Cos'è Alpha?

Alpha è una misura della performance di un investimento rispetto a un indice di riferimento adeguato, come S&P 500 S&P - Standard and Poor's Standard and Poor's (S&P) è un leader di mercato nella fornitura di analisi del mercato finanziario, in particolare nella fornitura di benchmark e investibile. Un alfa di uno (il valore di base è zero) mostra che il ritorno sull'investimento durante un periodo di tempo specificato ha sovraperformato la media di mercato complessiva dell'1%. Un numero alfa negativo riflette un investimento sottoperformante rispetto alla media di mercato.

Alfa

Alpha è uno dei cinque rapporti di rendimento standard comunemente utilizzati per valutare singole azioni o un portafoglio di investimenti, con gli altri quattro beta, deviazione standard, R-quadrato e Sharpe ratio Sharpe Ratio Lo Sharpe Ratio è una misura del rischio- rendimento rettificato, che confronta il rendimento in eccesso di un investimento con la sua deviazione standard dei rendimenti. Lo Sharpe Ratio viene comunemente utilizzato per valutare la performance di un investimento adeguandone il rischio. . Alpha è solitamente un numero singolo (ad es. 1 o 4) che rappresenta una percentuale che riflette il rendimento di un investimento rispetto a un indice di riferimento.

Un alfa positivo di 5 (+5) significa che il rendimento del portafoglio ha superato del 5% la performance dell'indice di riferimento. Un alfa di 5 negativo (-5) indica che il portafoglio ha sottoperformato del 5% l'indice di riferimento. Un alfa pari a zero significa che l'investimento ha ottenuto un rendimento corrispondente al rendimento complessivo del mercato, come indicato dall'indice di riferimento selezionato.

L'alfa di un portafoglio è il rendimento in eccesso che produce rispetto a un indice di riferimento. Gli investitori in fondi comuni di investimento o ETF spesso cercano un fondo con un alfa elevato nella speranza di ottenere un ritorno sull'investimento (ROI) superiore.

Il rapporto alfa viene spesso utilizzato insieme al coefficiente beta Coefficiente beta Il coefficiente Beta è una misura della sensibilità o correlazione di un titolo o di un portafoglio di investimenti ai movimenti del mercato complessivo. Possiamo ricavare una misura statistica del rischio confrontando i rendimenti di un singolo titolo / portafoglio con i rendimenti del mercato complessivo, che è una misura della volatilità di un investimento. I due rapporti sono entrambi utilizzati nel Capital Assets Pricing Model (CAPM) Capital Asset Pricing Model (CAPM) Il Capital Asset Pricing Model (CAPM) è un modello che descrive la relazione tra rendimento atteso e rischio di un titolo. La formula CAPM mostra che il rendimento di un titolo è uguale al rendimento privo di rischio più un premio per il rischio,sulla base del beta di quel titolo per analizzare un portafoglio di investimenti e valutarne la performance teorica.

Origine di Alpha

Il concetto di alpha ha avuto origine dall'introduzione di fondi indicizzati ponderati, che tentano di replicare la performance dell'intero mercato e di assegnare un peso equivalente a ciascuna area di investimento. Questo sviluppo come strategia di investimento ha creato un nuovo standard di prestazioni.

Fondamentalmente, gli investitori hanno iniziato a richiedere ai gestori di portafogli di fondi negoziati attivamente di produrre rendimenti superiori a ciò che gli investitori potevano aspettarsi di ottenere investendo in un fondo indicizzato passivo. Alpha è stato creato come metrica per confrontare gli investimenti attivi con gli investimenti in indici.

Capital Assets Pricing Model (CAPM)

Il CAPM viene utilizzato per calcolare l'importo del rendimento che gli investitori devono realizzare per compensare un particolare livello di rischio. Sottrae il tasso privo di rischio dal tasso atteso e lo soppesa con un fattore - beta - per ottenere il premio per il rischio. Quindi aggiunge il premio per il rischio al tasso di rendimento privo di rischio per ottenere il tasso di rendimento che un investitore si aspetta come compensazione per il rischio. La formula CAPM è espressa come segue:

r = R f + beta (R m - R f ) + Alpha

Perciò,

Alpha = R - R f - beta (R m -R f )

Dove:

  • R rappresenta il rendimento del portafoglio
  • R f rappresenta il tasso di rendimento privo di rischio
  • Il beta rappresenta il rischio sistematico di un portafoglio
  • R m rappresenta il rendimento del mercato, per un benchmark

Ad esempio, supponendo che il rendimento effettivo del fondo sia 30, il tasso privo di rischio è dell'8%, il beta è 1,1 e il rendimento dell'indice di riferimento è del 20%, l'alfa viene calcolato come:

Alpha = (0,30-0,08) - 1,1 (0,20-0,08)

= 0,088 o 8,8%

Il risultato mostra che l'investimento in questo esempio ha sovraperformato l'indice di riferimento dell'8,8%.

Scarica il modello gratuito

Inserisci il tuo nome e la tua email nel modulo sottostante e scarica subito il modello gratuito!

Limitazioni di Alpha

Alpha viene fornito con alcune limitazioni che gli investitori dovrebbero considerare quando lo utilizzano. Una di queste limitazioni riguarda vari tipi di fondi. Alcuni investitori utilizzano il rapporto per confrontare diversi tipi di portafogli, come i portafogli che investono in diverse classi di attività, e questo può portare a numeri fuorvianti. La diversa natura dei diversi fondi influenzerà parametri come l'alfa.

Alpha funziona meglio, prima di tutto, se applicato a investimenti rigorosamente in borsa (piuttosto che a investimenti in altre classi di attività), e in secondo luogo, se utilizzato come strumento di confronto di fondi, allora è meglio applicato alla valutazione di fondi simili, ad esempio, due fondi comuni di investimento a media capitalizzazione, piuttosto che, ad esempio, confrontare un fondo di crescita a media capitalizzazione con un fondo di valore a grande capitalizzazione.

Un'altra considerazione per gli investitori è la scelta di un indice di riferimento. Il valore alfa viene calcolato e confrontato con un benchmark ritenuto appropriato per il portafoglio. Gli investitori dovrebbero selezionare un benchmark pertinente. L'indice di riferimento più utilizzato è l'indice azionario S&P 500.

Tuttavia, alcuni portafogli, come i fondi di settore, possono richiedere l'utilizzo di un indice diverso per avere un confronto accurato. Ad esempio, per valutare un portafoglio di azioni investite nel settore dei trasporti, un indice di riferimento più appropriato sarebbe probabilmente l'indice Dow dei trasporti. Laddove non vi siano indici di riferimento appropriati e preesistenti, gli analisti possono utilizzare algoritmi e altri modelli per simulare un indice a fini comparativi.

Differenza tra Alpha e Beta

Gli investitori utilizzano i rapporti alfa e beta per calcolare, confrontare e prevedere i rendimenti degli investimenti. Entrambi i rapporti utilizzano indici di riferimento come l'S & P 500 per il confronto con titoli o portafogli specifici.

Alpha è la misura aggiustata per il rischio di come si comporta un titolo rispetto al rendimento medio complessivo del mercato. La perdita o il profitto conseguito rispetto al benchmark rappresenta l'alfa. Beta, noto anche come coefficiente beta Coefficiente beta Il coefficiente Beta è una misura della sensibilità o correlazione di un titolo o di un portafoglio di investimenti ai movimenti del mercato complessivo. Possiamo ricavare una misura statistica del rischio confrontando i rendimenti di un singolo titolo / portafoglio con i rendimenti del mercato complessivo, misurando la volatilità relativa di un titolo rispetto alla volatilità media del mercato totale.

La volatilità è un'altra componente del livello di rischio associato a un determinato investimento. Il numero di riferimento per la versione beta è uno. Un titolo con un beta di uno mostra all'incirca lo stesso livello di volatilità dell'indice di riferimento. Se il beta è inferiore a uno, significa che il prezzo del titolo è meno volatile rispetto alla media di mercato.

Un valore beta maggiore di uno significa che il prezzo del titolo è più volatile della media di mercato. Ad esempio, ci si può aspettare che un titolo con un valore beta di due mostri una volatilità doppia rispetto all'indice S&P 500. Se il valore beta è negativo, ciò non significa minore volatilità - significa che il titolo tende a muoversi inversamente rispetto alla direzione del mercato complessivo, di un fattore due.

Letture correlate

La finanza mira a fornirti un'istruzione di livello mondiale come analista finanziario. Per saperne di più sulla valutazione degli investimenti, saranno utili le seguenti risorse:

  • Metodi di valutazione Valutazione Valutazione si riferisce al processo di determinazione del valore attuale di una società o di un bene. Può essere fatto utilizzando una serie di tecniche. Analisti che vogliono
  • Analisi tecnica: una guida per principianti Analisi tecnica - una guida per principianti L'analisi tecnica è una forma di valutazione degli investimenti che analizza i prezzi passati per prevedere l'azione futura dei prezzi. Gli analisti tecnici ritengono che le azioni collettive di tutti i partecipanti al mercato riflettano accuratamente tutte le informazioni rilevanti e, pertanto, assegnino continuamente un valore di mercato equo ai titoli.
  • Unlevered Beta Unlevered Beta / Asset Beta Unlevered Beta (Asset Beta) è la volatilità dei rendimenti di un'azienda, senza considerare la sua leva finanziaria. Prende in considerazione solo i suoi beni. Confronta il rischio di un'azienda unlevered con il rischio del mercato. Viene calcolato prendendo il beta del patrimonio netto e dividendolo per 1 più il debito corretto per le imposte in patrimonio netto
  • Investire: una guida per principianti Investire: una guida per principianti La guida Finance's Investing for Beginners ti insegnerà le basi dell'investimento e come iniziare. Scopri le diverse strategie e tecniche per il trading e i diversi mercati finanziari in cui puoi investire.

Raccomandato

Cos'è un prezzo spot?
Che cos'è una fusione conglomerata?
Cosa sono le riserve in contanti?