Cosa sono le attività ponderate per il rischio?

Attività ponderate per il rischio è un termine bancario che si riferisce a un sistema di classificazione delle attività utilizzato per determinare il capitale minimo che le banche dovrebbero tenere come riserva per ridurre il rischio di insolvenza. Le banche affrontano il rischio di insolvenza dei mutuatari o di flatlining degli investimenti e il mantenimento di un importo minimo di capitale aiuta a mitigare i rischi.

Le diverse classi di attività detenute dalle banche comportano pesi di rischio diversi e l'adeguamento delle attività in base al loro livello di rischio consente alle banche di scontare le attività a basso rischio. Ad esempio, attività come obbligazioni Obbligazione Un'obbligazione è un debito non garantito o obbligazioni che rimborsano una determinata quantità di denaro più gli interessi agli obbligazionisti alla scadenza. Un'obbligazione è uno strumento di debito a lungo termine emesso da società e governi per garantire nuovi fondi o capitale. Buoni o tassi di interesse vengono offerti come risarcimento al prestatore. comportano una ponderazione del rischio maggiore rispetto ai titoli di Stato, che sono considerati a basso rischio e cui è assegnata una ponderazione del rischio dello 0%.

Attività ponderate per il rischio

Comprensione delle attività ponderate per il rischio

Quando si calcolano le attività ponderate per il rischio di una banca, le attività vengono prima classificate in classi diverse in base al livello di rischio e alla possibilità di incorrere in una perdita. Il portafoglio prestiti delle banche, insieme ad altre attività come liquidità e investimenti, viene misurato per determinare il livello di rischio complessivo della banca. Questo metodo è preferito dal Comitato di Basilea perché include rischi fuori bilancio. Inoltre, è facile confrontare banche di diversi paesi in tutto il mondo.

Le attività più rischiose, come i prestiti non garantiti, comportano un rischio di insolvenza più elevato e, pertanto, sono assegnate a un fattore di ponderazione del rischio maggiore rispetto ad attività come contanti e buoni del Tesoro Buoni del Tesoro (Buoni del Tesoro) I Buoni del Tesoro (o Buoni del Tesoro in breve) sono uno strumento finanziario a breve termine emesso dal Tesoro statunitense con periodi di scadenza che vanno da pochi giorni fino a 52 settimane (un anno). Sono considerati tra gli investimenti più sicuri poiché sono sostenuti dalla piena fiducia e credito del governo degli Stati Uniti. . Maggiore è l'ammontare del rischio che un'attività possiede, maggiori saranno il coefficiente di adeguatezza patrimoniale e i requisiti patrimoniali. D'altra parte, i buoni del tesoro sono garantiti dalla capacità del governo nazionale di generare entrate e sono soggetti a requisiti di capitale molto inferiori rispetto ai prestiti non garantiti.

Definizione di regole per la ponderazione del rischio

Il Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria (BCBS) è l'autorità di regolamentazione bancaria globale che stabilisce le regole per la ponderazione del rischio. Il primo passo nella regolamentazione bancaria internazionale è iniziato con la pubblicazione del framework Basilea I, che ha stabilito i requisiti patrimoniali per le banche. È stato seguito dal Secondo Accordo di Basilea del 2004 che ha modificato la normativa bancaria sull'ammontare dei capitali che le banche dovrebbero mantenere rispetto alla loro esposizione al rischio. Basilea II ha raccomandato alle banche di detenere un capitale adeguato che sia almeno l'8% delle attività ponderate per il rischio.

La crisi finanziaria del 2007/08 ha messo in luce le inefficienze esistenti nel settore bancario che hanno portato al crollo delle grandi banche statunitensi. La causa principale della crisi sono stati gli investimenti in mutui ipotecari subprime che comportavano un rischio di insolvenza più elevato di quanto si aspettassero, o almeno ammettessero, i dirigenti bancari.

A seguito della crisi finanziaria globale, il CBVB ha introdotto Basilea III Basilea III L'accordo di Basilea III è un insieme di riforme finanziarie che è stato sviluppato dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria (CBVB), con l'obiettivo di rafforzare il quadro, che mirava a rafforzare il requisiti patrimoniali delle banche. Ha inoltre stabilito nuovi requisiti per la stabilità del finanziamento e la liquidità. Basilea III richiede alle banche di raggruppare le loro attività per categoria di rischio in modo che i requisiti patrimoniali minimi siano abbinati al livello di rischio di ciascuna attività. Il quadro dovrebbe entrare in vigore a pieno titolo il 1 gennaio 2022.

Come valutare il rischio di asset

Nel determinare il rischio connesso a una specifica attività detenuta da una banca, le autorità di regolamentazione considerano diversi fattori. Ad esempio, quando l'attività da valutare è un prestito commerciale, l'autorità di regolamentazione determinerà la consistenza del rimborso del prestito del mutuatario e la garanzia utilizzata come garanzia per il prestito.

D'altra parte, nel valutare un finanziamento utilizzato per finanziare la costruzione di condomini costieri, l'assessore terrà conto dei potenziali ricavi derivanti dalla vendita (o locazione) dei condomini e se il loro valore è sufficiente a rimborsare il pagamento del capitale e degli interessi. Ciò presuppone che i condomini fungano da garanzia per il prestito.

Se il bene preso in considerazione è un buono del tesoro, la valutazione sarà diversa da un prestito commerciale, poiché un buono del tesoro è supportato dalla capacità del governo di generare continuamente entrate. Il governo federale ha una maggiore credibilità finanziaria, che si traduce in un minor rischio per la banca. Le autorità di regolamentazione richiedono alle banche che detengono prestiti commerciali in bilancio di mantenere un importo più elevato di capitale, mentre le banche con buoni del Tesoro e altri investimenti a basso rischio sono tenute a mantenere molto meno capitale.

Requisiti patrimoniali per le attività ponderate per il rischio

I requisiti patrimoniali si riferiscono al capitale minimo che le banche sono tenute a detenere a seconda del livello di rischio delle attività che detengono. I requisiti patrimoniali minimi stabiliti dalle agenzie di regolamentazione come la Federal Reserve Federal Reserve (The Fed) La Federal Reserve è la banca centrale degli Stati Uniti ed è l'autorità finanziaria dietro la più grande economia di libero mercato del mondo. e la Banca dei regolamenti internazionali (BRI) Banca dei regolamenti internazionali (BRI) La Banca dei regolamenti internazionali (BRI) è stata fondata nel 1930 ed è di proprietà delle banche centrali di diversi paesi. Serve come banca per le banche centrali membri e il suo ruolo è quello di promuovere la stabilità monetaria, finanziaria e le società finanziarie internazionali. La Banca dei regolamenti internazionali ha sede sono progettati per garantire che le banche detengano capitale sufficiente,proporzionata al livello di rischio delle attività che detengono. Il capitale funge da cuscinetto di liquidità se la banca subisce perdite operative nel corso delle operazioni.

Più risorse

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Capital Allocation Line (CAL) e Optimal Portfolio Capital Allocation Line (CAL) e Optimal Portfolio Guida passo passo alla costruzione della frontiera del portafoglio e della linea di allocazione del capitale (CAL). La Capital Allocation Line (CAL) è una linea che rappresenta graficamente il profilo di rischio e rendimento delle attività rischiose e può essere utilizzata per trovare il portafoglio ottimale.
  • Struttura del capitale Struttura del capitale La struttura del capitale si riferisce all'importo del debito e / o del capitale impiegato da un'impresa per finanziare le sue operazioni e finanziare le sue attività. La struttura del capitale di un'impresa
  • Insolvenza Insolvenza L'insolvenza si riferisce alla situazione in cui un'impresa o un individuo non è in grado di adempiere agli obblighi finanziari nei confronti dei creditori quando i debiti diventano esigibili. L'insolvenza è uno stato di difficoltà finanziaria, mentre il fallimento è un procedimento legale.
  • Premio per il rischio di mercato Premio per il rischio di mercato Il premio per il rischio di mercato è il rendimento aggiuntivo che un investitore si aspetta dal possesso di un portafoglio di mercato rischioso invece di attività prive di rischio.

Raccomandato

Cosa sono gli asset a lungo termine?
Cos'è la curva di Laffer?
Cos'è un monopolio?