Cos'è la standardizzazione?

La standardizzazione è il processo di creazione di standard per guidare la creazione di un bene o servizio basato sul consenso di tutte le parti interessate del settore. Gli standard garantiscono che i beni o servizi prodotti in un settore specifico abbiano una qualità costante e siano equivalenti ad altri prodotti o servizi comparabili nello stesso settore.

La standardizzazione aiuta anche a garantire la sicurezza, l'interoperabilità e la compatibilità dei beni prodotti. Alcune delle parti coinvolte nei processi di standardizzazione includono utenti, gruppi di interesse, governi, società. Società Una società è un'entità legale creata da individui, azionisti o azionisti, con lo scopo di operare a scopo di lucro. Le società possono stipulare contratti, citare in giudizio ed essere citate in giudizio, possedere beni, versare tasse federali e statali e prendere in prestito denaro da istituzioni finanziarie. e organizzazioni di standardizzazione.

Standardizzazione: cartelle con divisore scritto come standard.

Obiettivo della standardizzazione

L'obiettivo della standardizzazione è garantire l'uniformità di alcune pratiche all'interno del settore. La standardizzazione si concentra sul processo di creazione del prodotto, sulle operazioni delle imprese, sulla tecnologia in uso e sul modo in cui vengono istituiti o eseguiti specifici processi obbligatori.

Un esempio di standardizzazione sono i GAAP (Generally Accepted Accounting Principles) GAAP, o Generally Accepted Accounting Principles, un insieme di regole e procedure comunemente riconosciuto progettato per governare la contabilità aziendale e il reporting finanziario. GAAP è un insieme completo di pratiche contabili che sono state sviluppate congiuntamente dal Financial Accounting Standards Board (FASB) e che le aziende devono seguire quando preparano o rendicontano i loro bilanci annuali. Garantiscono l'uniformità nel modo in cui vengono redatte le relazioni finanziarie e migliorano la chiarezza delle informazioni finanziarie presentate al pubblico.

Standardizzazione dei processi aziendali

La forma più comune di standardizzazione è nell'area dei processi aziendali. In genere, le aziende con una presenza globale o in franchising fanno riferimento a una documentazione di processo dettagliata che garantisce che la qualità del loro prodotto o servizio sia la stessa indipendentemente dalla posizione geografica visitata dal cliente.

Imprese manifatturiere

Le aziende impegnate nei processi di produzione spesso stipulano accordi quadro che garantiscono che i prodotti che producono soddisfino le stesse specifiche di altre aziende del settore. La standardizzazione può riguardare i prodotti venduti in una posizione geografica o nell'arena globale.

Ad esempio, i produttori di televisori LED e LCD seguono alcune regole di standardizzazione dei prodotti che garantiscono che i prodotti venduti sul mercato abbiano caratteristiche simili. Gli standard coprono specifiche quali risoluzione e dimensioni dello schermo, ingressi (porta HDMI, porte USB, ecc.), Connettività Internet, ecc. Gli standard vengono modificati per adattarsi ai continui progressi tecnologici.

La standardizzazione tra le aziende manifatturiere garantisce che i clienti ottengano prodotti simili indipendentemente dal produttore o dall'ubicazione geografica del negozio da cui i clienti acquistano.

Marketing di prodotto

La standardizzazione dei prodotti disponibili in vari stati, paesi o continenti garantisce che i clienti ricevano lo stesso prodotto o servizio indipendentemente da dove lo acquistano. Questo vale per i grandi marchi con cui i clienti hanno già molta familiarità, dove qualsiasi cambiamento nel prodotto verrebbe probabilmente notato immediatamente. Un esempio di azienda che utilizza questa forma di standardizzazione è Coca-Cola.

Le aziende che operano a livello globale standardizzano anche la loro pubblicità, mantenendo un tema di design uniforme nei diversi mercati come un modo per rafforzare la propria immagine di marca presso il pubblico globale. Lo stesso tema di design e combinazione di colori vengono applicati anche quando la confezione del prodotto è presentata in una lingua diversa.

Standardizzazione del trading

La standardizzazione nel settore del trading è stabilita dalle borse in cui viene scambiato il titolo. Ciò fornisce una maggiore liquidità per gli investitori. Inoltre, rende il processo di trading lo stesso per tutti gli investitori.

Ad esempio, la standardizzazione nei mercati delle opzioni significa che gli scambi definiscono gli standard come un modo per stabilire le basi commerciali minime per i contratti. Nel trading di opzioni, ogni contratto di opzione Opzioni: call e put Un'opzione è una forma di contratto derivato che conferisce al titolare il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare o vendere un'attività entro una certa data (data di scadenza) a un prezzo specificato (prezzo di esercizio). Esistono due tipi di opzioni: call e put. Le opzioni statunitensi possono essere esercitate in qualsiasi momento che un investitore detenga rappresenta 100 azioni del titolo sottostante.

Nel mercato del trading a termine, la dimensione del contratto a termine dipende dal tipo di attività che viene scambiata. I contratti future sono disponibili su diversi tipi di attività, come materie prime, valute e indici di borsa.

Effetti della standardizzazione

Alcuni degli effetti della standardizzazione includono quanto segue:

Imprese

Quando le aziende concorrenti standardizzano i loro prodotti e servizi, la concorrenza si sposta dai sistemi integrati ai singoli componenti. Ciò significa che le aziende il cui principale punto di forza è il sistema integrato devono cambiare strategia per concentrarsi sulle singole componenti del sistema.

Le aziende possono creare un vantaggio competitivo vendendo componenti o sottosistemi del sistema integrato ad altre aziende compatibili con il loro modello di business.

Consumatori

Uno dei vantaggi che i consumatori traggono dalla standardizzazione è una maggiore compatibilità e interoperabilità tra i prodotti. Ad esempio, quando i gadget e i servizi di comunicazione sono standardizzati, i consumatori possono condividere le informazioni tra un gran numero di persone che non sono limitate da un servizio o prodotto specifico.

Inoltre, i consumatori possono abbinare i componenti di un sistema in un modo che si adatta alle loro preferenze specifiche. Tuttavia, la standardizzazione può anche influire negativamente sui consumatori. Per uno, significa che le opzioni saranno limitate per i consumatori. Inoltre, la standardizzazione può limitare i produttori dal fornire più valore ai consumatori rispetto ai loro concorrenti, perché sono vincolati dagli standard.

Tecnologia

L'effetto della standardizzazione sulla tecnologia è misto e può produrre risultati sia positivi che negativi. L'effetto positivo della standardizzazione è che può aiutare a eliminare dal mercato tecnologie incompatibili che rallentano la crescita della tecnologia. Ci sarà una maggiore diffusione della tecnologia standardizzata, che stimolerà la crescita del settore tecnologico. Un esempio familiare di tecnologia standardizzata è quello dei programmi software compatibili con il sistema operativo Windows.

Al ribasso, la standardizzazione della tecnologia limita la qualità innovativa delle tecnologie nuove ed esistenti.

Altre risorse

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Ciclo di vita aziendale Ciclo di vita aziendale Il ciclo di vita aziendale è la progressione di un'azienda in fasi nel tempo ed è più comunemente suddiviso in cinque fasi: lancio, crescita, shake-out, maturità e declino.
  • Inventario Inventario Inventario è un conto delle attività correnti presente nel bilancio, costituito da tutte le materie prime, i prodotti in corso di lavorazione e i prodotti finiti accumulati da un'azienda. È spesso considerato il più illiquido di tutte le attività correnti, quindi è escluso dal numeratore nel calcolo del rapporto rapido.
  • Propensione marginale al consumo Propensione marginale al consumo La propensione marginale al consumo (MPC) si riferisce alla sensibilità del consumo in una data economia alle variazioni unitarie dei livelli di reddito. Il concetto di MPC funziona in modo simile all'elasticità del prezzo, in cui è possibile trarre nuove intuizioni osservando l'entità del cambiamento nel consumo
  • Modello di crescita di Solow Modello di crescita di Solow Il modello di crescita di Solow è un modello esogeno di crescita economica che analizza le variazioni del livello di produzione in un'economia nel tempo a seguito di variazioni del tasso di crescita della popolazione, del tasso di risparmio e del tasso di progresso.

Raccomandato

Cos'è la Borsa Valori Nazionale dell'India Limited (NSE)?
Cos'è il prezzo Matrix?
Cos'è un equity kicker?