Cos'è il surplus del consumatore?

Il surplus del consumatore, noto anche come surplus dell'acquirente, è la misura economica del vantaggio di un cliente. Viene calcolato analizzando la differenza tra la disponibilità del consumatore a pagare per un prodotto e il prezzo effettivo che paga, noto anche come prezzo di equilibrio. Un surplus si verifica quando la disponibilità del consumatore a pagare per un prodotto è maggiore del suo prezzo di mercato.

Surplus del consumatore

Il surplus del consumatore si basa sulla teoria economica dell'utilità marginale, che è la soddisfazione aggiuntiva che una persona ottiene consumando un'unità in più di un prodotto o servizio. La soddisfazione varia in base al consumatore, a causa delle differenze nelle preferenze personali. Tipi di acquirente. Tipi di acquirente è un insieme di categorie che descrivono le abitudini di spesa dei consumatori. Il comportamento dei consumatori rivela come attirare persone con abitudini diverse. In teoria, più un prodotto possiede un consumatore, meno è disposto a pagare di più per il prodotto a causa della diminuzione dell'utilità marginale derivata dal prodotto.

Calcolo del surplus del consumatore

Grafico del surplus dei consumatori

Il punto in cui la domanda e l'offerta si incontrano è il prezzo di equilibrio. L'area al di sopra del livello di offerta e al di sotto del prezzo di equilibrio è chiamata surplus di prodotto (PS) e l'area al di sotto del livello di domanda e al di sopra del prezzo di equilibrio è il surplus del consumatore (CS).

Prendendo in considerazione le curve di domanda e offerta Curva di domanda La curva di domanda è una linea che mostra quante unità di un bene o servizio verranno acquistate a prezzi diversi. Il prezzo viene tracciato sull'asse verticale (Y) mentre la quantità viene tracciata sull'asse orizzontale (X). , la formula per il surplus del consumatore è CS = ½ (base) (altezza) . Nel nostro esempio, CS = ½ (40) (70-50) = 400.

Surplus del consumatore ed elasticità della domanda rispetto al prezzo

Il surplus del consumatore per un prodotto è zero quando la domanda del prodotto è perfettamente elastica. Questo perché i consumatori sono disposti ad abbinare il prezzo del prodotto. Quando la domanda è perfettamente anelastica, il surplus del consumatore è infinito perché una variazione del prezzo del prodotto non influisce sulla sua domanda. Ciò include prodotti di prima necessità come latte, acqua, ecc.

Le curve di domanda sono generalmente inclinate verso il basso perché la domanda di un prodotto è solitamente influenzata dal suo prezzo. Con domanda anelastica Domanda anelastica La domanda anelastica è quando la domanda dell'acquirente non cambia tanto quanto cambia il prezzo. Quando il prezzo aumenta del 20% e la domanda diminuisce solo dell'1%, si dice che la domanda è anelastica. , il surplus del consumatore è elevato perché la domanda non è influenzata da una variazione del prezzo ei consumatori sono disposti a pagare di più per un prodotto.

In tal caso, i venditori aumenteranno i loro prezzi per convertire il surplus del consumatore in un surplus del produttore. In alternativa, con una domanda elastica, una piccola variazione del prezzo si tradurrà in una grande variazione della domanda. Risulterà in un basso surplus del consumatore poiché i clienti non sono più disposti ad acquistare la maggior parte del prodotto o servizio con una variazione di prezzo.

Legge dell'utilità marginale decrescente

Secondo l'economista Alfred Marshall, più si consuma una determinata merce, minore è la soddisfazione derivante da ogni unità di consumo aggiuntiva. Ad esempio, se acquisti una mela per $ 0,50, non sei disposto a pagare di più per la seconda mela. Allo stesso tempo, l'utilità derivante dal consumo della seconda mela è inferiore a quella della prima mela. Il concetto è descritto nella tabella seguente:

Secondo Alfred Marshal: Consumer Surplus = Total Utility - (Price x Quantity)

Legge dell'utilità marginale decrescente - Tabella

Presupposti della teoria del surplus del consumatore

1. L'utilità è un'entità misurabile

La teoria del surplus del consumatore suggerisce che il valore dell'utilità può essere misurato. Nell'economia marshalliana, l'utilità può essere espressa come un numero. Ad esempio, l'utilità derivata da una mela è di 15 unità.

2. Nessun sostituto disponibile

Non sono disponibili sostituti per alcuna merce in esame.

3. Ceteris Paribus

Afferma che i gusti, le preferenze e il reddito dei clienti Remunerazione La remunerazione è qualsiasi tipo di compenso o pagamento che un individuo o un dipendente riceve come pagamento per i propri servizi o per il lavoro che svolge per un'organizzazione o azienda. Include lo stipendio base che un dipendente riceve, insieme ad altri tipi di pagamento che maturano nel corso del loro lavoro e che non cambiano.

4. L'utilità marginale del denaro rimane costante

Afferma che l'utilità derivata dal reddito di un consumatore è costante. Cioè, qualsiasi cambiamento nella quantità di denaro di un consumatore non cambia la quantità di utilità che ne deriva. È necessario perché senza di esso il denaro non può essere utilizzato per misurare l'utilità.

5. Legge dell'utilità marginale decrescente

Afferma che più un prodotto o un servizio viene consumato, minore è l'utilità marginale derivata dal consumo di ogni unità extra.

6. Utilità marginale indipendente

L'utilità marginale derivata dal prodotto consumato non è influenzata dall'utilità marginale derivata dal consumo di beni o servizi simili. Ad esempio, se hai consumato succo d'arancia, l'utilità che ne deriva non è influenzata dall'utilità derivata dal succo di mela.

Conclusione

Il surplus del consumatore è un buon modo per misurare il valore di un prodotto o servizio ed è uno strumento importante utilizzato dai governi nel Sistema Marshalliano di Economia del Benessere per formulare politiche fiscali. Può essere utilizzato per confrontare i vantaggi di due materie prime ed è spesso utilizzato dai monopoli quando decidono il prezzo da addebitare per il suo prodotto.

Risorse addizionali

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Domanda e offerta aggregata Domanda e offerta aggregata Domanda e offerta aggregata si riferisce al concetto di domanda e offerta ma applicato su scala macroeconomica. Sia l'offerta aggregata che la domanda aggregata vengono tracciate rispetto al livello dei prezzi aggregati in una nazione e alla quantità aggregata di beni e servizi scambiati
  • Beni normali Beni normali I beni normali sono un tipo di beni la cui domanda mostra una relazione diretta con il reddito di un consumatore. Significa che la domanda di tali beni aumenta con
  • Parità del potere d'acquisto Parità del potere d'acquisto Il concetto di parità del potere d'acquisto (PPP) viene utilizzato per effettuare confronti multilaterali tra i redditi nazionali e gli standard di vita dei diversi paesi. Il potere d'acquisto è misurato dal prezzo di uno specifico paniere di beni e servizi. Pertanto, la parità tra due paesi implica che un'unità di valuta in un paese comprerà
  • Potere del fornitore Il potere del fornitore Nelle cinque forze di Porter, il potere del fornitore è il grado di controllo che un fornitore di beni o servizi può esercitare sui suoi acquirenti. Il potere dei fornitori è legato alla capacità dei fornitori di aumentare i prezzi, diminuire la qualità o limitare il numero di prodotti che venderanno.

Raccomandato

Calcolatore di inflazione
Che cos'è il reddito netto al netto delle imposte (NIAT)?
Cos'è il profitto contro il contante?