Cos'è la beta modificata?

Il beta corretto tende a stimare il beta futuro di un titolo. Si tratta di un beta storico aggiustato per riflettere la tendenza del beta a tornare alla media: il valore beta del CAPM si sposterà verso la media di mercato, di 1, nel tempo.

La stima del beta basata esclusivamente su dati storici, nota come beta non aggiustata, non è un buon indicatore del futuro. Come conseguenza delle diverse scelte nel periodo di tempo utilizzato, dell'effetto intervallato e dell'indice di mercato, diversi servizi adattano i loro beta di regressione verso uno e utilizzano il beta aggiustato per calcolare il rendimento atteso.

Sommario

  • Il beta aggiustato stima il beta futuro di un titolo. È un beta storico corretto per riflettere la tendenza del beta a tornare alla media.
  • Beta misura la volatilità di un titolo, o rischio sistematico, rispetto ai movimenti nel mercato generale.
  • Poiché la maggior parte delle aziende tende a crescere di dimensioni, a diventare più diversificata e a possedere più asset, nel tempo i loro valori beta fluttuano meno, determinando un ritorno alla media beta.

Cos'è la Beta?

Beta misura la volatilità di un titolo, o rischio sistematico, rispetto ai movimenti nel mercato generale. Viene stimato facendo regredire i rendimenti di qualsiasi attività rispetto ai rendimenti di un indice che rappresenta il portafoglio di mercato, in un periodo ragionevole.

Misura il rischio aggiunto a un portafoglio diversificato ed è incentrato su uno. Un titolo che si muove più del mercato mostra una beta maggiore di 1.0 e un titolo che si muove meno del mercato mostra un beta minore di 1.0. Le azioni a beta basso sono meno rischiose e ottengono rendimenti inferiori rispetto alle azioni a beta elevato.

Beta = Varianza / Covarianza

Capital Asset Pricing Model (CAPM)

Il Capital Asset Pricing Model (CAPM) delinea la relazione tra il rendimento atteso delle attività e il rischio sistematico Rischio sistematico Il rischio sistematico è quella parte del rischio totale che è causato da fattori al di fuori del controllo di una specifica azienda o individuo. Il rischio sistematico è causato da fattori esterni all'organizzazione. Tutti gli investimenti o titoli sono soggetti a rischio sistematico e, pertanto, è un rischio non diversificabile. - misurato dalla covarianza del rendimento di un investimento con i rendimenti del mercato. Una covarianza positiva indica che i rendimenti si muovono nella stessa direzione, mentre una covarianza negativa indica che si muovono inversamente.

Il modello descrive i rendimenti delle singole azioni in funzione dei rendimenti complessivi del mercato e presuppone costi di transazione nulli. Conclude che il portafoglio diversificato in modo ottimale include tutte le attività negoziate sul mercato e il rischio di un investimento è il rischio aggiunto a un portafoglio diversificato. Il rendimento atteso è calcolato come:

Rendimento atteso = Tasso privo di rischio + (Beta * Premio per il rischio di mercato)

Beta rettificato - Formula di rendimento atteso

Osservazioni importanti:

  • Se il beta di un singolo portafoglio è 1, allora:

Ritorno del bene = rendimento medio di mercato

  • Beta rappresenta la pendenza della linea di migliore adattamento.
  • Si prevede che l'attività generi almeno il tasso di rendimento privo di rischio.

Problemi con la stima beta

1. Scelta dell'indice di mercato

Nella pratica, non ci sono indici che si avvicinano al portafoglio di mercato. Invece, gli indici del mercato azionario e gli indici del mercato del reddito fisso includono solo un sottoinsieme dei titoli in ciascun mercato e non sono completi.

L'S & P 500, l'indice più utilizzato per la stima del beta per le società statunitensi, include solo 500 delle migliaia di azioni negoziate nel mercato statunitense. Gli indici utilizzati nei mercati emergenti Mercati emergenti "Mercati emergenti" è un termine che si riferisce a un'economia che sta vivendo una crescita economica considerevole e possiede alcune, ma non tutte, caratteristiche di una include pochissime società e tendono ad essere ancora più ristrette.

2. Impatto dell'intervallo di restituzione

La scelta dell'intervallo di restituzione influisce anche sulle stime beta. La teoria non afferma se i rendimenti debbano essere misurati giornalmente, settimanalmente, mensilmente, trimestralmente o annualmente. Il coefficiente beta Coefficiente beta Il coefficiente Beta è una misura della sensibilità o correlazione di un titolo o di un portafoglio di investimenti ai movimenti del mercato complessivo. Possiamo ricavare una misura statistica del rischio confrontando i rendimenti di un singolo titolo / portafoglio con i rendimenti del mercato complessivo del titolo varia a seconda delle frequenze di rendimento. Il fenomeno è indicato come bias effetto intervalling in beta.

Le attività non vengono negoziate su base continua e, come risultato di un tale problema di non negoziazione, la stima del beta può essere influenzata: la mancata negoziazione durante un periodo di rendimento può ridurre la correlazione misurata con l'indice di mercato.

È probabile che i beta calcolati durante intervalli più brevi mostrino un bias significativo a causa del problema di non negoziazione. Le società illiquide riportano un beta inferiore a quello che idealmente dovrebbero presumere e le società liquide segnalano un beta più alto di quanto sia giustificato.

3. Scelta dell'orizzonte temporale

I modelli rischio-rendimento tacciono sul periodo di tempo che è necessario utilizzare per stimare i beta. Durante la selezione di un periodo di tempo per la stima del beta, è necessario fare attenzione al compromesso coinvolto. Tornando indietro nel tempo, sebbene ci sia un vantaggio nell'includere più osservazioni nella regressione, ciò può essere compensato dal fatto che l'azienda stessa potrebbe essere cambiata in termini di business mix, caratteristiche e leva finanziaria, nel tempo.

Aggiustamento beta di Blume

La tecnica Blume è stata proposta da Marshall E. Blume, che era il professore di finanza Howard Butcher presso l'Università della Pennsylvania, nel 1975 nel suo articolo "Betas and Their Regression Tendencies". Secondo Blume, c'è una tendenza dei beta a convergere verso la media di tutti i beta. Descrive la tendenza correggendo i beta storici per regolare il beta per tornare a 1, assumendo che l'aggiustamento in un periodo sia una buona stima nel periodo successivo.

Considera i beta per tutte le azioni j nel periodo 1, βj1 e i beta per le stesse azioni j nel periodo 2 successivo, βj2. Inoltre, i beta nel periodo 2 vengono regrediti rispetto ai beta del periodo 1 per ottenere la seguente equazione:

βj2 = b0 + b1βj1

La tecnica di Vasicek

Vasicek (1973) aggiustò i beta passati verso il beta medio modificando ogni beta a seconda dell'errore di campionamento sul beta. Se β1 è il beta medio, nel campione di azioni, nel periodo storico, la tecnica di Vasicek prevede di prendere una media ponderata di β1 e il beta storico per il titolo j.

Stima di Bloomberg

Beta aggiustato = Beta di regressione (0,67) + 1,00 (0,33)

Perché regolare i beta verso uno?

La ricerca suggerisce che, nel tempo, esiste una tendenza generale per i beta di tutte le società a convergere verso uno solo. Intuitivamente, non dovrebbe sorprendere. Poiché la maggior parte delle aziende tende a crescere di dimensioni, a diventare più diversificata e a possedere più asset, nel tempo i loro valori beta fluttuano meno, determinando un ritorno alla media beta.

Letture correlate

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione CBCA ™ Certified Banking & Credit Analyst (CBCA) ™ L'accreditamento Certified Banking & Credit Analyst (CBCA) ™ è uno standard globale per gli analisti del credito che copre finanza, contabilità, analisi del credito, analisi del flusso di cassa, modelli di alleanze, rimborsi di prestiti e altro ancora. programma di certificazione, progettato per trasformare chiunque in un analista finanziario di livello mondiale.

Per continuare ad apprendere e sviluppare la tua conoscenza dell'analisi finanziaria, consigliamo vivamente le risorse aggiuntive di seguito:

  • Unlevered Beta Unlevered Beta / Asset Beta Unlevered Beta (Asset Beta) è la volatilità dei rendimenti di un'azienda, senza considerare la sua leva finanziaria. Prende in considerazione solo i suoi beni. Confronta il rischio di un'azienda unlevered con il rischio del mercato. Viene calcolato prendendo il beta del patrimonio netto e dividendolo per 1 più il debito corretto per le imposte in patrimonio netto
  • Orizzonte di investimento Orizzonte di investimento L'orizzonte di investimento è un termine utilizzato per identificare il periodo di tempo in cui un investitore mira a mantenere il proprio portafoglio prima di vendere i propri titoli a scopo di lucro. L'orizzonte di investimento di un individuo è influenzato da diversi fattori. Tuttavia, il fattore determinante principale è spesso la quantità di rischio che l'investitore
  • Tasso di rendimento Tasso di rendimento Il tasso di rendimento (ROR) è il guadagno o la perdita di un investimento in un periodo di tempo sommato al costo iniziale dell'investimento espresso in percentuale. Questa guida insegna le formule più comuni
  • Tasso privo di rischio Tasso privo di rischio Il tasso di rendimento privo di rischio è il tasso di interesse che un investitore può aspettarsi di guadagnare su un investimento che non comporta alcun rischio. In pratica, il tasso privo di rischio è comunemente considerato pari all'interesse pagato su un buono del tesoro governativo a 3 mesi, generalmente l'investimento più sicuro che un investitore può fare.

Raccomandato

Come alfabetizzare in Excel?
Cos'è il valore aggiunto economico?
Cos'è un consiglio di amministrazione?