Cosa sono i rapporti di efficienza?

I rapporti di efficienza sono metriche utilizzate per analizzare la capacità di un'azienda di impiegare efficacemente le proprie risorse, come capitale e beni, per produrre reddito. I rapporti servono come confronto tra le spese effettuate e le entrate generate, riflettendo essenzialmente il tipo di ritorno in termini di entrate o profitto che un'azienda può ottenere dall'importo che spende per gestire la propria attività.

Rapporti di efficienza

Più un'azienda è gestita e opera in modo efficiente, più è probabile che generi la massima redditività per i suoi proprietari e azionisti nel lungo periodo.

Gli analisti finanziari possono esaminare una varietà di rapporti di efficienza per effettuare una valutazione onnicomprensiva dell'efficienza operativa complessiva di un'azienda, poiché diversi rapporti di efficienza si concentrano su diverse aree operative, come il modo in cui un'azienda gestisce le proprie risorse, il flusso di cassa e le scorte.

Rapporti di efficienza nell'analisi finanziaria

In sostanza, gli analisti finanziari considerano i rapporti di efficienza una misura importante delle prestazioni attuali e a breve termine di un'organizzazione.

Gli analisti in genere passano in rassegna i rendiconti finanziari dell'azienda, come lo stato patrimoniale e il conto economico, per aggregare i numeri per i calcoli dell'efficienza. Ad esempio, COGS, attività correnti Attività correnti Le attività correnti sono tutte le attività che possono essere ragionevolmente convertite in contanti entro un anno. Sono comunemente usati per misurare la liquidità di un'azienda. , o passività correnti Passività correnti Le passività correnti sono obbligazioni finanziarie di un'entità aziendale che sono dovute e pagabili entro un anno. Una società le mostra in bilancio. Una passività si verifica quando una società ha subito una transazione che ha generato un'aspettativa per un futuro deflusso di denaro o altre risorse economiche. i dati sono necessari per alcuni rapporti di efficienza.

Dopo aver analizzato i numeri, è bene confrontare i rapporti di efficienza con le società simili del settore per avere un'idea di come si comporta l'azienda rispetto alla concorrenza.

Nel complesso, esiste un'elevata correlazione tra rapporti di efficienza e rapporti di redditività. Quando le aziende allocano in modo efficiente le proprie risorse, diventano redditizie. Pertanto, se i rapporti di efficienza sono stati migliorati nel tempo, ciò potrebbe indicare che l'azienda è diventata più redditizia.

Esempi di rapporti di efficienza

Tra i rapporti di efficienza più popolari ci sono i seguenti:

1. Rapporto di rotazione dell'inventario

Il rapporto di rotazione delle scorte è espresso come il numero di volte in cui un'impresa vende le sue scorte di merci in un dato periodo di tempo. Il rapporto è calcolato prendendo il costo dei beni venduti Il costo dei beni venduti (COGS) Il costo dei beni venduti (COGS) misura il "costo diretto" sostenuto nella produzione di qualsiasi bene o servizio. Comprende il costo del materiale, il costo del lavoro diretto e le spese generali di fabbrica dirette ed è direttamente proporzionale ai ricavi. Man mano che le entrate aumentano, sono necessarie più risorse per produrre i beni o servizi. Il costo del venduto è spesso superiore all'inventario medio Inventario L'inventario è un conto delle attività correnti che si trova nel bilancio, costituito da tutte le materie prime, i prodotti in corso di lavorazione e i prodotti finiti accumulati da un'azienda. È spesso considerato il più illiquido di tutte le attività correnti, quindi,è escluso dal numeratore nel calcolo del rapporto rapido. per un determinato periodo di tempo (ad es. 1 anno).

Rapporto fatturato inventario

2. Rapporto di rotazione della contabilità clienti

Coefficiente di fatturato della contabilità clienti

Dove:

  • Le vendite nette di credito sono vendite in cui i proventi vengono raccolti in un secondo momento. Vendite nette a credito = Vendite a credito - Rendite di vendita - Abbuoni di vendita.
  • La media dei conti attivi è la somma dei saldi iniziali e finali della contabilità clienti nel periodo di tempo (ad esempio, mensile o trimestrale), divisa per 2.

Il rapporto dei crediti verso clienti valuta l'efficienza della riscossione dei ricavi. Misura il numero di volte in cui una società incassa i suoi crediti medi in un dato periodo.

3. Rapporto fatturato da pagare

Rapporto fatturato da pagare

Dove:

  • Acquisti a credito netto = Costo delle merci vendute (COGS) + Saldo inventario finale - Saldo inventario iniziale per un periodo specificato. Tuttavia, questa è la formula per gli acquisti in generale. Gli acquisti netti a credito sono solo gli acquisti effettuati a credito. In alternativa, poiché il numero di acquisti netti di crediti è difficile da trovare, gli analisti spesso sostituiscono COGS come numeratore.
  • La media dei saldi da pagare è la somma dei saldi iniziali e finali della contabilità fornitori in un periodo di tempo (ad esempio, mensile o trimestrale), divisa per 2. Entrambi i saldi possono essere trovati sul bilancio della società.

Il rapporto di rotazione dei conti da pagare rappresenta il numero medio di volte in cui un'azienda paga i suoi creditori durante un periodo contabile. Il rapporto serve anche come misura della liquidità a breve termine. Un rapporto di fatturato pagabile più elevato è favorevole, in quanto consente all'azienda di trattenere contanti più a lungo. Questo, a sua volta, riduce il deficit di finanziamento del capitale circolante o il ciclo del capitale circolante Ciclo del capitale circolante Il ciclo del capitale circolante per un'azienda è il tempo necessario per convertire il capitale circolante netto totale (attività correnti meno passività correnti) in liquidità. Le aziende in genere cercano di gestire questo ciclo vendendo rapidamente l'inventario, raccogliendo rapidamente le entrate e pagando le bollette lentamente, per ottimizzare il flusso di cassa. .

Esempio

La società ABC ha registrato acquisti annuali a credito di $ 128.457 e rendimenti di $ 11.000 durante l'anno terminato il 31 dicembre 2018. I conti pagabili all'inizio e alla fine dell'anno erano rispettivamente di $ 12.555 e $ 26.121. L'azienda vuole misurare quante volte ha pagato i suoi creditori durante l'anno fiscale.

Rapporto fatturato da pagare - Esempio

Secondo il calcolo del campione, i conti fornitori dell'azienda sono stati girati circa 6,07 volte durante l'anno. È pratica comune arrotondare il rapporto a 0 punti decimali. In questo caso, lo arrotondiamo a 6.

4. Rapporto di rotazione degli asset

Rapporto di rotazione degli asset

Dove:

  • Vendite nette = vendite meno resi, sconti sulle vendite e sconti sulle vendite
  • Attività totali medie = ( Attività totali alla fine del periodo + Attività totali all'inizio del periodo) / 2.

Nota: gli analisti possono utilizzare asset medi o di fine periodo.

Immagina che la società HBC riporti un valore delle attività totali iniziali di $ 299.950 e delle attività totali finali pari a $ 287.666. Nello stesso periodo di tempo, la società ha generato vendite per $ 350.555, con un ritorno sulle vendite di $ 16.000.

In tal caso, il rapporto di rotazione degli asset per la società HBC viene calcolato come segue:

Rapporto di rotazione degli asset - Esempio

Pertanto, ogni dollaro in attività totali genera $ 1,1386 in vendite.

Alla fine, i rapporti di efficienza sono utili per la direzione di un'azienda nella valutazione delle operazioni del business. Inoltre, gli investitori e gli istituti di credito utilizzano i rapporti quando conducono l'analisi finanziaria delle società per decidere se rappresentano un buon investimento o un mutuatario con merito di credito.

Letture correlate

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Rapporti specifici della banca Rapporti specifici della banca I rapporti specifici della banca, come il margine di interesse netto (NIM), l'accantonamento per perdite su crediti (PCL) e l'indice di efficienza sono esclusivi del settore bancario. Analogamente alle aziende di altri settori, le banche hanno rapporti specifici per misurare la redditività e l'efficienza progettati per adattarsi alle loro operazioni aziendali uniche.
  • Rapporti di leva finanziaria Rapporti di leva finanziaria Un rapporto di leva finanziaria indica il livello di debito contratto da un'entità aziendale rispetto a diversi altri conti nel suo stato patrimoniale, conto economico o rendiconto finanziario. Modello di Excel
  • Indice di redditività Indice di redditività Gli indici di redditività sono metriche finanziarie utilizzate da analisti e investitori per misurare e valutare la capacità di un'azienda di generare reddito (profitto) relativo a entrate, attività di bilancio, costi operativi e patrimonio netto durante un periodo di tempo specifico . Mostrano quanto bene un'azienda utilizza le sue risorse per produrre profitto
  • Glossario dei rapporti di analisi finanziaria Glossario dei rapporti di analisi finanziaria Glossario dei termini e delle definizioni dei termini comuni dei rapporti di analisi finanziaria. È importante avere una comprensione di questi termini importanti.

Raccomandato

Cos'è la funzione RANK?
Come aggiungere un asse secondario in Excel?
Cos'è Excel Consolidate?