Cos'è il Fair Credit Billing Act?

Il Fair Credit Billing Act (FCBA) è una legge federale che impone la protezione dei consumatori dallo sfruttamento da parte dei creditori Tipi di banche al dettaglio In generale, ci sono tre principali tipi di banche al dettaglio. Sono banche commerciali, unioni di credito e alcuni fondi di investimento che offrono servizi bancari al dettaglio. Tutti e tre lavorano per fornire servizi bancari simili. Questi includono conti correnti, conti di risparmio, mutui, carte di debito, carte di credito e prestiti personali. tramite errori di fatturazione. Entrato in vigore nel 1974, l'FCBA è stato introdotto come emendamento al Truth in Lending Act (1968).

Fair Credit Billing Act

Il Fair Credit Billing Act fornisce un meccanismo in base al quale gli importi di fatturazione contestati possono essere affrontati. Una volta che un consumatore ha contestato un errore di fatturazione, il creditore è tenuto a rispondere alla controversia senza che il consumatore sia tenuto a pagare l'importo contestato fino al completamento delle indagini.

Errori di fatturazione comuni ai sensi del Fair Credit Billing Act

Di seguito sono riportati alcuni degli errori comuni riconosciuti dall'FCBA:

  • Addebiti non autorizzati rilevati sulla fattura del cliente ma che non sono stati elaborati dal consumatore
  • Fatturazione dell'importo errato
  • Errori di calcolo
  • Addebiti per merce non consegnata al consumatore come concordato al momento dell'acquisto
  • Addebiti per beni o servizi Prodotti e servizi Un prodotto è un elemento tangibile che viene immesso sul mercato per acquisizione, attenzione o consumo mentre un servizio è un elemento immateriale, che deriva da non ricevuto
  • Estratto conto della carta di credito inviato a un account errato
  • Addebiti per merce danneggiata alla consegna
  • Spese di cui il consumatore chiede chiarimenti o prove
  • Mancata rappresentazione corretta dei costi corretti Costo del servizio Un costo del servizio, chiamato anche commissione del servizio, si riferisce a una commissione riscossa per pagare i servizi relativi a un prodotto o servizio che viene acquistato. per accreditare o addebitare conti

Diritti del consumatore di contestare un errore di fatturazione

Contestare un errore di fatturazione è un processo semplice e i consumatori devono seguire le regole prescritte stabilite dal Fair Credit Billing Act per essere protetti dalla legge. Alcuni sono alcuni dei diritti del consumatore previsti dalla FCBA:

  • I consumatori hanno 60 giorni dalla data di ricezione della fattura per contestare un errore di fatturazione con il creditore. L'importo contestato deve essere superiore a $ 50 per essere idoneo per essere considerato da FCBA. L'errore di fatturazione potrebbe essere dovuto a errori di calcolo, transazione non autorizzata o una fattura con un importo o una data errati.
  • Il consumatore deve inviare il reclamo per iscritto all'indirizzo appropriato impostato per le richieste di fatturazione, non all'indirizzo per l'invio dei pagamenti. La FCBA ha fornito un esempio di lettera di reclamo che i consumatori possono utilizzare. Alcuni dei dati personali del consumatore indicati nella lettera di reclamo includono il nome ufficiale, l'indirizzo fisico e i dettagli sull'errore di fatturazione contestato.
  • Una volta che l'emittente della carta ha ricevuto la lettera di reclamo, deve rilasciare una ricevuta di conferma entro 30 giorni. L'atto richiede all'emittente di condurre l'indagine entro due cicli di fatturazione (non superiori a 90 giorni). Durante questo periodo di indagine, l'emittente non può riscuotere il pagamento sull'importo di fatturazione contestato né segnalarlo a un'agenzia di credito come debito inadempiente. Tuttavia, il consumatore è ancora tenuto a effettuare i pagamenti sulla successiva fatturazione per i beni consegnati dall'emittente.

Quando l'importo di fatturazione è non valido / errato

Se l'emittente della carta rileva un errore nell'importo di fatturazione, è tenuto a correggere tale errore e rimborsare al consumatore eventuali commissioni e interessi addebitati a seguito di tale errore. L'emittente deve quindi scrivere al consumatore, spiegando come verrà corretto l'errore.

Se il consumatore deve al creditore una parte dell'importo contestato, il creditore deve spiegare perché l'importo esiste e quanto il consumatore dovrebbe pagare per saldare la bolletta. Il consumatore ha fino a dieci giorni per contestare l'esito dell'indagine se non è soddisfatto.

Quando l'importo di fatturazione è valido / corretto

Se l'emittente della carta giunge alla conclusione che la fattura era effettivamente corretta, deve informare il consumatore per iscritto, specificando quanto deve e perché. Il creditore può allegare documentazione che supporti la propria posizione.

Se insoddisfatto del risultato, il consumatore ha fino a dieci giorni per contestare i risultati. Il creditore può quindi avviare un processo di riscossione dell'importo contestato e segnalare il consumatore come delinquente per mancato pagamento delle fatture dovute.

Quando il creditore non è conforme alle linee guida FCBA

Nel caso in cui il creditore non riesca a rispettare una qualsiasi delle scadenze stabilite dal Fair Credit Billing Act, non può riscuotere l'importo della fattura contestata indipendentemente dal fatto che abbia trovato la fatturazione corretta o errata. Inoltre, se il creditore non rispetta le procedure di transazione FCBA, gli viene impedito di riscuotere l'importo contestato.

Un esempio di tale scenario è quando il creditore conferma la ricezione della lettera di reclamo dal consumatore dopo che è trascorso il periodo di tempo consentito. Anche se la fatturazione risulta corretta, non possono comunque riscuotere l'importo di fatturazione contestato.

Quando i diritti dei consumatori previsti dalla legge FCBA vengono violati, lui / lei può intentare una causa contro il creditore. Se il tribunale è convinto che il creditore avesse torto, può risarcire i danni al consumatore.

Il tribunale può anche richiedere al creditore di pagare il doppio dell'addebito finanziario se l'importo della fatturazione è compreso tra $ 500 e $ 5.000. L'importo può essere superiore se il tribunale stabilisce che il creditore ha una storia di violazioni. In alcuni casi, il tribunale può ordinare al creditore di farsi carico delle spese legali e dei costi sostenuti durante il contenzioso.

Letture correlate

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Tasso annuo effettivo globale (APR) Tasso annuo effettivo globale (APR) Il tasso annuo effettivo globale (APR) è il tasso di interesse annuale che un individuo deve pagare su un prestito o che riceve su un conto di deposito. In definitiva, APR è un semplice termine percentuale utilizzato per esprimere l'importo numerico pagato annualmente da un individuo o entità per il privilegio di prendere in prestito denaro.
  • Punteggio FICO Punteggio FICO Un punteggio FICO, più comunemente noto come punteggio di credito, è un numero di tre cifre utilizzato per valutare la probabilità che una persona ripaghi il credito se la persona riceve una carta di credito o se un prestatore la presta i soldi. I punteggi FICO vengono utilizzati anche per determinare il tasso di interesse su qualsiasi credito esteso
  • Prime Rate Prime Rate Il termine "prime rate" (noto anche come tasso di prestito primario o tasso di interesse primario) si riferisce al tasso di interesse che le grandi banche commerciali applicano sui prestiti e sui prodotti detenuti dai loro clienti con il rating di credito più elevato.
  • Prestito a breve termine Prestito a breve termine Un prestito a breve termine è un tipo di prestito che si ottiene per supportare un fabbisogno temporaneo di capitale personale o aziendale. Trattandosi di un tipo di credito, comporta un importo di capitale preso in prestito e interessi che devono essere pagati entro una determinata data di scadenza, che di solito è entro un anno dall'ottenimento del prestito.

Raccomandato

Cos'è il coefficiente di copertura a addebito fisso (FCCR)?
Cos'è la finanza pubblica?
Cosa sono le macro VBA in Excel?