Cos'è un contratto di prestito?

Un contratto di prestito è un accordo che stabilisce i termini e le condizioni delle politiche di prestito tra un mutuatario e un prestatore. L'accordo offre agli istituti di credito le migliori banche negli Stati Uniti Secondo la Federal Deposit Insurance Corporation degli Stati Uniti, c'erano 6.799 banche commerciali assicurate dalla FDIC negli Stati Uniti a febbraio 2014. La banca centrale del paese è la Federal Reserve Bank, che è nata dopo la passaggio del Federal Reserve Act nel 1913 lasciano spazio all'erogazione di prestiti proteggendo al contempo la loro posizione creditizia. Allo stesso modo, a causa della trasparenza delle normative, i mutuatari ottengono chiare aspettative dai prestatori.

Il contratto di prestito consente ai mutuatari di prepararsi al rimborso prima e durante il contratto. Tuttavia, nel caso in cui un mutuatario sia inadempiente nel pagamento o viola il patto, il prestatore ha il diritto di richiedere la somma del prestito per intero. Il patto garantisce che (1) i diritti dei prestatori siano sicuri, (2) esista un meccanismo affidabile per rettificare il processo e (3) vi sia una chiara illustrazione degli eventi che portano al default del mutuatario.

Tipi di patti di prestito

Nelle clausole di prestito, ci sono tre tipi di accordi comunemente noti: clausole di prestito affermativo, covenant di prestito negativo e covenant di prestito finanziario.

Patto affermativo sul prestito

I patti di prestito affermativi ricordano ai mutuatari che dovrebbero svolgere attività espresse per mantenere un sano funzionamento delle loro attività, il che in cambio creerà una performance finanziaria stabile. Tuttavia, in violazione di questo patto, il mutuatario sarà inadempiente ai propri obblighi. Di conseguenza, il mutuatario può ricevere un periodo di grazia per riparare le violazioni o, peggio ancora, il mutuante può annunciarlo come inadempienza e quindi richiedere il rimborso completo.

Esempi di aspettative del prestatore in alleanze di prestito affermative

  1. Gli istituti di credito si aspettano che i mutuatari adempiano ai loro obblighi fiscali. Contabilità delle imposte sul reddito Le imposte sul reddito e la loro contabilità sono un'area chiave della finanza aziendale. Avere una comprensione concettuale della contabilità delle imposte sul reddito consente a un'azienda di mantenere la flessibilità finanziaria. L'imposta è un campo complicato da navigare e spesso confonde anche gli analisti finanziari più esperti. sia all'azienda che ai propri dipendenti.
  2. I prestatori si aspettano che i mutuatari mantengano libri contabili credibili e verificabili. Tre rendiconti finanziari I tre rendiconti finanziari sono il conto economico, lo stato patrimoniale e il rendiconto dei flussi di cassa. Queste tre affermazioni fondamentali sono complesse. Questo requisito consente ai prestatori di essere in grado di accertare lo stato di salute delle finanze dei mutuatari ogni anno finanziario Anno fiscale (FY) Un anno fiscale (FY) è un periodo di 12 mesi o 52 settimane utilizzato dai governi e dalle imprese a fini contabili per formulare relazioni finanziarie annuali. Un anno fiscale (FY) non segue necessariamente l'anno solare. Potrebbe essere un periodo come il 1 ottobre 2009 - 30 settembre 2010..
  3. Gli istituti di credito si aspettano che i mutuatari ottengano polizze assicurative affidabili per le loro attività e almeno le estendano ai creditori come parte assicurata aggiuntiva.
  4. Per gestire un'impresa in un ambiente lavorativo sopportabile, i creditori si aspettano che i mutuatari mantengano un rapporto di lavoro affidabile con i rispettivi stati facendo rispettare e rispettando le leggi.

Patto di prestito negativo

A volte, gli istituti di credito potrebbero voler creare un firewall attorno a tutte le principali decisioni finanziarie e di proprietà prese dal mutuatario. A tal fine, assicurano di possedere i diritti sulle notifiche come le alterazioni della struttura del capitale Struttura del capitale La struttura del capitale si riferisce all'importo del debito e / o del capitale impiegato da un'impresa per finanziare le sue operazioni e finanziare le sue attività. La struttura del capitale di un'impresa. Di conseguenza, semplifica la credibilità del mutuatario e riduce anche le possibilità di insolvenza. Per questo motivo, quindi, è importante che le aziende oi mutuatari acquisiscano una profonda comprensione dei termini delle clausole di prestito per assicurarsi di non ottenere incendi amichevoli involontari poiché i creditori non intendono perdere il loro investimento.

Esempi di restrizioni prestatore in patti di prestito negativi

  1. Una chiara clausola che gli istituti di credito hanno il diritto di impedire fusioni o acquisizioni senza adeguata notifica o piena conoscenza del processo.
  2. Il patto include una clausola che impedisce al mutuatario di investire senza il permesso del prestatore.
  3. Allo stesso modo, esiste una clausola che impedisce ai mutuatari di cancellare o vendere beni senza un'adeguata notifica della transazione da parte dei prestatori.
  4. Il mutuatario deve tenere sotto controllo i rapporti di indebitamento relativi alle coperture del servizio.
  5. Il prestatore può impedire al mutuatario di esercitare pratiche di borsa come la distribuzione e il pagamento degli azionisti.

Patti di prestito finanziario

Le clausole di prestito finanziario vigilano sul fatto che il mutuatario stia raggiungendo o raggiungendo da vicino gli obiettivi delle stime fornite al prestatore. Pertanto, più vicino agli obiettivi, più soddisfatto è il creditore. Allo stesso modo, più lontano dalle proiezioni effettive, più è probabile che il mutuatario possa andare in default. Pertanto, per essere sicuri, gli istituti di credito possono prevedere restrizioni sull'ammontare del credito a cui il mutuatario può accedere in un determinato periodo. Di seguito sono riportati i dettagli.

Esempi di termini nei contratti di prestito finanziario

  1. Il prestatore può monitorare continuamente il rapporto corrente del mutuatario per assicurarsi che rimanga relativamente attraente e promettente.
  2. Il patto di prestito finanziario fornisce una guida chiara su quanto basso o quanto alto un mutuatario può portare un credito.

Eventi in cui il mutuatario viola il patto di prestito

Se raggiunge un punto in cui un mutuatario viola un patto di prestito, il prestatore intraprenderà senza dubbio azioni per risolvere la controversia. A volte, le negoziazioni possono essere facili. In altri casi estremi, comporterà misure rigorose. Di seguito sono riportati i dettagli di entrambe le circostanze.

Approcci nelle risoluzioni amichevoli delle controversie

  1. Proroga del periodo di presentazione - Nel caso in cui il mutuatario non presenti i libri contabili in tempo, il prestatore, sotto severi avvertimenti, può prolungare il periodo di presentazione.
  2. Offerta di rinuncia - In un'altra occasione, per sua buona volontà, il prestatore può offrire la rinuncia al mutuatario.
  3. Riacquisto del debito - Nel caso in cui il debito sia ancora fattibile, il prestatore potrebbe preferire il riacquisto del debito. Cioè, un prestatore può ridurre l'importo del debito principale per consentire al mutuatario di pagare il debito a rate inferiori rispetto all'importo iniziale.
  4. Accordi legali - Il prestatore può offrire al mutuatario un accordo di tolleranza che obbliga il mutuatario a dichiarare quando rimborserà l'importo rimanente in questione.
  5. Transazioni extragiudiziali - A volte, i creditori potrebbero non arrivare al punto di punire il mutuatario con casi giudiziari. Possono invece decidere di rinegoziare l'accordo in via extragiudiziale.
  6. Modifiche - A causa delle condizioni che circondano le operazioni dell'azienda, il prestatore può scegliere di accogliere il mutuatario modificando alcune clausole a favore del mutuatario.
  7. Fornire una soluzione di equità - In questo tipo di risoluzione delle controversie, il creditore può decidere di rivolgersi agli azionisti per infondere più fondi all'azienda o aggiungere flussi di cassa extra.

Approcci nelle risoluzioni intense delle controversie

  1. Liquidazione della garanzia del mutuatario - Il mutuante può decidere di liquidare la garanzia del mutuatario detenuta a fronte del prestito in caso di insolvenza.
  2. Insolvenza - Nel caso in cui l'attività non sia più fattibile, il prestatore non ha altra scelta che spingere per insolvenza.

Altre risorse

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Global Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale . Per continuare a far avanzare la tua carriera, le risorse finanziarie aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Capacità di debito Capacità di debito La capacità di debito si riferisce all'importo totale del debito che un'azienda può contrarre e rimborsare in base ai termini del contratto di debito.
  • Contratto di Intercreditor Contratto di Intercreditor Un Contratto di Intercreditor, comunemente indicato come atto di intercreditore, è un documento firmato tra uno o più creditori, che stabilisce in anticipo come vengono risolti i loro interessi concorrenti e come lavorare in tandem al servizio del mutuatario.
  • Programma del debito Programma del debito Un programma del debito definisce tutto il debito che un'azienda ha in un programma basato sulla sua scadenza e sul tasso di interesse. Nella modellazione finanziaria, flussi di interessi passivi
  • Lettera di garanzia Lettera di garanzia Una lettera di garanzia si riferisce a un impegno scritto emesso da una banca su richiesta di un cliente che ha stipulato un contratto di vendita per acquistare beni da un fornitore, fornendo la garanzia che il cliente adempirà agli obblighi del contratto stipulato con il fornitore. Oltre all'acquisto di beni, a

Raccomandato

Che cos'è l'interesse da pagare?
Cosa sono le tracce dipendenti?
What is an Offering Memorandum?