Cos'è l'elasticità del prezzo?

L'elasticità del prezzo si riferisce a come la quantità richiesta o fornita di un bene cambia quando il suo prezzo cambia. In altre parole, misura la reazione delle persone a una variazione del prezzo di un articolo.

L'elasticità della domanda al prezzo si riferisce a come le variazioni di prezzo influenzano la quantità richiesta di un bene. Al contrario, l'elasticità dell'offerta al prezzo si riferisce a come le variazioni di prezzo influenzano la quantità offerta di un bene.

Elasticità al prezzo

Elasticità di prezzo della domanda

Esistono tre tipi principali di elasticità della domanda al prezzo: elastica, elastica unitaria e anelastica. Prima di approfondire l'argomento, una buona comprensione delle leggi della domanda e dell'offerta Offerta e domanda Le leggi della domanda e dell'offerta sono concetti microeconomici che affermano che nei mercati efficienti, la quantità fornita di un bene e la quantità richiesta di quel bene sono uguali l'un l'altro. Il prezzo di quel bene è anche determinato dal punto in cui domanda e offerta sono uguali tra loro. è raccomandato.

Per calcolare l'elasticità della domanda al prezzo (PED), utilizziamo la seguente equazione:

Elasticità di prezzo della domanda

Dove:

Variazione% della quantità richiesta (Qd) = (Nuova quantità - Vecchia quantità) / Quantità media

Variazione% del prezzo (P) = (Nuovo prezzo - Vecchio prezzo) / Prezzo medio

PED è sempre fornito come valore assoluto , o valore positivo, poiché siamo interessati alla sua grandezza.

Metodo del punto medio per l'elasticità

Alcune risorse economiche calcoleranno invece l'elasticità al prezzo utilizzando le seguenti formule:

Variazione% della quantità richiesta (Qd) = (Nuova quantità - Vecchia quantità) / Vecchia quantità

Variazione% del prezzo (P) = (Nuovo prezzo - Vecchio prezzo) / Vecchio prezzo

Si noti che i denominatori per entrambi sono la quantità e il prezzo precedenti rispetto al prezzo e alla quantità medi mostrati sopra. L'uso di questa formula non è l'ideale perché la direzione della variazione del prezzo o della quantità può influenzare il numero calcolato per l'elasticità del prezzo.

Ecco un esempio per illustrare questo. Il costo di un paio di pantaloni scende da $ 30 a $ 20 e la quantità richiesta va da 100 a 150 paia di pantaloni. L'elasticità del prezzo del calcolo della domanda per questo sarebbe la seguente:

Esempio 1 del metodo del punto medio dell'elasticità della domanda al prezzo

Tuttavia, se capovolgiamo questo esempio e il prezzo del paio di pantaloni aumenta, otteniamo invece questo calcolo:

In questo esempio, i numeri menzionati sono gli stessi e la modifica è la stessa. L'unica differenza è che la direzione dei cambiamenti è diversa, causando diverse elasticità della domanda al prezzo. Per risolvere questo problema, la formula che usiamo sopra utilizza il metodo del punto medio per l'elasticità .

Il metodo del punto medio utilizza la quantità e il prezzo medi come denominatori per le formule di variazione percentuale come segue:

Variazione% della quantità richiesta (Qd) = (Nuova quantità - Vecchia quantità) / Quantità media

Variazione% del prezzo (P) = (Nuovo prezzo - Vecchio prezzo) / Prezzo medio

Questo risolve il problema delle diverse elasticità, come possiamo vedere utilizzando i seguenti calcoli per l'esempio precedente:

Esempio 3 del metodo del punto medio dell'elasticità della domanda al prezzo

Domanda elastica

La domanda elastica si verifica quando le variazioni di prezzo provocano una variazione sproporzionatamente grande nella quantità richiesta. Ad esempio, un bene con una domanda elastica potrebbe vedere il suo prezzo aumentare del 10%, ma la domanda diminuire del 30% come risultato. I beni che subiscono questo tipo di domanda sono etichettati come "sensibili al prezzo" e sono in genere beni non essenziali che hanno molti sostituti (come pasti al ristorante, articoli di moda, ecc.).

Un bene è considerato “elastico” quando la sua PED è maggiore di 1 . Ad esempio, se la quantità richiesta di una borsa scende da 300 a 200 quando il prezzo aumenta da $ 500 a $ 550, il PED della borsa sarebbe:

Esempio di elasticità della domanda rispetto al prezzo

La PED del bene è 4.2 , considerata elastica.

Un bene con una domanda perfettamente elastica avrebbe un PED infinito, dove anche minuscole variazioni di prezzo causerebbero una variazione infinitamente grande della domanda.

Domanda anelastica

La domanda anelastica si verifica quando le variazioni di prezzo provocano una variazione sproporzionatamente piccola nella quantità richiesta. Ad esempio, un bene con una domanda anelastica potrebbe vedere il suo prezzo aumentare del 30%, ma di conseguenza la domanda diminuire solo del 10%. I beni che subiscono questo tipo di domanda sono etichettati come "insensibili al prezzo" e sono in genere beni essenziali per i quali i consumatori non hanno sostituti (come acqua, farmaci, sigarette, ecc.).

Un bene è considerato "anelastico" quando la sua PED è inferiore a 1 . Ad esempio, se la quantità richiesta di un farmaco per il trattamento del cancro scende da 900 a 700 quando il prezzo aumenta da $ 500 a $ 900, la PED del farmaco sarebbe:

Esempio di elasticità della domanda rispetto al prezzo anelastica

La PED del bene è 0,4375, considerata anelastica.

Un bene con una domanda perfettamente anelastica avrebbe un PED pari a 0, dove anche enormi variazioni di prezzo non causerebbero alcun cambiamento nella domanda.

Domanda elastica unitaria

La domanda elastica unitaria si verifica quando le variazioni di prezzo provocano una variazione ugualmente proporzionale nella quantità richiesta. Ad esempio, un bene con domanda elastica unitaria anelastica potrebbe vedere il suo prezzo aumentare del 30% e anche la domanda diminuirebbe del 30%. Tali beni sono oggi più difficili da trovare nei mercati e la domanda elastica unitaria è più un concetto di economia teorica. Tuttavia, potrebbe esistere un bene con domanda elastica unitaria.

Un bene è considerato “unitario elastico” quando la sua PED è uguale a 1 . Ad esempio, se la quantità richiesta di un bene scende da 1.000 a 900 quando il prezzo aumenta da $ 90 a $ 100, la PED del bene sarebbe:

Elasticità al prezzo dell'elastico per unità di domanda Esempio

Il PED del bene è 1 , considerato elastico unitario.

Elasticità dell'offerta al prezzo

L'elasticità dell'offerta (PES) funziona allo stesso modo di PED. Le equazioni per calcolare PES sono le stesse (tranne per il fatto che la quantità utilizzata è la quantità fornita anziché la quantità richiesta).

Elasticità dell'offerta al prezzo

Sia per la domanda che per l'offerta, valgono le seguenti categorizzazioni:

Tabella di elasticità dei prezzi

Tuttavia, dobbiamo essere consapevoli che l'offerta tende verso l'alto mentre la domanda scende verso il basso. Quindi,

  • Gli SPE elastici significherebbero che gli aumenti del prezzo porteranno ad aumenti sproporzionatamente elevati della quantità offerta.
  • Gli SPI anelastici significherebbe che gli aumenti del prezzo porteranno ad aumenti sproporzionatamente piccoli della quantità offerta.
  • Un PES elastico unitario significherebbe che gli aumenti del prezzo porteranno ad aumenti proporzionalmente uguali della quantità offerta.

Più risorse

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per ulteriori informazioni sugli argomenti correlati, consulta le seguenti risorse finanziarie:

  • Prodotto interno lordo (PIL) Prodotto interno lordo (PIL) Il prodotto interno lordo (PIL) è una misura standard della salute economica di un paese e un indicatore del suo tenore di vita. Inoltre, il PIL può essere utilizzato per confrontare i livelli di produttività tra diversi paesi.
  • Rapporto tra capitalizzazione di mercato e PIL (l'indicatore Buffett) Rapporto tra capitalizzazione di mercato e PIL (l'indicatore Buffett) Il rapporto tra capitalizzazione di mercato e PIL (noto anche come indicatore Buffett) è una misura del valore totale di tutte le azioni quotate in borsa in un paese, diviso per il prodotto interno lordo (PIL) di quel paese. È utilizzato come un modo ampio per valutare se il mercato azionario del paese è sopravvalutato o sottovalutato, rispetto a una media
  • Politica fiscale Politica fiscale La politica fiscale si riferisce alla politica di bilancio del governo, che prevede che il governo manipoli il proprio livello di spesa e le aliquote fiscali all'interno dell'economia. Il governo utilizza questi due strumenti per monitorare e influenzare l'economia. È la strategia sorella della politica monetaria.
  • Debito vs finanziamento azionario Debito vs finanziamento azionario Debito vs finanziamento azionario: qual è il migliore per la tua azienda e perché? La semplice risposta è che dipende. La decisione sull'equità contro il debito si basa su un gran numero di fattori come l'attuale clima economico, la struttura del capitale esistente dell'azienda e la fase del ciclo di vita dell'impresa, per citarne alcuni.

Raccomandato

Modello di costo delle merci vendute (COGS)
Cos'è un mercato verticale?
Calcolatore di inflazione