Cosa sono gli indicatori economici?

Un indicatore economico è una metrica utilizzata per valutare, misurare e valutare lo stato di salute generale della macroeconomia. Gli indicatori economici vengono spesso raccolti da un'agenzia governativa o da un'organizzazione privata di business intelligence sotto forma di censimento o indagine, che viene quindi analizzata ulteriormente per generare un indicatore economico.

Indicatori economici

Gli analisti finanziari e gli investitori tengono traccia degli indicatori macroeconomici perché l'economia è una fonte di rischio sistematico Rischio sistematico Il rischio sistematico è quella parte del rischio totale causato da fattori al di fuori del controllo di una specifica azienda o individuo. Il rischio sistematico è causato da fattori esterni all'organizzazione. Tutti gli investimenti o titoli sono soggetti a rischio sistematico e, pertanto, è un rischio non diversificabile. che influenza la crescita o il declino di tutti i settori e le aziende.

Qual è l'indicatore economico primario?

Prodotto interno lordo (PIL)

La formula del PIL del prodotto interno lordo (PIL) La formula del PIL è composta da consumi, spesa pubblica, investimenti ed esportazioni nette. Suddividiamo la formula del PIL in passaggi in questa guida. Il prodotto interno lordo (PIL) è il valore monetario, in valuta locale, di tutti i beni e servizi economici finali prodotti in un paese durante un periodo di tempo specifico. è ampiamente accettato come indicatore principale della performance macroeconomica. Il PIL, come valore assoluto, mostra la dimensione complessiva di un'economia, mentre le variazioni del PIL, spesso misurate come crescita reale del PIL, mostrano la salute generale dell'economia.

Il PIL è costituito da quattro componenti, ovvero:

  1. Consumo
  2. Investimento
  3. Spesa del governo
  4. Esportazioni nette

Finora, l'unico paese a non utilizzare il PIL come misura economica è il Regno del Bhutan, che utilizza come alternativa l'indice di felicità nazionale lorda.

Tuttavia, per tutti i suoi usi, il PIL non è una misura perfetta dell'economia. È perché il PIL può variare in base alla definizione politica anche se non ci sono cambiamenti nell'economia. Ad esempio, l'UE ha imposto una regola sull'indebitamento secondo cui un paese dovrebbe mantenere un deficit entro il 3% del suo PIL. Stimando e includendo il mercato nero nei suoi calcoli del PIL, l'Italia ha incrementato la sua economia dell'1,3%. Ha dato al governo italiano più libertà nella spesa di bilancio.

Un altro problema relativo alla dipendenza dal PIL come indicatore economico è che viene pubblicato ogni tre mesi. Per prendere decisioni tempestive, vengono utilizzati indicatori economici alternativi che vengono rilasciati più frequentemente. Tali indicatori, selezionati sulla base di un elevato valore predittivo in relazione al PIL, vengono utilizzati per prevedere lo stato generale dell'economia.

Quali sono altri indicatori economici?

Indice del responsabile degli acquisti (PMI)

Negli Stati Uniti, uno degli indicatori economici più seguiti è l'indice del responsabile degli acquisti dell'Institute of Supply Management o PMI in breve. Il PMI dell'ISM è un sondaggio inviato alle aziende che abbracciano tutto il North American Industry Classification System (NAICS) North American Industry Classification System (NAICS) Il North American Industry Classification System (NAICS) è un sistema di codifica gerarchico che raggruppa le aziende in settori. La NAICS organizza categorie per raccogliere informazioni sui livelli di produzione, nuovi ordini, inventari, consegne, arretrato e occupazione. Le informazioni raccolte possono essere utilizzate per prevedere la fiducia complessiva delle imprese all'interno dell'economia e aiutano a determinare se mostra una prospettiva espansiva o restrittiva.

Uno dei motivi per cui il PMI è uno degli indicatori economici più seguiti è a causa della sua forte correlazione con il PIL, pur essendo uno dei primi indicatori economici ad essere pubblicato mensilmente. La componente PIL a cui il PMI si riferisce più da vicino è la componente di investimento.

PMI manifatturiero ISMLegenda: linea bianca: prezzo paniere PIL reale degli Stati Uniti0; Linea blu: ISM PMI

Indice di acquisto dei consumatori (CPI)

Sebbene non sia direttamente correlata al PIL, l'inflazione è un indicatore chiave per gli analisti finanziari a causa del suo effetto significativo sulla performance dell'azienda e degli asset. L'inflazione erode il valore nominale di un'attività, il che porta a un tasso di sconto più elevato. Basato sul principio fondamentale del Time Value of Money (TVM) Time Value of Money Il valore temporale del denaro è un concetto finanziario di base che sostiene che il denaro nel presente vale più della stessa somma di denaro da ricevere in futuro . Questo è vero perché il denaro che hai in questo momento può essere investito e guadagnare un rendimento, creando così una maggiore quantità di denaro in futuro. (Inoltre, con future, significa che i flussi di cassa futuri valgono meno in termini attuali.

Per misurare l'inflazione, uno degli indicatori più seguiti è l'indice di acquisto dei consumatori (CPI). Il CPI misura la variazione dei prezzi di un paniere di beni, rispetto a un anno base. La formula è la seguente:

Formula CPI

Un paniere è aggregato dai beni o servizi di consumo più consumati. Il prezzo del paniere viene quindi misurato rispetto allo stesso paniere nell'anno base. Il CPI include diverse varianti.

L'IPC principale è l'IPC esclusi i prezzi dei prodotti energetici e alimentari. È perché i mercati dell'energia e delle materie prime alimentari sperimentano un'elevata volatilità dei prezzi. La rimozione dei due elementi fornisce una misura più stabile del CPI.

Attributi degli indicatori economici

Un indicatore economico può possedere uno dei tre seguenti attributi:

1. Prociclico

È un indicatore che si muove in una direzione simile all'economia. Ad esempio, il PIL è prociclico perché aumenta se l'economia sta andando bene. Se l'economia non va bene (cioè la recessione), il PIL diminuisce.

2. Anticiclico

È un indicatore che si muove nella direzione opposta dell'economia. Ad esempio, il tasso di disoccupazione diminuisce se l'economia è fiorente.

3. Aciclico

È un indicatore che non ha alcuna relazione con l'economia.

Elenco degli indicatori economici

Ecco un elenco degli indicatori economici principali e in ritardo più comuni:

Indicatori principali

  • Performance del mercato azionario
  • Dati sulle vendite al dettaglio
  • Permessi di costruire e nuovi alloggi
  • Livello di attività di produzione
  • Saldi di magazzino

Indicatori di ritardo

  • Crescita del PIL
  • Crescita / declino del reddito e dei salari
  • Tasso di disoccupazione
  • CPI (inflazione)
  • Tassi di interesse (rischio / calo)
  • Profitti aziendali

Spiegazione video degli indicatori economici

Guarda il breve video di seguito per comprendere rapidamente i concetti principali trattati qui, inclusi cosa sono gli indicatori economici, gli indicatori economici primari e altri e gli indicatori anticipatori e ritardati.

Letture correlate

Finance è un fornitore leader di corsi di modellazione finanziaria per professionisti dell'investment banking. Per aiutarti ad avanzare nella tua carriera, controlla le risorse finanziarie aggiuntive di seguito:

  • Prodotto nazionale lordo Prodotto nazionale lordo Il prodotto nazionale lordo (PNL) è una misura del valore di tutti i beni e servizi prodotti dai residenti e dalle imprese di un paese. Stima il valore dei prodotti e servizi finali fabbricati dai residenti di un paese, indipendentemente dal luogo di produzione.
  • Rapporto tra capitalizzazione di mercato e PIL (indicatore Buffett) Rapporto tra capitalizzazione di mercato e PIL (indicatore Buffett) Il rapporto tra capitalizzazione di mercato e PIL (noto anche come indicatore Buffett) è una misura del valore totale di tutte le azioni quotate in borsa in un paese, diviso per il prodotto interno lordo (PIL) di quel paese. È utilizzato come un modo ampio per valutare se il mercato azionario del paese è sopravvalutato o sottovalutato, rispetto a una media
  • Economia di mercato Economia di mercato L'economia di mercato è definita come un sistema in cui la produzione di beni e servizi è impostata in base ai mutevoli desideri e capacità del mercato
  • Parità del potere d'acquisto Parità del potere d'acquisto Il concetto di parità del potere d'acquisto (PPP) viene utilizzato per effettuare confronti multilaterali tra i redditi nazionali e gli standard di vita dei diversi paesi. Il potere d'acquisto è misurato dal prezzo di uno specifico paniere di beni e servizi. Pertanto, la parità tra due paesi implica che un'unità di valuta in un paese comprerà

Raccomandato

Cosa sono le quote di importazione?
Cos'è la liquidità?
Cos'è un paradiso fiscale?