prezzo di un titolo nel tempo. Indica il livello di rischio associato alle variazioni di prezzo di un titolo. Investitori e trader calcolano la volatilità di un titolo per valutare le variazioni passate dei prezzi nei costi generali con aumenti o diminuzioni nella produzione di un determinato prodotto. Pertanto, è considerato un costo fisso. I costi fissi comuni includono gli stipendi per i supervisori, i dirigenti e il personale amministrativo, l'affitto degli edifici e le passività fiscali.

D'altra parte, le spese generali variabili si muovono di pari passo con l'aumento o la diminuzione della produzione. Significa che fluttua con la produzione unitaria di un dato prodotto in fabbrica. A differenza delle spese generali generali che derivano da requisiti di budget fissi, i costi generali variabili sono spese associate a funzioni, come le attività amministrative.

La differenza fondamentale tra i due tipi di costi generali è che in un caso in cui la produzione viene interrotta, il che significa che l'output è 0, non ci sono costi generali variabili. I costi generali netti in questi casi includono solo i costi generali fissi.

Quali costi sono inclusi nelle spese generali variabili?

Esempi di spese generali variabili includono l'acquisto di forniture di produzione e materie prime, il pagamento dei salari associati alla movimentazione e alla spedizione dei prodotti e il pagamento delle commissioni di vendita Commissione Commissione si riferisce al compenso pagato a un dipendente dopo aver completato un'attività, che è, spesso , vendendo un certo numero di prodotti o servizi ai dipendenti. Nei casi in cui è richiesto personale aggiuntivo nelle fabbriche a causa di un aumento della produzione, i costi associati ai lavoratori aggiuntivi fanno parte anche dei costi generali variabili, così come delle ore extra pagate o degli straordinari.

Altri costi che tendono a fluttuare al variare dei livelli di output includono il costo delle utenze per le apparecchiature. L'utilizzo di energia elettrica, gas e acqua è direttamente proporzionale alla produzione totale, all'implementazione di nuove linee di prodotti e ai cambiamenti stagionali che influiscono sui cicli di produzione dei prodotti esistenti. Ulteriori fattori includono la manutenzione di attrezzature, materiali, cambiamenti nella forza lavoro. Mercato del lavoro Il mercato del lavoro è il luogo in cui si incontrano la domanda e l'offerta di lavoro, con i lavoratori o la manodopera che forniscono i servizi richiesti dai datori di lavoro. Il lavoratore può essere chiunque desideri offrire i propri servizi a titolo oneroso mentre il datore di lavoro può essere una singola entità o organizzazione, ecc.

Importanza del calcolo dei costi generali variabili

Come risultato della fluttuazione, le spese generali variabili possono rivelarsi difficili da valutare e preventivare con precisione. Nonostante ciò, è importante calcolare le spese generali per evitare spese eccessive, fissare correttamente i prezzi, fare piani sui requisiti di capitale, creare conti di riserva, ecc.

Per calcolare il costo totale di produzione al livello corrente di output, i produttori devono includere le spese generali variabili oltre alle spese generali totali necessarie per aumentare la produzione futura. Le spese vengono quindi incluse nei calcoli per la determinazione del prezzo di vendita del prodotto. È importante in quanto la definizione di livelli di prezzo minimi garantisce la redditività dell'azienda.

Letture correlate

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Financial Modeling and Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per trasformare chiunque in un analista finanziario di livello mondiale.

Per continuare ad apprendere e sviluppare la tua conoscenza dell'analisi finanziaria, consigliamo vivamente le risorse finanziarie aggiuntive riportate di seguito:

  • Spese generali Spese generali Le spese generali sono costi aziendali correlati alla gestione quotidiana dell'attività. A differenza delle spese operative, le spese generali non possono essere ricondotte a una specifica unità di costo o attività aziendale. Invece, supportano le attività generatrici di entrate complessive dell'azienda.
  • Costo di produzione Costo di produzione Il costo di produzione si riferisce al costo totale sostenuto da un'azienda per produrre una quantità specifica di un prodotto o offrire un servizio. Ciò può includere cose come manodopera, materie prime o materiali di consumo. In economia, il costo di produzione è definito come le spese sostenute
  • Struttura dei costi Struttura dei costi La struttura dei costi si riferisce ai tipi di spese sostenute da un'azienda ed è generalmente composta da costi fissi e variabili. I costi fissi rimangono invariati
  • Costi fissi e variabili Costi fissi e variabili Il costo è qualcosa che può essere classificato in diversi modi a seconda della sua natura. Uno dei metodi più diffusi è la classificazione in base ai costi fissi e ai costi variabili. I costi fissi non cambiano con l'aumento / diminuzione delle unità di volume di produzione, mentre i costi variabili sono esclusivamente dipendenti

Raccomandato

Calcolatore di inflazione
Che cos'è il reddito netto al netto delle imposte (NIAT)?
Cos'è il profitto contro il contante?