Cos'è un mercato libero?

Un mercato libero è un tipo di sistema economico controllato dalle forze di mercato della domanda e dell'offerta, Domanda e offerta Le leggi della domanda e dell'offerta sono concetti microeconomici che affermano che nei mercati efficienti, la quantità fornita di un bene e la quantità richiesta di quei buoni sono uguali tra loro. Il prezzo di quel bene è anche determinato dal punto in cui domanda e offerta sono uguali tra loro. al contrario dei controlli governativi che comportano monopoli di riduzione dei prezzi. È diverso da un mercato regolamentato o da un'economia di comando. In quest'ultimo, un'agenzia del governo centrale decide la domanda e l'offerta, il che significa che il mercato non funziona liberamente. In un mercato libero, la maggioranza delle società e delle proprietà è di proprietà di individui o entità del settore privato invece che dello stato.

Mercato libero

Capire l'economia di mercato libero

Gli economisti definiscono un mercato libero come quello in cui i prodotti vengono scambiati da un acquirente e un venditore disponibili. L'acquisto di generi alimentari a un determinato prezzo stabilito dall'agricoltore è un buon esempio di scambio economico. Pagare a un lavoratore uno stipendio mensile Remunerazione La remunerazione è qualsiasi tipo di compensazione o pagamento che un individuo o un dipendente riceve come pagamento per i propri servizi o per il lavoro svolto per un'organizzazione o azienda. Include lo stipendio base che un dipendente riceve, insieme ad altri tipi di pagamento che maturano nel corso del loro lavoro, che è un altro caso in cui si verifica uno scambio economico.

In un'economia di mercato libera o pura, i venditori di beni diversi non devono affrontare ostacoli. In sostanza, si può vendere qualsiasi prodotto si desideri vendere ea qualsiasi prezzo. Tuttavia, nel mondo reale, un tale sistema economico esiste raramente. Tariffe Tariffa Una tariffa è una forma di tassa imposta su beni o servizi importati. Le tariffe sono un elemento comune nel commercio internazionale. Gli obiettivi primari di imporre imposte su importazioni ed esportazioni e restrizioni legali come il limite di età per le bevande alcoliche sono tutte barriere al libero mercato.

Nel complesso, le economie capitaliste Capitalismo Il capitalismo è un sistema economico che consente e incoraggia la proprietà privata delle imprese che operano per generare profitto. Conosciuto anche come sistema di mercato, il capitalismo è caratterizzato da diritti di proprietà fondiaria privata, mercati competitivi, stato di diritto stabile, mercati dei capitali che operano liberamente, che sono praticati dalla maggior parte delle democrazie, compresi gli Stati Uniti, sono liberi solo perché la proprietà appartiene agli individui al contrario del governo.

Caratteristiche di un mercato libero

Un'economia di libero mercato è caratterizzata da quanto segue:

1. Proprietà privata delle risorse

Esistono economie libere perché una parte significativa delle risorse è di proprietà di individui o società del settore privato e non di un'agenzia del governo centrale. In questo modo, i proprietari esercitano il controllo totale sui mezzi di produzione, allocazione e scambio dei prodotti. Controllano anche l'offerta di lavoro.

2. Fiorenti mercati finanziari

Un fattore chiave che aiuta il successo di un'economia di libero mercato è la presenza delle istituzioni finanziarie. Le banche e gli intermediari esistono in modo da fornire a individui e aziende i mezzi per scambiare beni e servizi e per fornire servizi di investimento. Le istituzioni finanziarie quindi realizzano un profitto addebitando interessi o commissioni sulle transazioni.

3. Libertà di partecipazione

Un'altra caratteristica di un'economia di libero mercato è che ogni individuo può prenderne parte. La decisione di produrre o consumare un determinato prodotto è totalmente volontaria. Significa che le aziende o gli individui possono produrre o acquistare la quantità di prodotto che desiderano.

Vantaggi di un mercato libero

L'assenza di influenza governativa consente sia alle aziende che ai singoli una vasta gamma di libertà.

1. Libertà di innovare

In un'economia di libero mercato, gli imprenditori godono della libertà di proporre nuove idee basate sui bisogni dei consumatori. Possono creare nuovi prodotti e offrire nuovi servizi in qualsiasi momento lo desiderano. In quanto tali, gli imprenditori raramente si affidano alle agenzie governative per informarli delle esigenze dei consumatori.

Gli imprenditori fanno le proprie ricerche e identificano le tendenze popolari. L'innovazione tra diverse società private può portare alla concorrenza poiché ogni azienda cerca di migliorare le caratteristiche dei propri prodotti per renderli migliori.

2. I clienti guidano le scelte

Con un sistema economico di libero mercato, sono i consumatori a decidere quali prodotti diventano un successo e quali falliscono. Quando vengono presentate due opzioni di prodotti, il consumatore valuta le caratteristiche di ciascuno e sceglie quello che desidera, optando idealmente per quello che offre un miglior rapporto qualità-prezzo.

In larga misura, il consumatore influenza anche il prezzo fissato su un prodotto. In quanto tali, i produttori devono trovare un equilibrio tra il prezzo che gli fa guadagnare un profitto ma è ancora accessibile dal cliente medio.

Inconvenienti di un mercato libero

Nonostante i suoi vantaggi, un'economia libera presenta anche alcuni inconvenienti:

1. Pericoli di motivazioni di profitto

Uno svantaggio di un'economia di libero mercato è che alcuni produttori sono guidati esclusivamente dalle loro motivazioni di profitto. Anche se l'obiettivo principale di qualsiasi attività commerciale è generare profitto, tale obiettivo non dovrebbe essere prioritario rispetto alle esigenze dei lavoratori e dei consumatori. In parole povere, un'azienda non dovrebbe mai compromettere la sicurezza dei propri lavoratori o ignorare gli standard ambientali e la condotta etica solo per poter realizzare profitti soprannaturali.

Un esempio è avvenuto all'inizio degli anni 2000, un periodo in cui il comportamento non etico è diventato prevalente tra aziende come WorldCom ed Enron. Nel 2010, la fuoriuscita di petrolio della Deepwater Horizon, che è uno dei più grandi disastri ambientali negli Stati Uniti, è avvenuta perché la società ha utilizzato cemento scadente e altre misure di riduzione dei costi.

2. Fallimenti del mercato

A volte, un'economia di libero mercato può sfuggire al controllo, causando conseguenze disastrose. Buoni esempi di fallimento del mercato includono la Grande Depressione La Grande Depressione La Grande Depressione è stata una depressione economica mondiale che ha avuto luogo dalla fine degli anni '20 agli anni '30. Per decenni si sono svolti dibattiti su ciò che ha causato la catastrofe economica e gli economisti rimangono divisi su diverse scuole di pensiero. degli anni '30 e il crollo del mercato immobiliare avvenuto nel 2008. I fallimenti del mercato possono portare a risultati devastanti come disoccupazione, senzatetto e perdita di reddito.

Sommario

Un mercato libero è un'economia autoregolata che funziona sulla base della domanda e dell'offerta. In un mercato veramente libero, un'agenzia del governo centrale non regola alcun aspetto dell'economia. Rimuovendo i regolamenti governativi, la natura del libero mercato costringe le imprese a fornire prodotti e servizi superiori che soddisfano le esigenze dei consumatori. Un sistema economico di libero mercato aiuta anche i venditori a creare prezzi accessibili per tutti.

Risorse addizionali

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Global Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale . Per continuare a far avanzare la tua carriera, le risorse finanziarie aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Moltiplicatore Keynesiano Moltiplicatore Keynesiano Il Moltiplicatore Keynesiano è una teoria economica che afferma che un aumento della spesa per consumi privati, spesa per investimenti o spesa pubblica netta (spesa pubblica lorda - entrate fiscali governative) fa aumentare il Prodotto Interno Lordo (PIL) totale di più del importo dell'aumento.
  • Laissez-faire Laissez-faire Laissez-faire è una frase francese che si traduce in "lasciarci in pace". Si riferisce a un'ideologia politica che rifiuta la pratica dell'intervento del governo in un'economia. Inoltre, lo stato è visto come un ostacolo alla crescita e allo sviluppo economici.
  • Reaganomics Reaganomics Reaganomics si riferisce alle politiche economiche proposte dal presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan durante la sua presidenza negli anni '80. Le politiche furono introdotte per combattere un lungo periodo di lenta crescita economica, alta disoccupazione e alta inflazione che si verificò sotto i presidenti Gerald Ford e Jimmy Carter.
  • Socialismo contro capitalismo Socialismo contro capitalismo In un'economia, socialismo contro capitalismo rappresentano scuole di pensiero opposte, e le loro argomentazioni centrali toccano il ruolo del governo nell'economia e l'uguaglianza economica tra i cittadini

Raccomandato

Qual è il rapporto di intervallo difensivo?
Che cosa sono le vendite per piede quadrato?
Che cos'è il pregiudizio di previsione?