Cos'è il moltiplicatore keynesiano?

Il moltiplicatore keynesiano è una teoria economica che afferma che un aumento della spesa per consumi privati, della spesa per investimenti o della spesa pubblica netta (spesa pubblica lorda - entrate fiscali governative) fa aumentare il prodotto interno lordo (PIL) totale (PIL) interno lordo prodotto (PIL) è una misura standard della salute economica di un paese e un indicatore del suo tenore di vita. Inoltre, il PIL può essere utilizzato per confrontare i livelli di produttività tra diversi paesi. di più dell'importo dell'aumento. Pertanto, se la spesa per consumi privati ​​aumenta di 10 unità, il PIL totale aumenterà di oltre 10 unità.

Teoria economica keynesiana

Nel 1936, l'economista John Maynard Keynes pubblicò un testo che avrebbe cambiato il corso del pensiero economico. Intitolato "The General Theory of Employment, Interest, and Money", o semplicemente "The General Theory", è considerato uno dei classici lavori in economia. Il libro ha tentato di spiegare le fluttuazioni economiche a breve termine in generale, in particolare le fluttuazioni osservate durante la Grande Depressione La Grande Depressione La Grande Depressione è stata una depressione economica mondiale che ha avuto luogo dalla fine degli anni '20 agli anni '30. Per decenni si sono svolti dibattiti su ciò che ha causato la catastrofe economica e gli economisti rimangono divisi su diverse scuole di pensiero. all'inizio degli anni '30.

L'idea principale avanzata da Keynes in The General Theory era che recessioni e depressioni potessero verificarsi a causa di una domanda inadeguata nel mercato di beni e servizi.

La teoria generale non era intesa solo per gli economisti ma anche per i responsabili politici di tutto il mondo. In risposta alla disoccupazione diffusa e ai bassi livelli di attività economica in tutto il mondo, Keynes ha chiesto un aumento della spesa pubblica al fine di aumentare la domanda di beni e servizi nel mercato. Il pensiero è andato contro l'attuale politica economica classica del laissez-faire Laissez-faire Laissez-faire è una frase francese che si traduce in "lasciarci in pace". Si riferisce a un'ideologia politica che rifiuta la pratica dell'intervento del governo in un'economia. Inoltre, lo stato è visto come un ostacolo alla crescita e allo sviluppo economici. e minima interferenza del governo.

Componenti della teoria keynesiana

Le tre componenti principali della teoria keynesiana sono:

  1. Domanda aggregata Domanda e offerta aggregata Domanda e offerta aggregata si riferisce al concetto di domanda e offerta ma applicato su scala macroeconomica. L'offerta aggregata e la domanda aggregata sono entrambe tracciate rispetto al livello dei prezzi aggregati in una nazione e la quantità aggregata di beni e servizi scambiati è influenzata dalle decisioni del settore pubblico e privato. Il livello di domanda da parte del settore privato potrebbe esercitare un effetto sulle condizioni macroeconomiche. Ad esempio, una diminuzione della spesa aggregata può portare l'economia in una recessione. Tuttavia, l'impatto negativo del processo decisionale privato può essere mitigato attraverso l'intervento del governo con uno stimolo fiscale o monetario.
  2. I prezzi come i salari sono spesso lenti a rispondere ai cambiamenti della domanda e dell'offerta. Ecco perché ci sono molti casi di carenza o eccesso nell'offerta di lavoro.
  3. Un cambiamento nella domanda aggregata causa il maggiore impatto sulla produzione e sull'occupazione nell'economia. La teoria economica keynesiana afferma che la spesa dei consumatori e del governo, gli investimenti e le esportazioni aumenteranno il livello di produzione. Anche un cambiamento in uno dei componenti provocherà la modifica dell'output totale.

Il concetto di variazione della domanda aggregata è stato utilizzato per sviluppare il moltiplicatore keynesiano. Dice che la produzione nell'economia è un multiplo dell'aumento o della diminuzione della spesa. Se il moltiplicatore fiscale è maggiore di 1, un aumento di $ 1 nella spesa aumenterà la produzione totale di un valore maggiore di $ 1.

Moltiplicatore keynesiano - Grafico

(Immagine) L'aumento da AD1 a AD2 porta ad un aumento della produzione da Y1 a Y2. Ma con un moltiplicatore, c'è un aumento di AD e un ulteriore aumento della produzione a Y3.

Calcolo del moltiplicatore keynesiano

Il valore del moltiplicatore dipende dalla propensione marginale al consumo e dalla propensione marginale al risparmio.

1. Propensione marginale al risparmio

La variazione del risparmio totale come risultato di una variazione del reddito totale è nota come propensione marginale al risparmio. Quando il reddito di un individuo aumenta, la propensione marginale al risparmio (MPS) misura la proporzione di reddito che la persona risparmia piuttosto che spendere in beni e servizi. Viene calcolato come MPS = ΔS / ΔY .

Supponiamo che un individuo riceva un bonus di fine anno di $ 600 e spenda $ 300 in beni e servizi. L'MPS è (600-300) / 600 = 0,5 .

2. Propensione marginale al consumo

La variazione del consumo totale come risultato di una variazione del reddito totale è nota come propensione marginale al consumo Propensione marginale al consumo La propensione marginale al consumo (MPC) si riferisce alla sensibilità del consumo in una data economia alle variazioni unitarie dei livelli di reddito . Il concetto di MPC funziona in modo simile all'elasticità del prezzo, in cui è possibile trarre nuove intuizioni osservando l'entità del cambiamento nel consumo. La propensione marginale al consumo (MPC) misura come cambia la spesa dei consumatori con una variazione del reddito. Utilizzando le figure sopra, l'MPC è ΔC / ΔY = 300/600 = 0,5 .

La teoria keynesiana afferma che un aumento della produzione porta a un aumento del livello di reddito e quindi a un aumento della spesa. Il valore di MPC ci consente di calcolare la dimensione del moltiplicatore utilizzando la formula:

1 / (1 - MPC) = 1 / (1 - 0,5) = 2

Ciò significa che ogni $ 1 di nuovo reddito genererà $ 2 di reddito extra.

Letture correlate

Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Global Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale . Per continuare a far avanzare la tua carriera, le risorse finanziarie aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Consumer Surplus Consumer Surplus Il surplus del consumatore, noto anche come surplus dell'acquirente, è la misura economica del vantaggio di un cliente. Un surplus si verifica quando la disponibilità del consumatore a pagare per un prodotto è maggiore del suo prezzo di mercato.
  • Deflazione Deflazione La deflazione è una diminuzione del livello generale dei prezzi di beni e servizi. In altre parole, la deflazione è inflazione negativa. Quando si verifica, il valore della valuta cresce nel tempo. Pertanto, più beni e servizi possono essere acquistati per la stessa quantità di denaro.
  • Politica fiscale Politica fiscale La politica fiscale si riferisce alla politica di bilancio del governo, che prevede che il governo manipoli il proprio livello di spesa e le aliquote fiscali all'interno dell'economia. Il governo utilizza questi due strumenti per monitorare e influenzare l'economia. È la strategia sorella della politica monetaria.
  • Economia reale Economia reale L'economia reale si riferisce a tutti gli elementi reali o non finanziari di un'economia. Un'economia può essere descritta esclusivamente utilizzando solo variabili reali. Un'economia di baratto è un esempio di economia senza elementi finanziari. Tutti i beni e servizi sono puramente rappresentati in termini reali.

Raccomandato

Cos'è Alpha?
Cos'è un'economia di mercato?
Finanza vs Guida alla carriera contabile