Cos'è il consumo?

Il consumo è definito come l'uso di beni e servizi da parte di una famiglia. È una componente nel calcolo del prodotto interno lordo (PIL). Prodotto interno lordo (PIL) Il prodotto interno lordo (PIL) è una misura standard della salute economica di un paese e un indicatore del suo tenore di vita. Inoltre, il PIL può essere utilizzato per confrontare i livelli di produttività tra diversi paesi. I macroeconomisti utilizzano tipicamente il consumo come proxy dell'economia complessiva.

Quando valuta un'azienda, un analista finanziario esamina le tendenze di consumo nel settore aziendale. È un passaggio importante, poiché aiuta l'analista con la sezione delle ipotesi del modello finanziario. Modellazione finanziaria Risorse e guide gratuite di modellazione finanziaria per apprendere i concetti più importanti al proprio ritmo. Questi articoli ti insegneranno le migliori pratiche di modellazione finanziaria con centinaia di esempi, modelli, guide, articoli e altro ancora. Scopri cos'è la modellazione finanziaria, come costruire un modello, competenze in Excel, suggerimenti e trucchi

Consumi - Braccio con borse della spesa

Consumo nell'economia neoclassica

Gli economisti neoclassici vedono il consumo come lo scopo finale di un'attività economica, quindi, il valore per persona è un fattore importante nel determinare il successo produttivo in un'economia. Economia di mercato L'economia di mercato è definita come un sistema in cui la produzione di beni e servizi è impostata in base ai mutevoli desideri e capacità del mercato

I macroeconomisti utilizzano questa misura economica per due ragioni. Il primo è valutare il risparmio aggregato in ciascuna famiglia; i risparmi si riferiscono alla quota di reddito non utilizzata per il consumo di beni e servizi. Il risparmio aggregato nell'economia alimenta l'offerta nazionale di capitale. Pertanto, può essere utilizzato per valutare la capacità produttiva a lungo termine di un'economia.

In secondo luogo, il comportamento di consumo fornisce una buona misura della produzione nazionale totale nell'economia. La produzione totale può essere utilizzata per comprendere le ragioni delle fluttuazioni macroeconomiche nel ciclo economico Ciclo economico Un ciclo economico è un ciclo di fluttuazioni del prodotto interno lordo (PIL) attorno al suo tasso di crescita naturale a lungo termine. Spiega l'espansione e la contrazione dell'attività economica che un'economia sperimenta nel tempo. .

I dati sul comportamento possono essere utilizzati per misurare la povertà, comprendere il tasso di pensionamento nelle famiglie e testare le teorie della concorrenza nell'economia. I dati delle famiglie consentono ai macroeconomisti di comprendere il comportamento di spesa e le cifre possono essere utilizzate per esaminare le relazioni tra i consumi e fattori come la disoccupazione Disoccupazione strutturale La disoccupazione strutturale è un tipo di disoccupazione causato dalla discrepanza tra le competenze possedute dalla popolazione disoccupata e i posti di lavoro disponibile sul mercato. La disoccupazione strutturale è un evento di lunga durata causato da cambiamenti fondamentali nell'economia. e costi di istruzione.

Importanza del consumo

Gli economisti moderni danno molta importanza al livello di consumo nell'economia perché caratterizza il sistema economico in cui opera attualmente il paese.

1. L'inizio di tutta l'attività economica

Il consumo è l'inizio di tutta l'attività economica umana. Se una persona desidera qualcosa, agirà per soddisfare questo desiderio. Il risultato di un tale sforzo è il consumo, che significa anche soddisfazione dei desideri umani.

2. Fine delle attività economiche

Se, ad esempio, una persona desidera un panino, si sforzerà di preparare il panino. Una volta prodotto, il cibo viene consumato, con conseguente fine di un'attività economica.

3. Il consumo guida la produzione

Secondo l'economista Adam Smith, "Il consumo è l'unico scopo di tutta la produzione". Significa che la produzione di beni e servizi dipende dal livello di consumo.

4. Teorie economiche

Lo studio della teoria del consumo ha aiutato gli economisti a formulare numerose teorie come la Legge della domanda, il concetto di surplus del consumatore e la Legge dell'utilità marginale decrescente. Queste teorie aiutano gli analisti a capire come il comportamento individuale influisce sugli input e output nell'economia.

5. Teorie del governo

Le abitudini di consumo aiutano anche il governo a formulare teorie. L'aliquota salariale minima e l'aliquota fiscale sono determinate in base alle abitudini degli individui. Aiuta anche il governo a prendere decisioni sulla produzione di merci essenziali e non essenziali in un paese. Fornisce inoltre al governo informazioni sul rapporto risparmio / spesa nell'economia.

6. Teoria del reddito e dell'occupazione

Il consumo gioca un ruolo importante nella teoria del reddito e dell'occupazione sotto l'economia keynesiana, come avanzata da John Maynard Keynes. La teoria keynesiana afferma che se il consumo di beni e servizi non aumenta la domanda di tali beni e servizi, porta a un calo della produzione. Una diminuzione della produzione significa che le imprese licenzieranno i lavoratori, con conseguente disoccupazione. Il consumo aiuta quindi a determinare il reddito e la produzione in un'economia.

Ciclo di consumo

Consumi e ciclo economico

La spesa per consumi nel settore privato rappresenta i due terzi del prodotto interno lordo (PIL). Il restante terzo è costituito dalla spesa pubblica e dalle esportazioni nette. Il consumo privato è suddiviso in tre categorie: beni durevoli definiti come beni con una durata superiore a tre anni, servizi che includono viaggi e riparazioni auto e beni non durevoli come cibo e acqua che possono essere consumati immediatamente.

Il flusso di consumo e la spesa (spesa per consumi) possono aiutare gli analisti a comprendere le fluttuazioni nel ciclo economico. I produttori di beni durevoli guadagnano solo dalla vendita del prodotto iniziale (spesa), non dal consumo dei beni dopo l'acquisto.

Quindi, è la spesa e non il flusso di consumo che determina la prosperità economica a breve termine. A causa della natura dei beni durevoli, gli economisti hanno creato un quadro di ottimizzazione razionale per tenere conto dei beni. Durante una recessione economica, il consumo di beni durevoli diminuisce perché i beni richiedono un investimento significativo ei consumatori rimandano gli acquisti finché le condizioni economiche non migliorano.

Quando l'economia si riprende, la spesa in beni durevoli aumenta e diventa più volatile della spesa in beni non durevoli. Una variazione dei tassi di interesse, delle aliquote fiscali o di altre misure di stimolo influisce sulla spesa per i beni durevoli più di qualsiasi altro tipo di spesa.

Risorse addizionali

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Global Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale . Per continuare a far avanzare la tua carriera, le risorse finanziarie aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Formula del surplus del consumatore Formula del surplus del consumatore Il surplus del consumatore è una misura economica per calcolare il vantaggio (cioè il surplus) di ciò che i consumatori sono disposti a pagare per un bene o servizio rispetto al suo prezzo di mercato. La formula del surplus del consumatore si basa su una teoria economica dell'utilità marginale.
  • Propensione marginale al consumo Propensione marginale al consumo La propensione marginale al consumo (MPC) si riferisce alla sensibilità del consumo in una data economia alle variazioni unitarie dei livelli di reddito. Il concetto di MPC funziona in modo simile all'elasticità del prezzo, in cui è possibile trarre nuove intuizioni osservando l'entità del cambiamento nel consumo
  • Effetto rete Effetto rete L'effetto rete è un fenomeno in cui gli utenti presenti di un prodotto o servizio beneficiano in qualche modo quando il prodotto o servizio viene adottato da utenti aggiuntivi. Questo effetto viene creato da molti utenti quando viene aggiunto valore al loro utilizzo del prodotto. L'esempio più grande e più noto di un effetto di rete è Internet.
  • Beni normali Beni normali I beni normali sono un tipo di beni la cui domanda mostra una relazione diretta con il reddito di un consumatore. Significa che la domanda di tali beni aumenta con

Raccomandato

Qual è il principio di divulgazione completa?
Come terminare un'e-mail - Chiusura di lettere
Qual è la legge di approvvigionamento?