Cosa sono le teorie sulla leadership?

Le teorie sulla leadership sono scuole di pensiero portate avanti per spiegare come e perché alcuni individui diventano leader. Le teorie enfatizzano i tratti Tratti di leadership I tratti di leadership si riferiscono a qualità personali che definiscono leader efficaci. La leadership si riferisce alla capacità di un individuo o di un'organizzazione di guidare individui, team o organizzazioni verso il raggiungimento di scopi e obiettivi. La leadership svolge una funzione importante nella gestione e nei comportamenti che gli individui possono adottare per rafforzare le proprie capacità di leadership.

Teorie sulla leadership

I primi studi sulla psicologia della leadership hanno evidenziato il fatto che le capacità di leadership sono abilità intrinseche con cui le persone nascono. Non è stato fino a poco tempo fa che sono emerse teorie formali sulla leadership, nonostante la leadership sia diventata un concetto di interesse all'inizio dei tempi.

Leadership in sintesi

Un leader è fondamentale per il successo di ogni squadra. Prendi un'orchestra, ad esempio, composta da tutti i migliori musicisti del mondo ma priva di direttore. Anche se ogni membro dell'orchestra può suonare perfettamente da solo, produrrà solo una melodia incompatibile in assenza di un direttore. Lo stesso concetto si applica alle comunità, alle aziende Struttura aziendale La struttura aziendale si riferisce all'organizzazione di diversi dipartimenti o unità aziendali all'interno di un'azienda. A seconda degli obiettivi di un'azienda, del settore e dei paesi. Senza un leader, niente andrà mai bene.

Allora, cosa rende i leader quello che sono? Perché alcune persone vengono elette come dirigenti e presidenti mentre il resto rimane seguace? Le teorie sulla leadership sono state sviluppate per trovare risposte a queste domande.

Teorie chiave sulla leadership

1. Teoria del Grande Uomo

Secondo la Great Man Theory (che dovrebbe forse essere chiamata la Great Person Theory), i leader nascono con i tratti e le capacità giusti per guidare: carisma, intelletto, fiducia, capacità di comunicazione e abilità sociali Abilità interpersonali Le abilità interpersonali sono le abilità necessario per comunicare, interagire e lavorare in modo efficace con individui e gruppi. Quelli con buone capacità interpersonali sono forti comunicatori verbali e non verbali e sono spesso considerati "bravi con le persone". .

La teoria suggerisce che la capacità di guidare è intrinseca: che i migliori leader nascono, non si creano. Definisce i leader come valorosi, mitici e ordinati per salire alla leadership quando si presenta la situazione. Il termine "Grande uomo" fu adottato all'epoca perché la leadership era riservata ai maschi, in particolare nella leadership militare.

2. Teoria dei tratti

La teoria dei tratti è molto simile alla teoria del grande uomo. Si basa sulle caratteristiche di diversi leader, sia di successo che di insuccesso. La teoria viene utilizzata per prevedere una leadership efficace. Di solito, le caratteristiche identificate vengono confrontate con quelle dei potenziali leader per determinare la loro probabilità di guidare efficacemente.

Gli studiosi che ricercano la teoria dei tratti cercano di identificare le caratteristiche di leadership da diverse prospettive. Si concentrano sugli attributi fisiologici come l'aspetto, il peso e l'altezza; dati demografici come età, istruzione e contesto familiare; e intelligenza, che comprende determinazione, giudizio e conoscenza.

3. Teoria della contingenza

La Teoria della Contingenza enfatizza diverse variabili in un contesto specifico che determinano lo stile di leadership più adatto a tale situazione. Si basa sul principio che nessuno stile di leadership è applicabile a tutte le situazioni.

Rinomati ricercatori di leadership Hodgson e White ritengono che la migliore forma di leadership sia quella che trova il perfetto equilibrio tra comportamenti, bisogni e contesto. I buoni leader non solo possiedono le giuste qualità, ma sono anche in grado di valutare le esigenze dei loro seguaci e la situazione a portata di mano. In sintesi, la teoria della contingenza suggerisce che una grande leadership è una combinazione di molte variabili chiave.

4. Teoria situazionale

La Teoria Situazionale è simile alla Teoria della Contingenza poiché propone anche che nessuno stile di leadership sostituisca gli altri. Come suggerisce il nome, la teoria implica che la leadership dipende dalla situazione a portata di mano. In parole povere, i leader dovrebbero sempre far corrispondere la loro leadership alla rispettiva situazione valutando alcune variabili come il tipo di compito, la natura dei seguaci e altro ancora.

Come proposto dal professore statunitense Paul Hersey e dal guru della leadership Ken Blanchard, la teoria situazionale fonde due elementi chiave: lo stile di leadership e il livello di maturità dei seguaci. Hersey e Blanchard hanno classificato la maturità in quattro diversi gradi:

  • M1 - I membri del team non possiedono la motivazione o le capacità tattiche per completare i lavori necessari.
  • M2 - I membri del team sono disponibili e ambiziosi per ottenere qualcosa, ma mancano delle capacità necessarie.
  • M3 - I membri del team possiedono le capacità e la capacità di svolgere compiti, ma non sono disposti ad assumersi la responsabilità.
  • M4 - I membri del team possiedono tutti i talenti giusti e sono motivati ​​a completare i progetti.

Secondo la teoria situazionale, un leader esercita una particolare forma di leadership basata sul livello di maturità della sua squadra.

5. Teoria comportamentale

In Behavioral Theory, l'attenzione è sui comportamenti e le azioni specifici dei leader piuttosto che sui loro tratti o caratteristiche. La teoria suggerisce che una leadership efficace è il risultato di molte abilità apprese.

Gli individui hanno bisogno di tre abilità primarie per guidare i loro seguaci: abilità tecniche, umane e concettuali. Le abilità tecniche si riferiscono alla conoscenza di un leader del processo o della tecnica; abilità umane significa che si è in grado di interagire con altri individui; mentre le abilità concettuali consentono al leader di elaborare idee per gestire senza problemi l'organizzazione o la società.

Teorie chiave sulla leadership (diagramma)

Applicare le teorie della leadership sul posto di lavoro

In larga misura, le teorie sulla leadership hanno contribuito a formare e modellare il tipo di governance che esiste oggi. Molti aspetti di queste teorie possono essere applicati per aiutare a migliorare le proprie capacità di leadership.

1. Massimizza i tuoi punti di forza

Come proposto dalla teoria dei tratti, una leadership efficace dipende dai tratti che si possiedono. I leader dovrebbero sforzarsi di concentrarsi sui loro punti di forza piuttosto che sulle loro debolezze. I punti di forza variano da un leader all'altro e possono includere:

  • Una forte volontà è fondamentale per rimanere resilienti e vedere i leader nei momenti difficili. Non importa quanto difficile possa essere la situazione, un leader volitivo è in grado di trovare la forza interiore e andare avanti fino a quando non supera tutte le sfide.
  • Una natura decisiva è un'altra forza che alcuni leader possiedono. Decisione significa che quando gli altri possono essere perplessi, un leader può valutare con calma la situazione e scegliere un'azione per unire tutti. Ma, poiché potrebbero non prendere sempre le decisioni giuste, devono anche essere disposti a imparare dai propri errori.

2. Essere leader inclusivi

Alcune delle teorie situazionali più complesse enfatizzano la focalizzazione sulle persone. Significa che riconoscono le singole persone come la loro più grande risorsa e non solo semplici numeri nella loro forza lavoro. Essere un leader inclusivo richiede che si coinvolgano costantemente altre persone nella loro leadership, sia accogliendo sempre il feedback degli altri o delegando più responsabilità agli altri rispetto ad altre forme di leadership.

Takeaway chiave

Esistono numerosi modi per definire la leadership. Alcune teorie sulla leadership tentano di spiegare ciò che differenzia un leader, mentre altre spiegano come i leader diventano grandi. The Great Man Theory crede che i tratti intrinseci con cui si nasce contribuiscano a una grande leadership. La teoria situazionale raccomanda ai leader di adottare uno stile di leadership a seconda della situazione a portata di mano, mentre la teoria comportamentale è incentrata sull'apprendimento delle abilità necessarie per diventare un buon leader.

Le teorie sulla leadership non esistono solo nella storia. Sono concetti con consigli attuabili che possono essere adottati da molti, dai dirigenti esecutivi ai leader della comunità e ai funzionari governativi.

Letture correlate

Grazie per aver letto la guida di Finance alle teorie sulla leadership. Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare il tuo sviluppo come analista finanziario di livello mondiale, queste risorse aggiuntive saranno utili:

  • Leadership adattiva Leadership adattiva Leadership adattiva un modello di leadership introdotto da Ronald Heifetz e Marty Linsky. Heifetz lo definisce come l'atto di mobilitare un gruppo di individui per affrontare sfide difficili ed emergere trionfante alla fine. La percezione della leadership da parte delle persone al giorno d'oggi è molto diversa dalle poche precedenti
  • Sindrome dell'impostore Sindrome dell'impostore La sindrome dell'impostore, o esperienza dell'impostore, è la mancanza di capacità di interiorizzare i risultati personali e la paura costante di essere smascherati come una "frode". Il termine è stato usato per la prima volta nel 1978 dagli psicologi Pauline R. Clance e Suzanne A. Imes. Le persone con la sindrome dell'impostore licenziano
  • Intelligenza interpersonale Intelligenza interpersonale L'intelligenza interpersonale si riferisce alla capacità di una persona di relazionarsi bene con le persone e gestire le relazioni. Consente alle persone di comprendere i bisogni e le motivazioni di coloro che li circondano, il che aiuta a rafforzare la loro influenza complessiva. Persone con intelligenza interpersonale
  • Dare l'esempio Dare l'esempio La leadership è un processo in cui un individuo influenza il comportamento e gli atteggiamenti di altre persone. Dare l'esempio aiuta le altre persone a vedere cosa si trova

Raccomandato

Che cos'è la pianificazione delle risorse di produzione?
Qual è la teoria del grande sciocco?
Cos'è la funzione IPMT?