Cos'è il fallimento del mercato?

Il fallimento del mercato si riferisce alla distribuzione inefficiente di beni e servizi nel mercato libero. In un tipico mercato libero, i prezzi di beni e servizi sono determinati dalle forze della domanda e dell'offerta Offerta e domanda Le leggi della domanda e dell'offerta sono concetti microeconomici che affermano che nei mercati efficienti, la quantità offerta di un bene e la quantità richiesta di quei buoni sono uguali tra loro. Il prezzo di quel bene è anche determinato dal punto in cui domanda e offerta sono uguali tra loro. e qualsiasi cambiamento in una delle forze si traduce in una variazione di prezzo e in una corrispondente variazione nell'altra forza. I cambiamenti portano a un equilibrio dei prezzi.

Fallimento del mercato

Il fallimento del mercato si verifica quando vi è uno stato di squilibrio nel mercato a causa della distorsione del mercato. Si verifica quando la quantità di beni o servizi forniti non è uguale alla quantità di beni o servizi richiesti. Alcune delle distorsioni che possono influenzare il libero mercato possono includere il potere di monopolio Monopolio Un monopolio è un mercato con un unico venditore (chiamato monopolista) ma molti acquirenti. A differenza dei venditori in un mercato perfettamente competitivo, un monopolista esercita un controllo sostanziale sul prezzo di mercato di una merce / prodotto. , limiti di prezzo, requisiti di salario minimo e regolamenti governativi Politica fiscale La politica fiscale si riferisce alla politica di bilancio del governo, che prevede che il governo manipoli il proprio livello di spesa e le aliquote fiscali all'interno dell'economia.Il governo utilizza questi due strumenti per monitorare e influenzare l'economia. È la strategia sorella della politica monetaria. .

Cause dei fallimenti del mercato

Il fallimento del mercato può verificarsi nel mercato per diversi motivi, tra cui:

1. Esternalità

Un'esternalità Esternalità Un'esternalità è un costo o un vantaggio di un'attività economica sperimentata da una terza parte non correlata. Il costo o il vantaggio esterno non si riflette nel costo o nel vantaggio finale di un bene o servizio. Pertanto, gli economisti generalmente considerano le esternalità un problema serio che rende i mercati inefficienti e si riferisce a un costo o beneficio derivante da una transazione che interessa una terza parte che non ha deciso di essere associata al vantaggio o al costo. Può essere positivo o negativo. Un'esternalità positiva fornisce un effetto positivo sulla terza parte. Ad esempio, fornire una buona istruzione pubblica avvantaggia principalmente gli studenti, ma i benefici di questo bene pubblico si estenderanno all'intera società.

D'altra parte, un'esternalità negativa è un effetto negativo derivante dal consumo di un prodotto e che si traduce in un impatto negativo su una terza parte. Ad esempio, anche se il fumo di sigaretta è principalmente dannoso per un fumatore, provoca anche un impatto negativo sulla salute delle persone intorno al fumatore.

2. Beni pubblici

I beni pubblici sono beni che vengono consumati da un gran numero di popolazione e il loro costo non aumenta con l'aumento del numero di consumatori. I beni pubblici sono sia non rivali che non escludibili. Consumo non rivale significa che i beni sono allocati in modo efficiente a tutta la popolazione se forniti a costo zero, mentre il consumo non escludibile significa che i beni pubblici non possono escludere i non pagatori dal suo consumo.

I beni pubblici creano fallimenti di mercato se una parte della popolazione che consuma i beni non paga ma continua a utilizzare il bene come effettivi pagatori. Ad esempio, il servizio di polizia è un bene pubblico di cui ogni cittadino ha diritto, indipendentemente dal fatto che paghi o meno le tasse al governo.

3. Controllo del mercato

Il controllo del mercato si verifica quando l'acquirente o il venditore hanno il potere di determinare il prezzo di beni o servizi in un mercato. Il potere impedisce alle forze naturali della domanda e dell'offerta di fissare i prezzi dei beni sul mercato. Dal lato dell'offerta, i venditori possono controllare i prezzi di beni e servizi se ci sono solo pochi grandi venditori (oligopolio Oligopolio Il termine "oligopolio" si riferisce a un settore in cui vi è solo un piccolo numero di imprese che operano. In un oligopolio, nessuna singola impresa ha un grande potere di mercato, quindi nessuna singola impresa è in grado di aumentare i propri prezzi al di sopra del prezzo che) o un unico grande venditore (monopolio). I venditori possono collaborare per fissare prezzi più alti per massimizzare i loro rendimenti.I venditori possono anche controllare la quantità di beni prodotti sul mercato e possono colludere per creare scarsità e aumentare i prezzi delle materie prime.

Dal lato della domanda, gli acquirenti hanno il potere di controllare i prezzi delle merci se il mercato comprende solo un unico grande acquirente (monopsonio) o pochi grandi acquirenti (oligopsonia). Se c'è solo un singolo o una manciata di grandi acquirenti, gli acquirenti possono esercitare la loro posizione dominante colludendo per stabilire il prezzo al quale sono disposti ad acquistare i prodotti dai produttori. La pratica impedisce al mercato di equiparare l'offerta di beni e servizi alla loro domanda.

4. Informazioni imperfette sul mercato

Il fallimento del mercato può anche derivare dalla mancanza di informazioni adeguate tra gli acquirenti o i venditori. Ciò significa che il prezzo della domanda o dell'offerta non riflette tutti i vantaggi o il costo opportunità di un bene. La mancanza di informazioni da parte dell'acquirente può significare che l'acquirente potrebbe essere disposto a pagare un prezzo più alto o più basso per il prodotto perché non ne conosce i vantaggi effettivi.

D'altra parte, informazioni inadeguate da parte del venditore possono significare che potrebbero essere disposti ad accettare un prezzo più alto o più basso per il prodotto rispetto al costo opportunità effettivo della sua produzione.

Controllo del mercato

Soluzioni ai fallimenti del mercato

Al fine di eliminare i fallimenti del mercato, è possibile attuare diversi rimedi. Loro includono:

1. Uso della legislazione

Uno dei modi in cui i governi possono gestire i fallimenti del mercato è implementare una legislazione che cambia il comportamento. Ad esempio, il governo può vietare alle auto di circolare nei centri urbani o imporre sanzioni elevate alle aziende che vendono alcolici a bambini minorenni, poiché le misure controllano i comportamenti indesiderati.

2. Meccanismo dei prezzi

I meccanismi di prezzo sono progettati per cambiare il comportamento sia dei consumatori che dei produttori. Per i prodotti che danneggiano i consumatori, il governo può scoraggiarne il consumo aumentando le tasse. Ad esempio, le tasse su sigarette e alcol vengono periodicamente aumentate per scoraggiarne il consumo e ridurre i loro effetti dannosi su terzi non collegati.

Risorse addizionali

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Disuguaglianza economica Disuguaglianza economica La disuguaglianza economica si riferisce molto spesso alle disparità di ricchezza e reddito che possono esistere in determinate società. La disuguaglianza economica è una metrica che molte giurisdizioni e governi monitorano per valutare l'impatto dei cambiamenti politici.
  • Esternalità negative Esternalità negative Le esternalità negative si verificano quando il prodotto e / o il consumo di un bene o servizio esercita un effetto negativo su una terza parte al di fuori del mercato. Una transazione ordinaria coinvolge due parti, cioè il consumatore e il produttore, che sono indicate come la prima e la seconda parte nella transazione.
  • Pigouvian Tax Pigouvian Tax Pigouvian Tax è un'imposta sulle attività economiche che generano esternalità negative, che creano costi sostenuti da terzi non collegati. I costi
  • Ricerca della rendita Ricerca della rendita La ricerca della rendita è un concetto in economia che afferma che un individuo o un'entità cerca di aumentare la propria ricchezza senza creare alcun vantaggio o ricchezza per la società. Le attività di ricerca di rendita mirano ad ottenere guadagni e benefici finanziari attraverso la manipolazione della distribuzione delle risorse economiche.

Raccomandato

Che cos'è una riorganizzazione di tipo A?
Software vs Excel nella modellazione finanziaria
Cos'è il Depository Trust and Clearing Corporation (DTCC)?