Cos'è la gestione del capitale circolante?

La gestione del capitale circolante si riferisce all'insieme di attività svolte da un'azienda per assicurarsi di disporre di risorse sufficienti per le spese operative quotidiane Spese operative Le spese operative, le spese operative o "opex" si riferiscono alle spese sostenute per le spese operative di un'azienda attività. In altre parole, mantenendo le risorse investite in modo produttivo.

Gestione del capitale circolante

Capire il capitale circolante

Il capitale circolante è la differenza tra le attività correnti di una società e le sue passività correnti.

Le attività correnti includono contanti, crediti e scorte.

Le passività correnti includono debiti, prestiti a breve termine e passività maturate Passività maturate Una passività maturata rappresenta una spesa che un'impresa ha sostenuto durante un periodo specifico ma che deve ancora essere fatturata. .

Alcuni approcci possono sottrarre liquidità dalle attività correnti e il debito finanziario dalle passività correnti.

Perché la gestione del capitale circolante è importante

Garantire che l'azienda disponga di risorse adeguate per le sue attività quotidiane significa tutelare l'esistenza dell'azienda e garantire che possa continuare a operare come una continuità aziendale. La scarsa disponibilità di liquidità, politiche di credito commerciale incontrollate o un accesso limitato a finanziamenti a breve termine possono portare alla necessità di ristrutturazioni, vendite di asset e persino liquidazione dell'azienda.

Fattori che influenzano le esigenze di capitale circolante

Le esigenze di capitale circolante non sono le stesse per ogni azienda. I fattori che possono influenzare il fabbisogno di capitale circolante possono essere endogeni o esogeni.

I fattori endogeni includono le dimensioni, la struttura e la strategia di un'azienda.

I fattori esogeni includono l'accesso e la disponibilità di servizi bancari, il livello dei tassi di interesse, il tipo di industria e di prodotti o servizi venduti, le condizioni macroeconomiche e le dimensioni, il numero e la strategia dei concorrenti dell'azienda.

Gestione della liquidità

Una corretta gestione della liquidità garantisce che la società disponga di risorse di cassa sufficienti per le sue normali esigenze aziendali e per esigenze impreviste di importo ragionevole. È anche importante perché influisce sulla solvibilità di un'azienda, il che può contribuire a determinare il successo o il fallimento di un'azienda.

Più bassa è la liquidità di una società, più è probabile che affronti difficoltà finanziarie, a parità di altre condizioni.

Tuttavia, troppa liquidità parcheggiata in attività a basso reddito o non redditizie può riflettere una scarsa allocazione delle risorse.

Una corretta gestione della liquidità si manifesta a un livello adeguato di liquidità e / o nella capacità di un'organizzazione di generare rapidamente ed efficientemente risorse di cassa per finanziare le proprie esigenze aziendali.

Gestione contabilità clienti

Un'azienda dovrebbe garantire ai propri clienti la flessibilità o il livello di credito commerciale adeguati, assicurandosi nel contempo che i giusti flussi di cassa entrino in funzione.

Un'azienda determinerà le condizioni di credito da offrire in base alla solidità finanziaria del cliente, alle politiche del settore e alle politiche effettive dei concorrenti.

I termini di credito possono essere ordinari, il che significa che al cliente generalmente viene assegnato un numero prestabilito di giorni per pagare la fattura (generalmente tra 30 e 90). Le politiche dell'azienda e la discrezione del manager possono determinare se sono necessari termini diversi, come pagamento in contanti prima della consegna, pagamento in contrassegno, fattura su fattura o fatturazione periodica.

Gestione dell'inventario

La gestione delle scorte mira a fare in modo che l'azienda mantenga un livello di scorte adeguato per far fronte alle operazioni ordinarie e alle fluttuazioni della domanda senza investire troppo capitale nell'asset.

Un livello eccessivo di inventario significa che ad esso è legato un importo eccessivo di capitale. Aumenta anche il rischio di inventario invenduto e potenziale obsolescenza erodendo il valore dell'inventario.

Si dovrebbe anche evitare una carenza di inventario, in quanto determinerebbe la perdita di vendite per l'azienda.

Gestione del debito a breve termine

Come la gestione della liquidità, anche la gestione del finanziamento a breve termine dovrebbe concentrarsi sull'assicurarsi che la società disponga di liquidità sufficiente per finanziare operazioni a breve termine senza assumersi rischi eccessivi.

La corretta gestione del finanziamento a breve termine implica la selezione dei giusti strumenti di finanziamento e il dimensionamento dei fondi a cui si accede tramite ciascuno strumento. Fonti di finanziamento popolari includono linee di credito regolari, linee non impegnate, contratti di credito rotativo, prestiti garantiti Obbligazioni di prestito collateralizzato (CLO) Le obbligazioni di prestito collateralizzato (CLO) sono titoli garantiti da un pool di prestiti. In altre parole, gli obblighi di prestito garantiti sono prestiti riconfezionati che vengono venduti agli investitori. Un'obbligazione di prestito con garanzia reale è simile a un'obbligazione ipotecaria con garanzia (CMO), crediti scontati e factoring.

Una società dovrebbe garantire che ci sarà abbastanza accesso alla liquidità per far fronte ai picchi di cassa. Ad esempio, un'azienda può stipulare un contratto di credito rotativo ben al di sopra delle esigenze ordinarie per far fronte a esigenze di cassa impreviste.

Gestione della contabilità fornitori

I conti da pagare derivano dal credito commerciale Credito commerciale Un credito commerciale è un accordo o un'intesa tra agenti impegnati in affari tra loro che consente lo scambio di beni e servizi concessi dai fornitori di un'azienda, principalmente come parte delle normali operazioni. Dovrebbe essere raggiunto il giusto equilibrio tra pagamenti anticipati e debito commerciale.

I pagamenti anticipati possono ridurre inutilmente la liquidità disponibile, che può essere utilizzata in modi più produttivi.

I ritardi nei pagamenti possono erodere la reputazione e le relazioni commerciali dell'azienda, mentre un livello elevato di debito commerciale potrebbe ridurne l'affidabilità creditizia.

Sommario

  • La gestione del capitale circolante comporta il bilanciamento dei movimenti relativi a cinque voci principali - contanti, crediti commerciali, debiti commerciali, finanziamenti a breve termine e inventario - per assicurarsi che un'azienda disponga di risorse adeguate per operare in modo efficiente.
  • I livelli di liquidità dovrebbero essere sufficienti per far fronte a bisogni ordinari o piccoli imprevisti, ma non così alti da determinare un'allocazione inefficiente del capitale.
  • Il credito commerciale dovrebbe essere utilizzato in modo appropriato per bilanciare la necessità di mantenere le vendite e sane relazioni commerciali con la necessità di limitare l'esposizione a clienti con bassa solvibilità.
  • La gestione del debito e dei debiti a breve termine dovrebbe consentire all'azienda di ottenere una liquidità sufficiente per le operazioni ordinarie e le esigenze impreviste, senza un aumento eccessivo del rischio finanziario.
  • La gestione dell'inventario dovrebbe assicurarsi che ci siano abbastanza prodotti da vendere e materiali per i suoi processi di produzione, evitando accumuli eccessivi e obsolescenza.

Più risorse

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione CBCA ™ CBCA ™ globale Certified Banking & Credit Analyst (CBCA) ™ L'accreditamento Certified Banking & Credit Analyst (CBCA) ™ è uno standard globale per gli analisti del credito che copre finanza, contabilità, analisi del credito, analisi del flusso di cassa , modelli di alleanze, rimborsi di prestiti e altro ancora. programma di certificazione, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale. Per continuare a far progredire la tua carriera, le risorse aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Contabilità fornitori e contabilità clienti Contabilità fornitori e contabilità clienti In contabilità, la contabilità fornitori e la contabilità clienti vengono talvolta confuse con l'altra. I due tipi di conti sono molto simili nel modo in cui sono registrati, ma è importante distinguere tra conti da pagare e crediti da ricevere perché uno di essi è un conto attività e l'altro è un
  • Evento di liquidità Evento di liquidità Un evento di liquidità è un processo mediante il quale un investitore liquida la propria posizione di investimento in una società privata e la scambia con denaro contante. Lo scopo principale di un evento di liquidità è il trasferimento di un'attività illiquida (un investimento in una società privata) nell'attività più liquida: la liquidità.
  • Qualità della contabilità clienti Qualità della contabilità clienti La qualità della contabilità clienti è la probabilità che i flussi di cassa che sono dovuti a un'azienda sotto forma di crediti vengano incassati
  • Capitale circolante vs Capitale investito Capitale circolante vs Capitale investito Nello svolgimento delle loro funzioni, gli analisti finanziari spesso devono distinguere tra capitale circolante e capitale investito. Capitale circolante, anche

Raccomandato

Che cosa sono i Fondamenti di Standard & Poor & rsquo; s di Corporate Credit Analysis?
Cos'è il National Registration Database (NRD)?
Che cos'è un controllo dei precedenti dei dipendenti?