Quali sono i costi di vendita diretta?

I costi di vendita diretta, più comunemente noti come costo diretto delle vendite o costo delle merci vendute (COGS), sono la quantità di denaro che un'azienda investe nella produzione di un bene o servizio che vende.

Costi di vendita diretta

I costi di vendita diretta non includono l'affitto, i costi di struttura o le spese amministrative. SG&A SG&A include tutte le spese non di produzione sostenute da una società in un determinato periodo. Ciò include spese come affitto, pubblicità, marketing, contabilità, contenzioso, viaggi, pasti, stipendi della direzione, bonus e altro. A volte, può anche includere spese di ammortamento. D'altra parte, includono quanto segue:

  • Costo del lavoro diretto
  • Costi delle utenze Spese delle utenze Le spese delle utenze sono il costo sostenuto per l'utilizzo di utenze quali elettricità, acqua, smaltimento dei rifiuti, riscaldamento e fognature. Le spese sono sostenute in relazione direttamente alla produzione
  • Spese di spedizione
  • Costi di lavorazione
  • Commissioni pagate al personale di vendita
  • Spese pubblicitarie

Calcolo dei costi di vendita diretta

I costi di vendita diretta non sono particolarmente difficili da calcolare. Conto economico di ogni azienda Conto economico Il Conto economico è uno dei principali rendiconti finanziari di una società che mostra i profitti e le perdite su un periodo di tempo. L'utile o la perdita è determinato prendendo tutti i ricavi e sottraendo tutte le spese dalle attività sia operative che non operative. Questa dichiarazione è una delle tre dichiarazioni utilizzate sia nella finanza aziendale (inclusa la modellazione finanziaria) che nella contabilità. include un account COGS, in cui è elencato l'inventario venduto. L'inventario elencato all'inizio dell'anno è ciò che rimane in azienda dall'anno precedente. Durante tutto l'anno, man mano che vengono prodotte nuove scorte e vengono forniti servizi, i costi vengono aggiunti.

Al termine dell'anno di fatturazione, l'eventuale inventario invenduto viene detratto dall'inventario all'inizio dell'anno, più i beni aggiuntivi prodotti e i servizi resi. Una volta sottratti, l'azienda ottiene i suoi costi di vendita diretta per l'anno.

Esempi

La manodopera e i materiali diretti utilizzati per produrre qualsiasi prodotto sono costi di vendita diretti. Ad esempio, una donna viene assunta per lavorare alla produzione di scatole artigianali in legno. Riceve una paga oraria. L'importo che viene pagata per ogni ora in cui lavora è un costo di vendita diretta. Le cerniere in legno e metallo che compongono il box sono anche costi diretti di vendita.

I costi diretti sono quasi sempre variabili perché aumenteranno con la produzione di più beni. La principale eccezione alla regola è il lavoro. La maggior parte dei salari dei dipendenti è fissa e non cambierà nel corso dell'anno. Tuttavia, se i dipendenti fanno gli straordinari per soddisfare le esigenze di produzione, i costi diretti del lavoro aumentano.

Costi diretti vs costi indiretti

Dal punto di vista della contabilità e del budget, avere una classificazione accurata delle spese è fondamentale. I costi diretti e indiretti, in superficie, sembrano piuttosto autoesplicativi. Tuttavia, c'è una certa sfumatura tra i due.

I costi indiretti sono solitamente necessari per la produzione e la distribuzione di un bene o servizio, ma non possono essere ricollegati direttamente a detto bene o servizio. Sono una sorta di prerequisito affinché un bene o un servizio arrivi alla produzione. I costi diretti, invece, sono specifici di un particolare bene e / o servizio che l'azienda offre.

Avere una solida comprensione della differenza tra costi diretti e indiretti è importante perché determina il modo in cui un'azienda attribuisce i prezzi a beni e servizi Prodotti e servizi Un prodotto è un elemento tangibile che viene immesso sul mercato per l'acquisizione, l'attenzione o il consumo mentre un servizio è un elemento immateriale, che nasce da esso offre. Conoscere i costi effettivi di produzione consente all'azienda di valutare in modo efficiente e competitivo i propri prodotti.

Risorse addizionali

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, le seguenti risorse saranno utili:

  • Costo delle merci prodotte (COGM) Costo delle merci prodotte (COGM) Il costo delle merci prodotte, noto anche come COGM, è un termine utilizzato nella contabilità gestionale che si riferisce a un programma o una dichiarazione che mostra i costi di produzione totali per un'azienda durante un periodo di tempo specifico.
  • Costi inventariabili Costi inventariabili I costi inventariabili, noti anche come costi di prodotto, si riferiscono ai costi diretti associati alla produzione di prodotti per la generazione di ricavi. Prima che l'inventario venga venduto, viene registrato in bilancio come attività. La vendita di questi prodotti sposta le scorte dal bilancio alla linea di spesa del costo del venduto (COGS) del conto economico.
  • Spese generali Spese generali Le spese generali sono costi aziendali correlati alla gestione quotidiana dell'attività. A differenza delle spese operative, le spese generali non possono essere ricondotte a una specifica unità di costo o attività aziendale. Invece, supportano le attività generatrici di entrate complessive dell'azienda.
  • Proiezione di voci di conto economico Proiezione di voci di conto economico Si illustrano i diversi metodi di proiezione delle voci di conto economico. La proiezione delle voci di conto economico inizia con il fatturato, quindi con il costo

Raccomandato

Calcolatore di inflazione
Che cos'è il reddito netto al netto delle imposte (NIAT)?
Cos'è il profitto contro il contante?