Cosa sono i rapporti di attività?

I rapporti di attività sono metriche finanziarie utilizzate per valutare l'efficienza delle operazioni di un'azienda. Il termine può includere diversi rapporti che possono essere applicati all'efficienza con cui un'azienda impiega il proprio capitale o le proprie attività.

Rapporti di attività

I rapporti di attività sono utili per confrontare l'andamento delle prestazioni di un'azienda nel tempo in un'analisi di dichiarazione orizzontale o il rendimento di un'azienda rispetto ai suoi pari in un'analisi di società comparabile Analisi di società comparabili Come eseguire analisi di società comparabili. Questa guida mostra passo dopo passo come costruire analisi aziendali comparabili ("Comps"), include un modello gratuito e molti esempi. Comps è una metodologia di valutazione relativa che esamina i rapporti di società pubbliche simili e li utilizza per ricavare il valore di un'altra attività. Sono anche conosciuti come rapporti di turnover o rapporti di efficienza operativa.

Categorie di rapporti di attività

I rapporti di attività sono classificati in tre categorie principali:

1. Capitale circolante

Il capitale circolante, denominato anche capitale operativo, è l'eccedenza delle attività correnti Attività correnti Le attività correnti sono tutte le attività che possono essere ragionevolmente convertite in contanti entro un anno. Sono comunemente usati per misurare la liquidità di un'azienda. oltre le passività correnti Passività correnti Le passività correnti sono obbligazioni finanziarie di un'entità aziendale che sono dovute e pagabili entro un anno. Una società le mostra in bilancio. Una passività si verifica quando una società ha subito una transazione che ha generato un'aspettativa per un futuro deflusso di denaro o altre risorse economiche. . Il livello del capitale circolante fornisce una panoramica della capacità di un'azienda di far fronte alle passività correnti alla scadenza. Il raggiungimento di un capitale circolante positivo è essenziale;tuttavia il capitale circolante non dovrebbe essere troppo grande per non vincolare capitale che può essere utilizzato altrove.

Ci sono tre componenti principali del capitale circolante:

  1. Crediti
  2. Inventario
  3. Debiti

I tre conti sono utili per determinare il ciclo di conversione in contanti Ciclo di conversione in contanti Il ciclo di conversione in contanti (CCC) è una metrica che mostra il tempo impiegato da un'azienda per convertire i propri investimenti in inventario in contanti. La formula del ciclo di conversione in contanti misura la quantità di tempo, in giorni, necessaria a un'azienda per trasformare le proprie risorse in denaro. Formula, una metrica importante che misura il tempo in giorni in cui un'azienda può convertire il proprio inventario in contanti.

Crediti

Il fatturato della contabilità clienti misura l'efficienza con cui un'azienda è in grado di gestire le proprie vendite a credito e convertire i propri crediti in contanti.

Fatturato dei crediti = Entrate / Crediti medi

Un turnover di crediti elevato segnala che un'azienda è in grado di convertire i propri crediti in contanti molto rapidamente, mentre un turnover di crediti basso segnala che un'azienda non è in grado di convertire i propri crediti con la rapidità che dovrebbe.

I giorni di vendita eccezionali (DSO) misurano il numero di giorni necessari per convertire le vendite a credito in contanti.

Giorni di vendita in sospeso = Numero di giorni nel periodo / Fatturato dei crediti

Inventario

Il turnover dell'inventario misura l'efficienza con cui un'azienda è in grado di gestire il proprio inventario.

Fatturato inventario = Costo delle merci vendute / Inventario medio

Un basso indice di rotazione dell'inventario è un segno che l'inventario si sta muovendo troppo lentamente e sta vincolando il capitale. D'altra parte, un'azienda con un elevato rapporto di rotazione dell'inventario può spostare l'inventario a un ritmo rapido; tuttavia, se il turnover delle scorte è troppo alto, può portare a carenze e vendite perse.

I giorni di inventario disponibile (DOH) misurano il numero di giorni necessari per vendere il saldo dell'inventario.

Giorni di inventario disponibile = Numero di giorni nel periodo / Fatturato inventario

Debiti

Il turnover dei debiti misura la velocità con cui un'azienda sta pagando i suoi debiti verso i creditori.

Fatturato debiti = Costo delle merci vendute / Debiti medi

Un turnover di debiti basso può indicare condizioni di credito clementi o un'incapacità per un'azienda di pagare i suoi creditori. Un elevato turnover dei debiti può indicare che un'azienda paga i creditori troppo velocemente o è in grado di usufruire di sconti per pagamenti anticipati.

Days of Payables Outstanding (DPO) misura il numero di giorni necessari per estinguere i creditori.

Giorni di debiti in sospeso = Numero di giorni nel periodo / Fatturato dei debiti

Ciclo di conversione in contanti

Come notato in precedenza, il ciclo di conversione in contanti è una metrica importante per determinare l'efficienza con cui un'azienda può convertire le proprie scorte in contanti. Le aziende vogliono ridurre al minimo il loro ciclo di conversione in contanti in modo da ricevere denaro dalle vendite di inventario il più rapidamente possibile. La metrica indica l'efficienza complessiva dell'utilizzo del capitale circolante / delle attività operative di un'azienda.

Ciclo di conversione in contanti = DSO + DIH - DPO

2. Immobilizzazioni

Le immobilizzazioni sono attività non correnti e sono attività materiali a lungo termine non operative, ovvero non utilizzate nelle attività quotidiane di un'azienda. Le immobilizzazioni si riferiscono solitamente ad attività materiali che si prevede forniscano un beneficio economico in futuro, come immobili, impianti e macchinari (DPI), mobili, macchinari, veicoli, edifici e terreni.

Il fatturato delle immobilizzazioni misura l'efficienza con cui un'azienda sta utilizzando i suoi cespiti.

Fatturato delle immobilizzazioni = Entrate / Immobilizzazioni nette medie

Un rapporto alto indica che un'azienda potrebbe dover investire di più in spese in conto capitale (capex) e un rapporto basso potrebbe indicare che troppo capitale è vincolato in immobilizzazioni.

3. Attività totali

Il totale dell'attivo si riferisce a tutte le attività iscritte nel bilancio di un'impresa, sia operative che non operative (correnti e pluriennali). Il turnover totale delle attività è una misura dell'efficienza con cui un'azienda sta utilizzando le sue attività totali.

Fatturato totale delle attività = Entrate / Attività totali medie

Un rapporto alto indica che un'azienda sta utilizzando il proprio patrimonio totale in modo molto efficiente o che non possiede molti beni, per cominciare. Un rapporto basso indica che troppo capitale è impegnato nelle attività e che le attività non vengono utilizzate in modo efficiente per generare entrate.

Letture correlate

Finance offre la certificazione CBCA ™ Certified Banking & Credit Analyst (CBCA) ™ L'accreditamento Certified Banking & Credit Analyst (CBCA) ™ è uno standard globale per gli analisti del credito che copre finanza, contabilità, analisi del credito, analisi del flusso di cassa, modelli di covenant, prestito rimborsi e altro ancora. programma di certificazione per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e sviluppare la tua knowledge base, esplora le risorse pertinenti aggiuntive di seguito:

  • Rapporti di analisi del credito Rapporti di analisi del credito I rapporti di analisi del credito sono strumenti che assistono il processo di analisi del credito. Questi rapporti aiutano gli analisti e gli investitori a determinare se gli individui o le società sono in grado di adempiere agli obblighi finanziari. L'analisi del credito coinvolge aspetti sia qualitativi che quantitativi.
  • Rapporti finanziari Rapporti finanziari I rapporti finanziari vengono creati utilizzando valori numerici presi dal bilancio per ottenere informazioni significative su un'azienda
  • Rapporti di leva finanziaria Rapporti di leva finanziaria Un rapporto di leva finanziaria indica il livello di debito contratto da un'entità aziendale rispetto a diversi altri conti nel suo stato patrimoniale, conto economico o rendiconto finanziario. Modello di Excel
  • Indice di redditività Indice di redditività Gli indici di redditività sono metriche finanziarie utilizzate da analisti e investitori per misurare e valutare la capacità di un'azienda di generare reddito (profitto) relativo a entrate, attività di bilancio, costi operativi e patrimonio netto durante un periodo di tempo specifico . Mostrano quanto bene un'azienda utilizza le sue risorse per produrre profitto

Raccomandato

Che cos'è una riorganizzazione di tipo A?
Software vs Excel nella modellazione finanziaria
Cos'è il Depository Trust and Clearing Corporation (DTCC)?