Cos'è il mercato azionario?

Il mercato azionario si riferisce ai mercati pubblici che esistono per l'emissione, l'acquisto e la vendita di azioni negoziate in borsa o over-the-counter. Azioni Stock Che cos'è un'azione? Un individuo che possiede azioni in una società è chiamato azionista ed è idoneo a rivendicare parte delle attività e dei guadagni residui della società (in caso di scioglimento della società). I termini "stock", "share" e "equity" sono usati in modo intercambiabile. , note anche come azioni, rappresentano la proprietà frazionata in una società e il mercato azionario è un luogo in cui gli investitori possono acquistare e vendere la proprietà di tali attività investibili Attività finanziarie Le attività finanziarie si riferiscono alle attività che derivano da accordi contrattuali sui flussi di cassa futuri o dalla proprietà strumenti rappresentativi di capitale di un'altra entità. Una chiave .Un mercato azionario che funzioni in modo efficiente è considerato fondamentale per lo sviluppo economico, in quanto offre alle aziende la possibilità di accedere rapidamente al capitale dal pubblico.

Mercato azionario: il pavimento del NYSE

Finalità del mercato azionario - Capitale e reddito da investimenti

Il mercato azionario ha due scopi molto importanti. Il primo è fornire capitale Capitale circolante netto Il Capitale circolante netto (NWC) è la differenza tra le attività correnti di una società (al netto della liquidità) e le passività correnti (al netto del debito) nel suo bilancio. È una misura della liquidità di una società e della sua capacità di far fronte agli obblighi a breve termine nonché alle operazioni di finanziamento dell'attività. La posizione ideale è quella di aziende che possono utilizzare per finanziare ed espandere le loro attività. Se una società emette un milione di azioni che inizialmente vendono per $ 10 per azione, ciò fornisce alla società $ 10 milioni di capitale che può utilizzare per far crescere la propria attività (meno le commissioni che la società paga per una banca di investimento per gestire le azioni offerta). Offrendo azioni invece di prendere in prestito il capitale necessario per l'espansione,la società evita di contrarre debiti e di pagare gli interessi su quel debito.

Lo scopo secondario del mercato azionario è quello di offrire agli investitori - coloro che acquistano azioni - l'opportunità di condividere i profitti delle società quotate in borsa. Gli investitori possono trarre profitto dall'acquisto di azioni in due modi. Alcune azioni pagano dividendi regolari (una data quantità di denaro per azione di azioni che qualcuno possiede). L'altro modo in cui gli investitori possono trarre profitto dall'acquisto di azioni è vendendo le loro azioni per un profitto se il prezzo delle azioni aumenta dal loro prezzo di acquisto. Ad esempio, se un investitore acquista azioni di una società a $ 10 per azione e il prezzo del titolo sale successivamente a $ 15 per azione, l'investitore può quindi realizzare un profitto del 50% sul proprio investimento vendendo le proprie azioni.

Storia del trading di azioni

Sebbene la negoziazione di azioni risalga alla metà del 1500 ad Anversa, la moderna negoziazione di azioni è generalmente riconosciuta come inizia con la negoziazione di azioni della Compagnia delle Indie Orientali a Londra.

I primi giorni del trading di investimenti

Per tutto il 1600, i governi britannico, francese e olandese fornirono charter a numerose società che includevano l'India orientale nel nome. Tutte le merci riportate dall'oriente venivano trasportate via mare, comportando viaggi rischiosi spesso minacciati da forti tempeste e pirati. Per mitigare questi rischi, gli armatori cercavano regolarmente investitori per offrire garanzie finanziarie per un viaggio. In cambio, gli investitori hanno ricevuto una parte dei rendimenti monetari realizzati se la nave fosse tornata con successo, caricata con merci in vendita. Questi sono i primi esempi di società a responsabilità limitata (LLC), e molte sono rimaste insieme solo per un periodo di tempo sufficiente per un viaggio.

La Compagnia delle Indie Orientali

La formazione della Compagnia delle Indie Orientali a Londra alla fine portò a un nuovo modello di investimento, con società importatrici che offrivano azioni che rappresentavano essenzialmente un interesse di proprietà frazionario nella società, e che quindi offrivano agli investitori ritorni sugli investimenti sui proventi di tutti i viaggi finanziati da una società, invece che in un solo viaggio. Il nuovo modello di business ha permesso alle aziende di chiedere maggiori investimenti per azione, consentendo loro di aumentare facilmente le dimensioni delle loro flotte di spedizione. Investire in tali società, che erano spesso protette dalla concorrenza da carte di credito emesse in modo reale, è diventato molto popolare grazie al fatto che gli investitori potevano potenzialmente realizzare enormi profitti sui loro investimenti.

Le prime azioni e il primo scambio

Le azioni della società venivano emesse su carta, consentendo agli investitori di scambiare azioni avanti e indietro con altri investitori, ma le borse regolamentate non esistevano fino alla formazione della Borsa di Londra (LSE) nel 1773. Sebbene una quantità significativa di turbolenze finanziarie seguì l'immediata costituzione della LSE, il commercio di borsa nel complesso è riuscito a sopravvivere e crescere per tutto il 1800.

Gli inizi della Borsa di New York

Entra nella Borsa di New York (NYSE), fondata nel 1792. Sebbene non sia la prima sul suolo statunitense - questo onore va alla Borsa di Filadelfia (PSE) - il NYSE crebbe rapidamente fino a diventare la borsa valori dominante negli Stati Uniti, e alla fine nel mondo. Il NYSE occupava una posizione fisicamente strategica, situata tra alcune delle più grandi banche e società del paese, per non parlare dell'essere situato in un importante porto marittimo. Lo scambio ha stabilito i requisiti di quotazione per le azioni e inizialmente commissioni piuttosto elevate, consentendo di diventare rapidamente un'istituzione ricca.

Borsa di New York - Una borsa con sede a New York

Modern Stock Trading - Il volto mutevole degli scambi globali

A livello nazionale, il NYSE ha visto una scarsa concorrenza per più di due secoli e la sua crescita è stata principalmente alimentata da un'economia americana in continua crescita. La LSE ha continuato a dominare il mercato europeo per il commercio di azioni, ma il NYSE è diventato sede di un numero in continua espansione di grandi società. Altri paesi importanti, come Francia e Germania, alla fine svilupparono le proprie borse valori, sebbene queste fossero spesso viste principalmente come trampolini di lancio per le società in procinto di quotarsi alla LSE o alla NYSE.

La fine del XX secolo ha visto l'espansione del commercio di azioni in molte altre borse, tra cui il NASDAQ, che è diventato una casa preferita delle aziende tecnologiche in espansione e ha acquisito maggiore importanza durante il boom del settore tecnologico degli anni '80 e '90. Il NASDAQ è emerso come il primo scambio operante tra una rete di computer che eseguivano operazioni elettroniche. Il trading elettronico ha reso l'intero processo di negoziazione più efficiente in termini di tempo e di costi. Oltre all'ascesa del NASDAQ, il NYSE ha dovuto far fronte alla crescente concorrenza delle borse in Australia e Hong Kong, il centro finanziario dell'Asia.

Il NYSE alla fine si è fuso con Euronext, che è stata costituita nel 2000 dalla fusione delle borse di Bruxelles, Amsterdam e Parigi. La fusione NYSE / Euronext nel 2007 ha dato vita alla prima borsa transatlantica.

Come vengono scambiate le azioni - Borse e OTC

La maggior parte delle azioni è negoziata in borse come la Borsa di New York (NYSE) o il NASDAQ. Le borse valori forniscono essenzialmente il mercato per facilitare l'acquisto e la vendita di azioni tra gli investitori. Le borse sono regolamentate da agenzie governative, come la Securities and Exchange Commission (SEC) negli Stati Uniti, che supervisionano il mercato al fine di proteggere gli investitori dalle frodi finanziarie e per mantenere il mercato dei cambi senza intoppi.

Sebbene la stragrande maggioranza delle azioni sia negoziata in borsa, alcune azioni sono negoziate over-the-counter (OTC), dove acquirenti e venditori di azioni comunemente scambiano attraverso un dealer, o "market maker", che si occupa specificamente delle azioni. Le azioni OTC sono azioni che non soddisfano il prezzo minimo o altri requisiti per essere quotate in borsa.

Le azioni OTC non sono soggette alle stesse norme di rendicontazione pubblica delle azioni quotate in borsa, quindi non è così facile per gli investitori ottenere informazioni affidabili sulle società che emettono tali azioni. Le azioni nel mercato OTC sono in genere molto più scarsamente negoziate rispetto alle azioni negoziate in borsa, il che significa che gli investitori devono spesso gestire ampi spread tra i prezzi denaro e lettera per un'azione OTC. Al contrario, le azioni negoziate in borsa sono molto più liquide, con spread denaro / lettera relativamente piccoli.

Operatori del mercato azionario - Banche di investimento, agenti di cambio e investitori

Ci sono un certo numero di partecipanti regolari nel commercio di borsa.

Le banche di investimento gestiscono l'offerta pubblica iniziale (IPO) Offerta pubblica iniziale (IPO) Un'offerta pubblica iniziale (IPO) è la prima vendita al pubblico di azioni emesse da una società. Prima di un'IPO, una società è considerata una società privata, di solito con un piccolo numero di investitori (fondatori, amici, familiari e investitori aziendali come venture capitalist o angel investor). Scopri cos'è un'IPO di azioni che si verifica quando una società decide per la prima volta di diventare una società quotata in borsa offrendo azioni.

Ecco un esempio di come funziona un'IPO. Una società che desidera quotarsi in borsa e offrire azioni si avvicina a una banca di investimento Elenco delle migliori banche di investimento Elenco delle 100 principali banche di investimento del mondo in ordine alfabetico. Le principali banche di investimento nell'elenco sono Goldman Sachs, Morgan Stanley, BAML, JP Morgan, Blackstone, Rothschild, Scotiabank, RBC, UBS, Wells Fargo, Deutsche Bank, Citi, Macquarie, HSBC, ICBC, Credit Suisse, Bank of America Merril Lynch agire come "sottoscrittore" dell'offerta iniziale di azioni della società. La banca di investimento, dopo aver ricercato il valore totale della società e preso in considerazione la percentuale di proprietà che la società desidera cedere sotto forma di azioni, gestisce l'emissione iniziale di azioni sul mercato in cambio di una commissione, garantendo al contempo alla società un prezzo minimo determinato per azione.È quindi nel migliore interesse della banca d'affari assicurarsi che tutte le azioni offerte siano vendute e al prezzo più alto possibile.

Le azioni offerte in IPO sono più comunemente acquistate da grandi investitori istituzionali come fondi pensione o società di fondi comuni di investimento.

Il mercato IPO è noto come mercato primario o iniziale. Una volta che un titolo è stato emesso sul mercato primario, tutte le negoziazioni del titolo avvengono successivamente attraverso le borse valori in quello che è noto come mercato secondario. Il termine "mercato secondario" è un po 'fuorviante, poiché questo è il mercato in cui la stragrande maggioranza delle negoziazioni di azioni avviene quotidianamente.

Gli agenti di cambio, che possono o meno agire anche come consulenti finanziari, acquistano e vendono azioni per i loro clienti, che possono essere investitori istituzionali o singoli investitori al dettaglio.

Analisti di ricerca azionaria Analista di ricerca azionaria Un analista di ricerca azionaria fornisce copertura di ricerca di società pubbliche e distribuisce tale ricerca ai clienti. Copriamo lo stipendio degli analisti, la descrizione del lavoro, i punti di ingresso nel settore e possibili percorsi di carriera. possono essere impiegati da società di intermediazione mobiliare, società di fondi comuni di investimento, hedge fund o banche di investimento. Si tratta di individui che ricercano società quotate in borsa e tentano di prevedere se è probabile che le azioni di una società aumentino o diminuiscano di prezzo.

Gestori di fondi o gestori di portafoglio, che includono gestori di hedge fund, gestori di fondi comuni di investimento e fondi negoziati in borsa (ETF). Sfoglia centinaia di articoli su trading, investimenti e argomenti importanti che gli analisti finanziari devono conoscere. Informazioni su classi di attività, prezzo delle obbligazioni, rischio e rendimento, azioni e mercati azionari, ETF, momentum, gestori tecnici, sono importanti partecipanti al mercato azionario perché acquistano e vendono grandi quantità di azioni. Se un popolare fondo comune di investimento decide di investire pesantemente in un particolare titolo, quella domanda per il solo titolo è spesso abbastanza significativo da far aumentare notevolmente il prezzo del titolo.

Indici di borsa

La performance complessiva del mercato azionario viene solitamente seguita e riflessa nella performance di vari indici del mercato azionario. Gli indici azionari sono composti da una selezione di azioni progettata per riflettere le prestazioni complessive delle azioni. Gli stessi indici del mercato azionario sono negoziati sotto forma di opzioni e contratti futures, anch'essi negoziati su borse regolamentate.

Tra gli indici chiave del mercato azionario vi sono il Dow Jones Industrial Average (DJIA) Dow Jones Industrial Average (DJIA) Il Dow Jones Industrial Average (DJIA), comunemente indicato anche come "il Dow Jones" o semplicemente "il Dow", è uno degli indici di borsa più popolari e ampiamente riconosciuti, l'indice Standard & Poor's 500 (S&P 500), l'indice Financial Times Stock Exchange 100 (FTSE 100), l'indice Nikkei 225, l'indice NASDAQ Composite e l'indice Hang Seng .

Indici del mercato azionario - Dow Jones, NASDAQ, S & P500

Mercati rialzisti e ribassisti e vendite allo scoperto

Due dei concetti di base del trading in borsa sono i mercati "rialzista" e "ribassista". Il termine mercato rialzista viene utilizzato per riferirsi a un mercato azionario in cui il prezzo delle azioni è generalmente in aumento. Questo è il tipo di mercato in cui prosperano la maggior parte degli investitori, poiché la maggior parte degli investitori azionari sono acquirenti, piuttosto che venditori allo scoperto, di azioni. Esiste un mercato ribassista quando i prezzi delle azioni sono complessivamente in calo di prezzo.

Gli investitori possono ancora trarre profitto anche nei mercati ribassisti attraverso la vendita allo scoperto. La vendita allo scoperto è la pratica di prendere in prestito azioni che l'investitore non detiene da una società di intermediazione che possiede azioni del titolo. L'investitore vende quindi le azioni prese in prestito nel mercato secondario e riceve i soldi dalla vendita di quelle azioni. Se il prezzo delle azioni diminuisce come spera l'investitore, l'investitore può realizzare un profitto acquistando un numero sufficiente di azioni per restituire al broker il numero di azioni che ha preso in prestito a un prezzo totale inferiore a quello che ha ricevuto per la vendita di azioni del titolo prima a un prezzo più alto.

Ad esempio, se un investitore ritiene che le azioni della società "A" possano diminuire dal suo prezzo corrente di $ 20 per azione, l'investitore può depositare quello che è noto come deposito a margine per prendere in prestito 100 azioni del titolo da il suo broker. Quindi vende quelle azioni per $ 20 ciascuna, il prezzo corrente, che gli dà $ 2.000. Se l'azione scende a $ 10 per azione, l'investitore può quindi acquistare 100 azioni per tornare al suo broker per soli $ 1.000, lasciandogli un profitto di $ 1.000.

Analisi delle azioni: capitalizzazione di mercato, EPS e rapporti finanziari

Gli analisti del mercato azionario e gli investitori possono esaminare una serie di fattori per indicare la probabile direzione futura di un titolo, al rialzo o al ribasso del prezzo. Ecco una carrellata di alcune delle variabili più comunemente visualizzate per l'analisi delle scorte.

La capitalizzazione di mercato di un titolo, o capitalizzazione di mercato, è il valore totale di tutte le azioni in circolazione del titolo. Una capitalizzazione di mercato più elevata di solito indica un'azienda più solida e finanziariamente solida.

Le società quotate in borsa sono tenute dagli organismi di regolamentazione della borsa a fornire regolarmente rapporti sugli utili. Questi rapporti, pubblicati trimestralmente e annualmente, sono attentamente osservati dagli analisti di mercato come un buon indicatore dell'andamento degli affari di un'azienda. Tra i fattori chiave analizzati dai rapporti sugli utili vi sono gli utili per azione (EPS) della società, che riflettono i profitti dell'azienda suddivisi tra tutte le azioni in circolazione.

Analisti e investitori esaminano spesso anche una serie di rapporti finanziari intesi a indicare la stabilità finanziaria, la redditività e il potenziale di crescita di una società quotata in borsa. Di seguito sono riportati alcuni dei principali rapporti finanziari presi in considerazione da investitori e analisti:

Rapporto prezzo / utili (P / E) : il rapporto tra il prezzo delle azioni di una società in relazione al suo EPS. Un rapporto prezzo / utili più alto Rapporto prezzo / utili Il rapporto prezzo / utili (rapporto prezzo / utili) è il rapporto tra il prezzo delle azioni di una società e l'utile per azione. Offre agli investitori una migliore percezione del valore di un'azienda. Il P / E mostra le aspettative del mercato ed è il prezzo che devi pagare per unità di guadagni attuali (o futuri) indica che gli investitori sono disposti a pagare prezzi più alti per azione per le azioni della società perché si aspettano che la società cresca e il prezzo delle azioni a salire.

Rapporto debito / capitale proprio : questa è una metrica fondamentale della stabilità finanziaria di una società, poiché mostra quale percentuale delle operazioni di una società viene finanziata dal debito rispetto a quale percentuale viene finanziata dagli investitori azionari. Un rapporto debito / capitale proprio inferiore Gli articoli finanziari di Finance Finance sono progettati come guide di autoapprendimento per apprendere importanti concetti di finanza online al proprio ritmo. Sfoglia centinaia di articoli! , che indica il finanziamento primario da parte degli investitori, è preferibile.

Return on Equity (ROE) Ratio : il ritorno sull'equity Return on Equity (ROE) Return on Equity (ROE) è una misura della redditività di una società che prende il rendimento annuale di una società (reddito netto) diviso per il valore dei suoi azionisti totali ' equità (cioè 12%). Il ROE combina il conto economico e lo stato patrimoniale mentre l'utile o l'utile netto viene confrontato con il patrimonio netto. (ROE) ratio è considerato un buon indicatore del potenziale di crescita di un'azienda, in quanto mostra l'utile netto della società rispetto alla partecipazione totale nella società.

Margine di profitto: Esistono diversi rapporti di margine di profitto che gli investitori possono prendere in considerazione, incluso il margine di profitto operativo Margine operativo Il margine operativo è uguale al reddito operativo diviso per i ricavi. È un rapporto di redditività che misura i ricavi dopo aver coperto le spese operative e non operative di un'azienda. Indicato anche come ritorno sulle vendite e margine di profitto netto Margine di profitto netto Margine di profitto netto (noto anche come "margine di profitto" o "rapporto di margine di profitto netto") è un rapporto finanziario utilizzato per calcolare la percentuale di profitto che un'azienda produce dal suo totale reddito. Misura l'ammontare dell'utile netto che un'azienda ottiene per dollaro di entrate guadagnate. . Il vantaggio di guardare al margine di profitto invece che a un valore assoluto di profitto in dollari è che mostra qual è la redditività percentuale di un'azienda. Per esempio,una società può mostrare un profitto di $ 2 milioni, ma se ciò si traduce solo in un margine di profitto del 3%, qualsiasi calo significativo dei ricavi potrebbe minacciare la redditività dell'azienda.

Altri rapporti finanziari comunemente usati includono il ritorno sugli asset Return on Assets & ROA Formula ROA Formula. Return on Assets (ROA) è un tipo di metrica di ritorno sull'investimento (ROI) che misura la redditività di un'azienda in relazione alle sue attività totali. Questo rapporto indica il rendimento di un'azienda confrontando il profitto (reddito netto) che genera con il capitale investito in attività. (ROA), rendimento dei dividendi, rapporto prezzo / valore contabile (P / B), rapporto corrente Gli articoli finanziari di Finance Finance sono progettati come guide di autoapprendimento per apprendere importanti concetti di finanza online al proprio ritmo. Sfoglia centinaia di articoli! e il rapporto di rotazione dell'inventario Fatturato dell'inventario Il fatturato dell'inventario, o indice di rotazione dell'inventario, è il numero di volte in cui un'azienda vende e sostituisce le scorte di merci durante un determinato periodo.Considera il costo delle merci vendute, rispetto al suo inventario medio per un anno o in un determinato periodo di tempo. .

Mercati azionari di tutto il mondo

Due approcci di base agli investimenti in borsa: investimento in valore e investimento in crescita

Esistono innumerevoli metodi di selezione dei titoli utilizzati da analisti e investitori, ma praticamente tutti sono una forma o l'altra delle due strategie di acquisto di azioni di base di investimento di valore o investimento di crescita.

Investitori di valore Investimento azionario: una guida all'investimento di valore Dalla pubblicazione di "The Intelligent Investor" di Ben Graham, ciò che è comunemente noto come "investimento di valore" è diventato uno dei metodi di selezione dei titoli più ampiamente rispettati e ampiamente seguiti. in genere investe in società consolidate che hanno dimostrato una redditività costante per un lungo periodo di tempo e possono offrire reddito da dividendi regolare. L'investimento value è più focalizzato sull'evitare il rischio rispetto all'investimento sulla crescita, sebbene gli investitori value cerchino di acquistare azioni quando considerano il prezzo delle azioni un affare sottovalutato.

Investitori in crescita Investimenti in azioni: una guida agli investimenti in crescita Gli investitori possono trarre vantaggio dalle nuove strategie di investimento in crescita per perfezionare in modo più preciso azioni o altri investimenti che offrono un potenziale di crescita superiore alla media. cercare società con un potenziale di crescita eccezionalmente elevato, sperando di ottenere il massimo apprezzamento del prezzo delle azioni. Di solito sono meno interessati al reddito da dividendi e sono più disposti a rischiare di investire in società relativamente giovani. I titoli tecnologici, a causa del loro elevato potenziale di crescita, sono spesso favoriti dagli investitori in crescita.

Risorse addizionali

Mentre continuano a sorgere nuove aree di investimento come il trading forex e le criptovalute, il trading di azioni rimane la forma più popolare di investimento in tutto il mondo tra gli investitori istituzionali e individuali.

  • Tipi di mercati - Dealer, broker, scambi Tipi di mercati - Dealer, broker, Exchange I mercati includono broker, dealer e mercati di scambio. Ogni mercato opera sotto diversi meccanismi di negoziazione, che influenzano la liquidità e il controllo. I diversi tipi di mercato consentono diverse caratteristiche di trading, delineate in questa guida
  • Meccanismi di negoziazione Meccanismi di negoziazione I meccanismi di negoziazione si riferiscono ai diversi metodi di negoziazione delle attività. I due principali tipi di meccanismi di trading sono i meccanismi di trading basati sulle quotazioni e sugli ordini
  • Investire: una guida per principianti Investire: una guida per principianti La guida Finance's Investing for Beginners ti insegnerà le basi dell'investimento e come iniziare. Scopri le diverse strategie e tecniche per il trading e i diversi mercati finanziari in cui puoi investire.
  • Strategie di investimento azionario Strategie di investimento azionario Le strategie di investimento azionario riguardano i diversi tipi di investimento azionario. Queste strategie sono in particolare valore, crescita e investimento in indici. La strategia scelta da un investitore è influenzata da una serie di fattori, come la situazione finanziaria dell'investitore, gli obiettivi di investimento e la tolleranza al rischio.

Raccomandato

Cosa sono le spese autonome?
Cos'è Fannie Mae?
Quali sono i Global Investment Performance Standards (GIPS)?