Cos'è lo Zero Lower Bound?

Lo Zero Lower Bound si riferisce alla convinzione che i tassi di interesse non possano essere abbassati oltre lo zero. Tradizionalmente, le banche centrali usavano la politica monetaria per manipolare il tasso di interesse Tasso di interesse Un tasso di interesse si riferisce all'importo addebitato da un prestatore a un mutuatario per qualsiasi forma di debito data, generalmente espresso come percentuale del capitale. nell'economia per raggiungere i loro obiettivi fiscali. Pertanto, le banche abbasserebbero il tasso di interesse durante una recessione (per promuovere gli investimenti) e aumenterebbero il tasso di interesse durante un boom (per controllare i prezzi).

Limite inferiore zero

Le banche centrali credevano che il tasso di interesse fosse limitato dal basso a 0, ovvero il tasso di interesse più basso che la banca centrale poteva fissare nell'economia era 0%. Tuttavia, a seguito della recessione del 2008 che ha portato a una scarsa fiducia degli investitori nell'economia, anche i tassi di interesse pari a zero apparentemente non sono stati in grado di stimolare gli investimenti e la ripresa.

Il limite inferiore zero e la recessione del 2008

La maggior parte delle banche centrali utilizza la politica monetaria per controllare i tassi di interesse nell'economia secondo il nuovo modello economico keynesiano Teoria economica keynesiana La teoria economica keynesiana è una scuola di pensiero economica che afferma in generale che è necessario l'intervento del governo per aiutare le economie a uscire dalla recessione. L'idea nasce dai cicli economici di boom e crisi che ci si può aspettare dalle economie di libero mercato e posiziona il governo come un "contrappeso". Tuttavia, quando i tassi di interesse raggiungono il limite inferiore zero, anche la politica monetaria può perdere la capacità di stimolare la crescita. Ad esempio, durante il crollo del 2008, sono stati utilizzati strumenti "non convenzionali" in modo che la politica monetaria potesse aiutare a liberare l'economia dalla trappola della liquidità.

Grafico trappola della liquidità

Di solito, una diminuzione dei tassi di interesse incoraggia la spesa, ma in una trappola della liquidità, un cambiamento nell'offerta di moneta non cambia le abitudini di spesa. Pertanto, l'uso della politica monetaria è inefficace (come visto sopra).

Politica monetaria non convenzionale e grande recessione

In risposta alla crisi finanziaria globale del 2008, le banche centrali di tutto il mondo hanno abbassato i tassi di interesse e, entro il 2009, la Federal Reserve statunitense (The Fed) La Federal Reserve è la banca centrale degli Stati Uniti ed è l'autorità finanziaria dietro la la più grande economia di libero mercato. , la Banca d'Inghilterra e la Banca centrale europea avevano tassi di interesse vicini allo 0%. Il limite inferiore zero significava che le banche non erano più in grado di perseguire la politica monetaria tradizionale e dovevano attuare una serie di politiche monetarie non convenzionali come stimolo fiscale.

Le politiche utilizzate da ciascuna banca erano diverse, ma sono state generalmente definite come quantitative easing Quantitative Easing Quantitative easing (QE) è una politica monetaria di stampa di moneta, che viene implementata dalla Banca Centrale per dare energia all'economia. La Banca Centrale crea e allentamento del credito. L'allentamento del credito si concentra sul lato dell'attivo del bilancio e mira a facilitare il credito attraverso l'acquisto di attività, mentre l'allentamento quantitativo si concentra sul lato delle passività del bilancio e mira ad aumentare le riserve attraverso la valuta e altri elementi liquidi.

Le misure, nell'ambito del programma di allentamento del credito, includevano programmi di liquidità, accordi di swap con altre banche centrali, un aumento del numero di titoli acquistati e un aumento degli acquisti di attività sia pubbliche che private. Tali politiche non convenzionali sono state utilizzate insieme a uno stimolo fiscale per far uscire l'economia da una recessione.

Efficacia delle politiche monetarie non convenzionali

La politica monetaria non convenzionale intrapresa da varie banche centrali attraverso l'acquisto di attività è stata efficace nel mitigare gli effetti negativi dello zero lower bound. Il programma di acquisto di attività della Federal Reserve ha portato a una riduzione del 3% dei tassi di interesse a breve termine. Le politiche hanno inoltre ridotto l'output gap negli Stati Uniti e hanno avuto un impatto cruciale sugli spread dei tassi di interesse.

In Europa, l'impatto delle politiche non convenzionali era più misurabile. I rendimenti dei gilt sono stati inferiori dell'1% rispetto a quanto sarebbero stati a causa del quantitative easing. La misura più incisiva è stata lo spread EURIBOR-EONIA, che ha abbassato i tassi di interesse dall'1,8% durante il crollo di Lehman Brothers allo 0,05% dopo l'attuazione delle politiche.

La Banca centrale europea Banca centrale europea La Banca centrale europea (BCE) è una delle sette istituzioni dell'UE e la banca centrale dell'intera zona euro. È una delle banche centrali più importanti al mondo, che supervisiona oltre 120 banche centrali e commerciali negli Stati membri. ha utilizzato una politica di sostegno all'allentamento del credito rafforzata per comprimere gli spread degli interessi, che ha aiutato l'economia durante la recessione. L'allentamento quantitativo ha svolto un ruolo significativo in Europa nel contribuire a stabilizzare l'economia dopo il crollo di Lehman Brothers, sebbene non fosse ancora sufficiente per prevenire un calo dell'attività economica.

Durante la Recessione del 2008, l'intervento delle banche centrali era necessario per minimizzare i danni causati dalla crisi finanziaria, ma le politiche monetarie erano ancora troppo stringenti. Secondo la ricerca, ulteriori tagli del 2% -4% dei tassi di interesse avrebbero aiutato la disoccupazione e la recessione, ma il limite inferiore zero ha impedito che ciò accadesse.

Anche dopo l'attuazione delle politiche non convenzionali, la ripresa economica è stata ancora lenta e la disoccupazione è stata elevata. Il governo ha dovuto cercare altre politiche in alternativa per superare gli effetti del limite inferiore zero.

Alla fine, le banche centrali in Europa hanno violato il limite inferiore presumibilmente inviolabile, implementando di fatto tassi di interesse negativi. Questa azione è molto controversa e, dal 2019, gli Stati Uniti hanno mantenuto il limite inferiore dello zero sui tassi di interesse.

Letture correlate

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Global Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale . Per continuare a far avanzare la tua carriera, le risorse finanziarie aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Depressione economica Depressione economica Una depressione economica è un evento in cui un'economia è in uno stato di turbolenza finanziaria, spesso il risultato di un periodo di attività negativa basato sul tasso del prodotto interno lordo (PIL) del paese. È molto peggio di una recessione, con un calo significativo del PIL e di solito dura molti anni.
  • Politica monetaria espansiva Politica monetaria espansiva Una politica monetaria espansiva è un tipo di politica monetaria macroeconomica che mira ad aumentare il tasso di espansione monetaria per stimolare la crescita dell'economia domestica. La crescita economica deve essere sostenuta da una maggiore offerta di moneta.
  • Curva dei rendimenti invertita Curva dei rendimenti invertita Una curva dei rendimenti invertita spesso indica la prospettiva di una recessione o di un rallentamento economico. La curva dei rendimenti è una rappresentazione grafica della relazione tra il tasso di interesse pagato da un asset (solitamente titoli di stato) e il tempo alla scadenza.
  • Trappola della liquidità Trappola della liquidità Una trappola della liquidità è una situazione in cui una politica monetaria espansiva (un aumento dell'offerta di moneta) non è in grado di aumentare i tassi di interesse e quindi non si traduce in una crescita economica (aumento della produzione).

Raccomandato

Cos'è uno spin-off?
Cos'è la speculazione?
Cos'è un ordine Stop Loss?