Cos'è un vantaggio comparativo?

In economia, un vantaggio comparativo si verifica quando un paese può produrre un bene o un servizio a un costo opportunità inferiore Costo opportunità Il costo opportunità è uno dei concetti chiave nello studio dell'economia ed è prevalente in vari processi decisionali. Il costo opportunità è il valore della prossima migliore alternativa scontata. di un altro paese. La teoria del vantaggio comparato è attribuita all'economista politico David Ricardo, che ha scritto il libro Principles of Political Economy and Taxation (1817) .

Vantaggio comparativo

Ricardo usò la teoria del vantaggio comparativo per argomentare contro le leggi protezionistiche della Gran Bretagna sul mais, che limitavano l'importazione di grano dal 1815 al 1846. Nel sostenere il libero scambio la globalizzazione la globalizzazione è l'unificazione e l'interazione degli individui, dei governi, delle aziende e dei paesi del mondo . È stato realizzato attraverso il, l'economista politico ha affermato che i paesi stavano meglio specializzandosi in ciò in cui godono di un vantaggio comparativo e importando il bene in cui mancano di un vantaggio comparato.

Cos'è un costo opportunità?

Per comprendere la teoria alla base di un vantaggio comparativo, è fondamentale comprendere l'idea di un costo opportunità. Un costo opportunità è il vantaggio scontato derivante dalla scelta di un'alternativa rispetto ad altre.

Ad esempio, un operaio può utilizzare un'ora di lavoro per produrre 1 panno o 3 vini. Possiamo pensare al costo opportunità come segue: qual è il vantaggio perduto dalla scelta di produrre un panno o un vino?

Perciò:

  • Producendo un panno, il costo opportunità è di 3 vini.
  • Producendo un vino, il costo opportunità è ⅓ stoffa.

Vantaggio comparato e libero scambio

Il vantaggio comparativo è un principio chiave nel commercio internazionale e costituisce la base del motivo per cui il libero scambio è vantaggioso per i paesi. La teoria del vantaggio comparato mostra che anche se un paese gode di un vantaggio assoluto nella produzione di beni. Beni normali I beni normali sono un tipo di beni la cui domanda mostra una relazione diretta con il reddito di un consumatore. Significa che la domanda di tali beni aumenta con il commercio, ma può ancora essere vantaggioso per entrambi i partner commerciali.

Esempio pratico: vantaggio comparativo

Considera due paesi (Francia e Stati Uniti) che utilizzano i KPI della forza lavoro. Come possiamo monitorare la forza lavoro? I governi e gli economisti di solito fanno riferimento a tre principali indicatori chiave di prestazione (KPI) per valutare la forza della forza lavoro di una nazione come input per produrre due beni: vino e stoffa.

  • In Francia, un'ora di lavoro di un operaio può produrre 5 panni o 10 vini.
  • Negli Stati Uniti, un'ora di lavoro di un operaio può produrre 20 panni o 20 vini.

Le informazioni fornite sono illustrate di seguito:

Vantaggio comparativo - Esempio

È importante notare che gli Stati Uniti godono di un vantaggio assoluto nella produzione di stoffa e vino. Con un'ora di lavoro, un operaio può produrre 20 panni o 20 vini negli Stati Uniti rispetto ai 5 panni o ai 10 vini francesi.

  • Gli Stati Uniti godono di un vantaggio assoluto nella produzione di stoffa e vino.

Per determinare i vantaggi comparativi di Francia e Stati Uniti, dobbiamo prima determinare il costo opportunità per ogni output:

Francia:

Costo opportunità di 1 panno = 2 vino

Costo opportunità di 1 vino = ½ stoffa

Gli Stati Uniti:

Costo opportunità di 1 panno = 1 vino

Costo opportunità di 1 vino = 1 panno

Confrontando il costo opportunità di 1 panno sia per la Francia che per gli Stati Uniti, possiamo vedere che il costo opportunità del panno è inferiore negli Stati Uniti. Pertanto, gli Stati Uniti godono di un vantaggio comparativo nella produzione di tessuti.

Inoltre, confrontando il costo opportunità di 1 vino per la Francia e gli Stati Uniti, possiamo vedere che il costo opportunità del vino è inferiore in Francia. Pertanto, la Francia gode di un vantaggio comparativo nella produzione di vino.

Vantaggio comparato e suoi vantaggi nel libero scambio

In che modo l'identificazione del vantaggio comparativo di ogni paese aiuta a comprenderne i vantaggi nel libero scambio?

Innanzitutto, supponiamo che la quantità massima di ore di lavoro sia 100 ore.

In Francia:

  • Se tutte le ore di lavoro fossero destinate al vino, si potrebbero produrre 1.000 barili di vino.
  • Se tutte le ore di lavoro andassero in stoffa, si potrebbero produrre 500 pezzi di stoffa.

Negli Stati Uniti:

  • Se tutte le ore di lavoro passassero al vino, si potrebbero produrre 2.000 barili di vino.
  • Se tutte le ore di lavoro andassero in stoffa, si potrebbero produrre 2.000 pezzi di stoffa.

Seguendo la teoria di Ricardo del vantaggio comparato nel libero scambio, se ogni paese si specializza in ciò in cui gode di un vantaggio comparato e importa l'altro bene, starà meglio. Richiama questo:

  • La Francia gode di un vantaggio comparativo nel vino.
  • Gli Stati Uniti godono di un vantaggio comparativo nel tessuto.

In Francia, il paese è specializzato in vino e produce 1.000 barili. Ricorda che il costo opportunità di 1 barile di vino negli Stati Uniti è di 1 pezzo di stoffa. Pertanto, gli Stati Uniti sarebbero aperti ad accettare uno scambio di 1 vino per un massimo di 1 pezzo di stoffa.

I potenziali guadagni dal commercio per l'Europa specializzandosi nel vino sono rappresentati dalla freccia:

I potenziali guadagni commerciali dell'Europa

Negli Stati Uniti, il paese è specializzato in tessuti e produce 2.000 pezzi. Ricorda che il costo opportunità di 1 pezzo di stoffa in Francia è di 2 barili di vino. Pertanto, la Francia sarebbe disposta ad accettare uno scambio di 1 panno per un massimo di 2 barili di vino.

I potenziali guadagni dal commercio per gli Stati Uniti specializzandosi nella stoffa sono rappresentati dalla freccia:

Potenziali guadagni commerciali degli Stati Uniti

Pertanto, utilizzando la teoria del vantaggio comparato, un paese specializzato nel proprio vantaggio comparato nel libero scambio è in grado di realizzare guadagni di produzione più elevati esportando il bene in cui gode di un vantaggio comparato e importando il bene in cui subisce uno svantaggio comparativo.

Letture correlate

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Global Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale . Per continuare a far avanzare la tua carriera, le risorse finanziarie aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Vantaggio assoluto Vantaggio assoluto In economia, il vantaggio assoluto si riferisce alla capacità di qualsiasi agente economico, individuo o gruppo, di produrre una quantità maggiore di un prodotto rispetto ai suoi concorrenti. Introdotto dall'economista scozzese Adam Smith, nella sua opera del 1776, "An Inquiry into the Nature and Causes of the Wealth of Nations",
  • Domanda e offerta aggregata Domanda e offerta aggregata Domanda e offerta aggregata si riferisce al concetto di domanda e offerta ma applicato su scala macroeconomica. Sia l'offerta aggregata che la domanda aggregata vengono tracciate rispetto al livello dei prezzi aggregati in una nazione e alla quantità aggregata di beni e servizi scambiati
  • Economies of Scope Economies of Scope Economies of Scope è un concetto economico che si riferisce alla diminuzione del costo totale di produzione quando una gamma di prodotti viene prodotta insieme piuttosto che separatamente.
  • Pareto Efficiency Pareto Efficiency Pareto Efficiency, un concetto comunemente usato in economia, è una situazione economica in cui è impossibile far stare meglio una parte senza peggiorare la situazione di un'altra.

Raccomandato

Cos'è la perdita di capitale?
Distribuzione binomiale inversa in Excel
Cos'è un analista del credito bancario?