Qual è il costo dell'equità?

Il costo del capitale è il tasso di rendimento che un'azienda paga agli investitori in azioni. Un'impresa utilizza il costo del capitale per valutare l'attrattiva relativa degli investimenti, inclusi i progetti interni e le opportunità di acquisizione esterne. Le aziende in genere utilizzano una combinazione di capitale proprio e finanziamento tramite debito, con il capitale proprio più costoso.

Tema del costo del capitale

Come calcolare il costo del capitale proprio

Il costo del capitale netto può essere calcolato utilizzando il CAPM (Capital Asset Pricing Model) Capital Asset Pricing Model (CAPM) Il Capital Asset Pricing Model (CAPM) è un modello che descrive la relazione tra rendimento atteso e rischio di un titolo. La formula CAPM mostra che il rendimento di un titolo è uguale al rendimento privo di rischio più un premio per il rischio, basato sul beta di quel titolo o modello di capitalizzazione dei dividendi (per le società che pagano dividendi).

CAPM (Capital Asset Pricing Model)

Il CAPM tiene conto della rischiosità di un investimento rispetto al mercato. Il modello è meno esatto a causa delle stime effettuate nel calcolo (perché utilizza informazioni storiche).

Formula CAPM:

E (R i ) = R f + β i * [E (R m ) - R f ]

Dove:

E (R i ) = Ritorno atteso sull'attività i

R f = Tasso di rendimento privo di rischio

β i = Beta dell'asset i

E (R m ) = rendimento di mercato atteso

Tasso di rendimento senza rischi

Il rendimento atteso da un investimento privo di rischio (se si calcola il rendimento atteso per una società statunitense, potrebbe essere utilizzata la nota del tesoro a 10 anni).

Beta

La misura del rischio sistematico (la volatilità) dell'asset rispetto al mercato. Il beta può essere trovato online o calcolato utilizzando la regressione: dividendo la covarianza dell'asset e i rendimenti del mercato per la varianza del mercato.

β i <1 : l'asset i è meno volatile (rispetto al mercato)

β i = 1 : la volatilità dell'asset i è lo stesso tasso del mercato

β i > 1 : l'asset i è più volatile (rispetto al mercato)

Rendimento di mercato previsto

Questo valore è tipicamente il rendimento medio del mercato (di cui fa parte il titolo sottostante) in un periodo di tempo specificato (da cinque a dieci anni è un intervallo appropriato).

Modello di capitalizzazione dei dividendi

Il modello di capitalizzazione dei dividendi si applica solo alle società che pagano dividendi e presuppone inoltre che i dividendi cresceranno a un tasso costante. Il modello non tiene conto del rischio di investimento nella misura in cui lo fa CAPM (poiché CAPM richiede beta).

Formula di capitalizzazione del dividendo:

R e = (D 1 / P 0 ) + g

Dove:

R e = Costo dell'equità

D 1 = Dividendi / azione il prossimo anno

P 0 = prezzo corrente delle azioni

g = tasso di crescita dei dividendi

Dividendi / Azione l'anno prossimo

Le aziende di solito annunciano i dividendi molto prima della distribuzione. Le informazioni possono essere trovate nei documenti aziendali (relazioni annuali e trimestrali o tramite comunicati stampa). Se non è possibile individuare le informazioni, è possibile ipotizzare (utilizzando le informazioni storiche per stabilire se il dividendo dell'anno successivo sarà simile).

Prezzo corrente delle azioni

Il prezzo delle azioni di una società può essere trovato cercando il ticker o il nome della società sulla borsa in cui viene negoziato il titolo, o semplicemente utilizzando un motore di ricerca credibile.

Tasso di crescita dei dividendi

Il tasso di crescita dei dividendi può essere ottenuto calcolando la crescita (ogni anno) dei dividendi passati della società e quindi prendendo la media dei valori.

Il tasso di crescita per ogni anno può essere trovato utilizzando la seguente equazione:

Crescita del dividendo = (D t / D t-1 ) - 1

Dove:

D t = Pagamento del dividendo dell'anno t

D t-1 = Pagamento del dividendo dell'anno t-1 (un anno prima dell'anno t)

Esempio

Di seguito sono riportati gli importi dei dividendi pagati ogni anno da una società che opera da cinque anni.

Costo del capitale proprio - Tabella dei dividendi

La media dei tassi di crescita è del 2,41%.

Esempio di modello di capitalizzazione dei dividendi

XYZ Co. è attualmente scambiato a $ 5 per azione e ha appena annunciato un dividendo di $ 0,50 per azione, che sarà pagato il prossimo anno. Utilizzando le informazioni storiche, un analista ha stimato il tasso di crescita dei dividendi di XYZ Co. al 2%. Qual è il costo dell'equità?

  • D 1 = $ 0,50
  • P 0 = $ 5
  • g = 2%

R e = ($ 0,50 / $ 5) + 2%

R e = 12%

Il costo del capitale per XYZ Co. è del 12%.

Esempio di costo del capitale in Excel (approccio CAPM)

Passaggio 1: trova l'RFR (tasso privo di rischio) del mercato

Passaggio 2: calcola o individua la versione beta di ciascuna azienda

Passaggio 3: calcolare l'ERP (Equity Risk Premium)

ERP = E (R m ) - R f

Dove:

E (R m ) = rendimento di mercato atteso

R f = Tasso di rendimento privo di rischio

Passaggio 4: utilizzare la formula CAPM per calcolare il costo del capitale proprio.

E (R i ) = R f + β i * ERP

Dove:

E (R i ) = Ritorno atteso sull'attività i

R f = Tasso di rendimento senza rischio

β i = Beta dell'asset i

ERP (Equity Risk Premium) = E (R m ) - R f

Calcolatore del costo del capitale in Excel

Cost of Equity Formula - Esempio di calcolo

L'azienda con il beta più elevato vede il costo del capitale proprio più elevato e viceversa. Ha senso perché gli investitori devono essere compensati con un rendimento più elevato per il rischio di maggiore volatilità (un beta più elevato).

Scarica il modello gratuito

Inserisci il tuo nome e la tua email nel modulo sottostante e scarica subito il modello gratuito!

Costo dell'equità vs costo del debito

Il costo del capitale è spesso superiore al costo del debito. Gli investitori in azioni sono compensati più generosamente perché il capitale proprio è più rischioso del debito, dato che:

  • I debitori vengono pagati prima degli investitori in azioni (regola della priorità assoluta).
  • I debitori sono pagamenti garantiti, mentre gli investitori in azioni non lo sono.
  • Il debito è spesso garantito da attività specifiche dell'azienda, mentre l'equità non lo è.
  • In cambio di assumersi meno rischi, i debtholder hanno un tasso di rendimento atteso inferiore.

Costo del capitale vs WACC

Il costo del capitale si applica solo agli investimenti azionari, mentre il costo medio ponderato del capitale (WACC) WACC WACC è il costo medio ponderato del capitale di un'impresa e rappresenta il suo costo misto del capitale, inclusi capitale proprio e debito. La formula WACC è = (E / V x Re) + ((D / V x Rd) x (1-T)). Questa guida fornirà una panoramica di cosa è, perché viene utilizzato, come calcolarlo e fornisce anche un calcolatore WACC scaricabile che tiene conto sia degli investimenti azionari che del debito.

Il costo del capitale proprio può essere utilizzato per determinare il costo relativo di un investimento se l'impresa non possiede debiti (cioè, l'impresa raccoglie denaro solo attraverso l'emissione di azioni).

Il WACC viene invece utilizzato per un'impresa debitrice. Il valore sarà sempre più economico perché prende una media ponderata dei tassi di capitale e debito (e il finanziamento del debito è più economico).

Costo del capitale nella modellazione finanziaria

Il WACC viene generalmente utilizzato come tasso di sconto per il flusso di cassa libero unlevered Flusso di cassa libero unlevered Il flusso di cassa libero unlevered è una cifra teorica del flusso di cassa per un'azienda, supponendo che la società sia completamente priva di debiti senza interessi passivi. (FCFF). Poiché il WACC tiene conto del costo del capitale proprio e del costo del debito, il valore può essere utilizzato per scontare l'FCFF, che è l'intero flusso di cassa libero disponibile per l'impresa. È importante attualizzarlo al tasso che costa per finanziare (WACC).

Il costo del capitale proprio può essere utilizzato come tasso di sconto se si utilizza il levered free cash flow (FCFE). Il costo del capitale rappresenta il costo per raccogliere il capitale dagli investitori azionari e poiché FCFE è la liquidità disponibile per gli investitori azionari, è il tasso appropriato per scontare FCFE.

Lettura correlata

Finance è un fornitore globale di programmi di certificazione di modellazione finanziaria Certificazione FMVA® Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e Ferrari per aspiranti analisti finanziari che lavorano in investment banking, ricerca azionaria, sviluppo aziendale e FP&A. Per continuare a far progredire la tua carriera, queste risorse finanziarie aggiuntive saranno utili:

  • Return on Equity Return on Equity (ROE) Return on Equity (ROE) è una misura della redditività di una società che prende il rendimento annuale di una società (reddito netto) diviso per il valore del suo patrimonio netto totale (cioè il 12%). Il ROE combina il conto economico e lo stato patrimoniale mentre l'utile o l'utile netto viene confrontato con il patrimonio netto.
  • Enterprise Value Enterprise Value Enterprise Value, o Firm Value, è l'intero valore di un'impresa pari al suo valore del patrimonio netto, più il debito netto, più eventuali interessi di minoranza, utilizzati nella valutazione. Considera l'intero valore di mercato piuttosto che solo il valore del patrimonio netto, quindi sono inclusi tutti gli interessi di proprietà e le rivendicazioni patrimoniali sia del debito che del capitale.
  • Capitalizzazione di mercato Finanza Gli articoli di finanza sono concepiti come guide di autoapprendimento per apprendere online importanti concetti di finanza al proprio ritmo. Sfoglia centinaia di articoli!
  • Metodi di valutazione Metodi di valutazione Quando si valuta una società come un'entità in funzionamento, vengono utilizzati tre metodi di valutazione principali: analisi DCF, società comparabili e transazioni precedenti. Questi metodi di valutazione sono utilizzati nell'investment banking, ricerca azionaria, private equity, sviluppo aziendale, fusioni e acquisizioni, acquisizioni con leva finanziaria e finanza

Raccomandato

Cos'è l'oscillatore stocastico?
Cos'è il voto diretto?
Cos'è l'antiriciclaggio?