Cos'è l'economia di produzione?

La produzione si riferisce al numero di unità che un'azienda produce in un dato periodo di tempo. Da un punto di vista microeconomico, un'azienda che opera in modo efficiente dovrebbe acquisire una solida conoscenza del proprio prodotto totale, prodotto marginale e prodotto medio. In pratica, le aziende possono utilizzare le cifre come metriche per prendere migliori decisioni operative.

Economia della produzione

Breve e lungo periodo

La produzione di breve periodo si riferisce alla produzione totale che un'impresa può ottenere in un breve periodo di tempo. La durata del periodo di tempo dipende dalla rapidità con cui un'impresa può apportare modifiche a fattori di produzione fissi come macchinari PP&E (immobili, impianti e attrezzature) PP&E (immobili, impianti e macchinari) è una delle attività non correnti principali trovate su il bilancio. PP&E è influenzato da investimenti, ammortamenti e acquisizioni / cessioni di immobilizzazioni. Queste risorse svolgono un ruolo chiave nella pianificazione finanziaria e nell'analisi delle operazioni di un'azienda e delle spese future, delle dimensioni della fabbrica, della gestione o del numero di impianti. A breve termine, le aziende possono manipolare fattori di produzione variabili come lavoro, straordinari o materie prime per regolare il livello di produzione.

La produzione di lungo periodo si riferisce alla produzione che un'impresa può ottenere dopo aver apportato modifiche ai propri macchinari, fabbriche, dimensioni della fabbrica, struttura del capitale Struttura del capitale La struttura del capitale si riferisce all'ammontare del debito e / o del capitale impiegato da un'impresa per finanziare le proprie operazioni e finanziamenti i suoi beni. La struttura del capitale di un'impresa, ecc. Questi fattori richiedono più tempo per essere manipolati rispetto agli input di produzione variabili e, quindi, sono considerati "fissi" nel breve periodo.

Considera una raffineria di petrolio che cerca di aumentare la sua produzione di benzina. A breve termine, la raffineria potrebbe assumere più lavoratori, incentivare gli straordinari o acquistare quantità maggiori di petrolio greggio per integrare la produzione e aumentare l'utilizzo della capacità. Tuttavia, se tali misure non sono sufficienti per raggiungere il livello di produzione desiderato, la raffineria dovrebbe modificare i suoi fattori di produzione fissi. Ad esempio, può acquistare macchinari aggiuntivi, espandere lo spazio attuale della fabbrica o investire in nuove tecnologie.

Indicatori di produzione

Esistono tre metriche principali che un'azienda può utilizzare per monitorare il proprio output:

Prodotto totale (TP)

Il prodotto totale è il numero totale (quantità) di unità di output che un'impresa produce per unità di tempo.

Prodotto marginale (MP)

Il prodotto marginale si riferisce al numero di unità aggiuntive che possono essere prodotte quando l'impresa ha accesso a un'unità aggiuntiva di un certo fattore di produzione. Pertanto, il prodotto marginale è dato in termini del fattore di produzione che descrive. Ad esempio, se misurassimo di quanto la produzione aumenterebbe se l'impresa utilizzasse un'unità aggiuntiva di lavoro (un lavoratore in più), misureremmo il prodotto marginale del lavoro (MPL). Quasi tutti i fattori di produzione devono affrontare una diminuzione del prodotto marginale, il che significa che ogni unità aggiuntiva del fattore porterà a una minore produzione aggiuntiva. L'equazione per calcolare MP è la seguente:

Prodotto marginale

Dove:

TP1 - Prodotto totale al momento 1

TP0 - Prodotto totale iniziale

K0 - Numero iniziale di unità del fattore di produzione

K1 - Numero di unità del fattore di produzione al tempo 1

Prodotto medio (AP)

Il prodotto medio è il prodotto totale diviso per il numero di unità di un determinato fattore di produzione. Come il prodotto marginale, il prodotto medio è espresso per un certo fattore di produzione. Ad esempio, se misurassimo il prodotto totale diviso per il lavoro, misureremmo il prodotto medio del lavoro. L'equazione per calcolare il prodotto medio è:

Dove:

TP1 - Prodotto totale al momento 1

K1 - Numero di unità del fattore di produzione al tempo 1

Esempio TP, MP e AP

Nell'esempio seguente, diamo un'occhiata a come i cambiamenti nel lavoro influenzano TP, MP e AP. Mentre guardiamo ai cambiamenti nel lavoro, assumeremo che lo scenario si svolga nel breve periodo e che i macchinari, le fabbriche, le dimensioni della fabbrica, la struttura del capitale, ecc.

Esempio di produzione

Guardando al prodotto marginale, vediamo che ogni unità aggiuntiva di lavoro contribuisce sempre meno al prodotto totale. Questo è un segnale che la quantità di manodopera impiegata nella produzione di questa azienda è già ottimale. Inoltre, è un segnale che l'impresa dovrebbe considerare di modificare altri fattori di produzione che hanno un'utilità marginale crescente rispetto ai livelli attuali.

Più risorse

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per ulteriori informazioni sugli argomenti correlati, consulta le seguenti risorse finanziarie:

  • Macrofinanza Macrofinanza La macrofinanza mira a benefici diffusi a una sezione dell'economia o all'intera economia. È su misura per trovare soluzioni per la crescita economica
  • Elasticità al prezzo Elasticità al prezzo L'elasticità al prezzo si riferisce a come la quantità richiesta o fornita di un bene cambia quando il suo prezzo cambia. In altre parole, misura la reazione delle persone a una variazione del prezzo di un articolo.
  • Teoria dell'utilità Teoria dell'utilità Nel campo dell'economia, l'utilità (u) è una misura del beneficio che i consumatori traggono da determinati beni o servizi. Da un punto di vista finanziario, si riferisce al vantaggio che gli investitori ottengono dalla performance del portafoglio.
  • Esposizione economica Esposizione economica L'esposizione economica, a volte chiamata anche esposizione operativa, è una misura della variazione del valore attuale netto (NPV) di una società come risultato delle fluttuazioni del flusso di cassa causate dalle variazioni dei tassi di cambio (FX). Questa esposizione non può essere facilmente mitigata perché correlata a

Raccomandato

Modello di costo delle merci vendute (COGS)
Cos'è un mercato verticale?
Calcolatore di inflazione