Cos'è la discriminazione di prezzo?

La discriminazione di prezzo si riferisce a una strategia di prezzo che addebita ai consumatori prezzi diversi per beni o servizi identici.

Discriminazione di prezzo

Diversi tipi di discriminazione di prezzo

1. Discriminazione di prezzo di primo grado

Conosciuta anche come discriminazione di prezzo perfetta, la discriminazione di prezzo di primo grado implica l'addebito ai consumatori. Tipi di acquirenti I tipi di acquirenti sono un insieme di categorie che descrivono le abitudini di spesa dei consumatori. Il comportamento dei consumatori rivela come fare appello a persone con abitudini diverse il prezzo massimo che sono disposte a pagare per un bene o servizio. Qui, il surplus del consumatore è interamente catturato dall'azienda. In pratica, la disponibilità massima di un consumatore a pagare è difficile da determinare. Pertanto, una tale strategia di prezzo viene utilizzata raramente.

2. Discriminazione di prezzo di secondo grado

La discriminazione di prezzo di secondo grado implica l'addebito ai consumatori di un prezzo diverso per la quantità o la quantità consumata. Esempi inclusi:

  • Viene utilizzato un piano telefonico che addebita una tariffa più elevata dopo un determinato numero di minuti
  • Carte premio che offrono agli acquirenti frequenti uno sconto sui prodotti futuri
  • Sconti sulla quantità per i consumatori che acquistano un numero specificato di più di un determinato bene

3. Discriminazione di prezzo di terzo grado

Conosciuta anche come discriminazione di prezzo di gruppo, la discriminazione di prezzo di terzo grado comporta l'applicazione di prezzi diversi a seconda di un particolare segmento di mercato. Con le caratteristiche del mercato di riferimento, le aziende possono costruire un profilo per la loro base di clienti. o gruppo di consumatori. È comunemente visto nell'industria dell'intrattenimento.

Ad esempio, quando una persona vuole vedere un film, i prezzi per la stessa proiezione sono diversi a seconda che tu sia minorenne, adulto o anziano.

Requisiti primari per una discriminazione di prezzo efficace

Affinché un'azienda possa utilizzare questa strategia di prezzo, ci sono alcune condizioni che devono essere soddisfatte:

# 1 Concorrenza imperfetta

L'impresa deve essere un price maker Price Leader Un price leader è un'azienda che esercita il controllo nella determinazione del prezzo di beni e servizi in un mercato. Le azioni del price leader lasciano agli altri concorrenti poche o nessuna opzione se non quella di adeguare i loro prezzi in modo che corrispondano al prezzo fissato dal price leader. (cioè, operare in un mercato con concorrenza imperfetta). Deve esistere un certo potere di monopolio per poter utilizzare la discriminazione di prezzo. Se la società operasse in un mercato con una concorrenza perfetta, questa strategia di prezzo non sarebbe possibile, poiché non ci sarebbe sufficiente capacità di influenzare i prezzi.

# 2 Prevenzione della rivendita

L'azienda deve essere in grado di impedire la rivendita. In altre parole, i consumatori che hanno già acquistato un bene o un servizio a un prezzo inferiore non devono essere in grado di rivenderlo ad altri consumatori che altrimenti avrebbero pagato un prezzo più alto per lo stesso bene o servizio.

# 3 Elasticità della domanda

I gruppi di consumatori devono dimostrare elasticità della domanda variabili. Elasticità al prezzo L'elasticità al prezzo si riferisce a come la quantità richiesta o offerta di un bene cambia quando il suo prezzo cambia. In altre parole, misura la reazione delle persone a una variazione del prezzo di un articolo. (cioè, gli individui a basso reddito sono più elastici ai biglietti aerei rispetto ai viaggiatori d'affari). Se i consumatori mostrano tutti la stessa elasticità della domanda, questa strategia di prezzo non funzionerà.

Esempio di discriminazione di prezzo: Cineplex

La società di intrattenimento canadese, Cineplex, è un classico esempio di azienda che utilizza la strategia di discriminazione dei prezzi. A seconda dell'età demografica, i biglietti per lo stesso film vengono venduti a prezzi diversi. Inoltre, Cineplex applica prezzi diversi in giorni diversi (il martedì è il più economico e i fine settimana sono i più costosi). Quello che segue è un diagramma di Cineplex per una proiezione di un film di lunedì.

Discriminazione di prezzo - Cineplex

Come indicato nel diagramma sopra, i diversi dati demografici di età hanno un prezzo diverso per lo stesso screening. Questo è un esempio di discriminazione di prezzo di terzo grado.

Discriminazione di prezzo per aumentare la redditività di un'impresa

Considera un'azienda che addebita un prezzo unico per una mela: $ 5. In tal caso, porterebbe a una vendita e un ricavo totale di $ 5:

Discriminazione di prezzo - Grafico di esempio 1

Consideriamo ora un'azienda che è in grado di addebitare un prezzo diverso a ciascun cliente. Per esempio:

  • $ 5 per il primo consumatore
  • $ 4 per il secondo consumatore
  • $ 3 per il terzo consumatore e così via.

In una situazione del genere, l'impresa è in grado di aumentare i propri ricavi vendendo a clienti che originariamente non avrebbero acquistato, offrendo prezzo = disponibilità a pagare di ogni cliente. Questo porta a cinque vendite e ricavi totali di $ 5 + $ 4 + $ 3 + $ 2 + 1 = $ 15.

Discriminazione di prezzo - Grafico di esempio 2

Come indicato sopra, la discriminazione di prezzo consente a un'impresa di raccogliere ulteriori profitti e convertire il surplus del consumatore in surplus del produttore.

Vantaggi della discriminazione di prezzo

I vantaggi di questa strategia di prezzo possono essere visti dal punto di vista sia dell'azienda che del consumatore:

L'azienda

  • Massimizzazione del profitto : l'impresa è in grado di trasformare il surplus del consumatore in surplus del produttore. In una strategia di discriminazione dei prezzi di primo grado, tutto il surplus del consumatore viene trasformato in surplus del produttore. Si collega anche alla sopravvivenza, poiché le imprese più piccole sono in grado di sopravvivere meglio se sono in grado di offrire prezzi diversi in tempi di domanda sempre maggiore.
  • Economie di scala : applicando prezzi diversi, è probabile che il volume delle vendite aumenti. Di conseguenza, le imprese possono trarre vantaggio dall'aumento della produzione verso la capacità e dall'utilizzo di economie di scala. Economie di scala Le economie di scala si riferiscono al vantaggio di costo sperimentato da un'impresa quando aumenta il suo livello di produzione. Il vantaggio deriva dalla relazione inversa tra il costo fisso per unità e la quantità prodotta. Maggiore è la quantità di output prodotta, minore è il costo fisso unitario. Tipi, esempi, guida

Il consumatore

  • Prezzi più bassi : sebbene non tutti i consumatori siano vincenti, i consumatori altamente elastici possono ottenere un surplus del consumatore dai prezzi più bassi, a causa della discriminazione di prezzo. Ad esempio, in un cinema, i biglietti per anziani e bambini hanno in genere uno sconto sui biglietti per adulti.

Svantaggi della discriminazione di prezzo

  • Prezzi più alti : come indicato sopra, alcuni consumatori dovranno affrontare prezzi più bassi mentre altri dovranno affrontare prezzi più alti. I consumatori che devono affrontare prezzi più elevati (ovvero i consumatori che acquistano biglietti aerei durante l'alta stagione) sono svantaggiati.
  • Riduzione del surplus del consumatore : la strategia di prezzo riduce il surplus del consumatore e trasferisce denaro dai consumatori ai produttori, portando alla disuguaglianza.

Letture correlate

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Brand Equity Brand Equity Nel marketing, il brand equity si riferisce al valore di un marchio ed è determinato dalla percezione del marchio da parte del consumatore. La brand equity può essere positiva o
  • Strategia testa di ponte Strategia testa di ponte La strategia testa di ponte si riferisce alla concentrazione delle risorse su una piccola area di mercato per trasformarla in una roccaforte prima di entrare nel mercato più ampio
  • Costo della merce venduta Costo della merce venduta (COGS) Il costo della merce venduta (COGS) misura il "costo diretto" sostenuto nella produzione di qualsiasi bene o servizio. Comprende il costo del materiale, il costo del lavoro diretto e le spese generali di fabbrica dirette ed è direttamente proporzionale ai ricavi. Man mano che le entrate aumentano, sono necessarie più risorse per produrre i beni o servizi. COGS è spesso
  • Economies of Scope Economies of Scope Economies of Scope è un concetto economico che si riferisce alla diminuzione del costo totale di produzione quando una gamma di prodotti viene prodotta insieme piuttosto che separatamente.

Raccomandato

Cos'è la funzione RANK?
Come aggiungere un asse secondario in Excel?
Cos'è Excel Consolidate?