Cos'è la contabilità gestionale?

La contabilità gestionale (nota anche come contabilità industriale o contabilità di gestione) è una branca della contabilità che si occupa dell'identificazione, misurazione, analisi e interpretazione delle informazioni contabili in modo che possa essere utilizzata per aiutare i manager a prendere le decisioni necessarie per gestire in modo efficiente un operazioni della società.

Contabilità gestionale

A differenza della contabilità finanziaria, che si concentra principalmente sulla corretta organizzazione e rendicontazione delle transazioni finanziarie della società agli estranei (ad esempio, investitori, istituti di credito Principali banche negli Stati Uniti Secondo la Federal Deposit Insurance Corporation statunitense, c'erano 6.799 banche commerciali Stati Uniti a febbraio 2014. La banca centrale del paese è la Federal Reserve Bank, che è nata dopo l'approvazione del Federal Reserve Act nel 1913), la contabilità gestionale è focalizzata sul processo decisionale interno.

I contabili manageriali devono analizzare vari eventi e metriche operative Indicatori chiave di prestazione (KPI) Gli indicatori chiave di prestazione (KPI) sono metriche utilizzate per monitorare e valutare periodicamente le prestazioni di un'organizzazione verso il raggiungimento di obiettivi specifici. Sono inoltre utilizzati per misurare le prestazioni complessive di un'azienda al fine di tradurre i dati in informazioni utili che possono essere sfruttate dalla direzione dell'azienda nel processo decisionale. Hanno lo scopo di fornire informazioni dettagliate sulle operazioni dell'azienda analizzando ogni singola linea di prodotti, attività operativa, struttura, ecc.

Tecniche di contabilità gestionale

Per raggiungere i suoi obiettivi, la contabilità gestionale si basa su una varietà di tecniche diverse, tra cui le seguenti:

1. Analisi del margine

L'analisi dei margini si occupa principalmente dei vantaggi incrementali di una maggiore produzione. L'analisi del margine è una delle tecniche più fondamentali ed essenziali nella contabilità gestionale. Include il calcolo del punto di pareggio Il punto di pareggio (BEP) Il punto di pareggio (BEP) è un termine contabile che si riferisce alla situazione in cui i ricavi e le spese di una società erano uguali all'interno di uno specifico periodo contabile. Significa che non ci sono stati profitti netti o perdite nette per l'azienda - è "in pareggio". BEP può anche fare riferimento ai ricavi che devono essere raggiunti per compensare le spese sostenute che determinano il mix di vendita ottimale per i prodotti dell'azienda.

2. Analisi dei vincoli

L'analisi delle linee di produzione di un'azienda identifica i principali colli di bottiglia, le inefficienze create da questi colli di bottiglia e il loro impatto sulla capacità dell'azienda di generare ricavi e profitti.

3. Capital budgeting

Il capital budgeting si occupa dell'analisi delle informazioni richieste per prendere le decisioni necessarie relative alle spese in conto capitale. Nell'analisi di capital budgeting, i contabili manageriali calcolano il valore attuale netto (NPV) Il valore attuale netto (NPV) Il valore attuale netto (NPV) è il valore di tutti i flussi di cassa futuri (positivi e negativi) per l'intera vita di un investimento scontato al presente. L'analisi NPV è una forma di valutazione intrinseca ed è ampiamente utilizzata in ambito finanziario e contabile per determinare il valore di un'azienda, dei titoli di investimento e del tasso di rendimento interno (IRR) Tasso di rendimento interno (IRR) Il tasso di rendimento interno (IRR) ) è il tasso di sconto che azzera il valore attuale netto (VAN) di un progetto. In altre parole,è il tasso di rendimento annuo composto previsto che verrà guadagnato su un progetto o un investimento. per aiutare i manager a decidere su nuove decisioni di capital budgeting.

4. Valutazione delle scorte e determinazione dei costi dei prodotti

La valutazione dell'inventario implica l'identificazione e l'analisi dei costi effettivi associati ai prodotti e alle scorte dell'azienda. Il processo generalmente implica il calcolo e l'allocazione delle spese generali, nonché la valutazione dei costi diretti relativi al costo delle merci vendute (COGS) Il costo delle merci vendute (COGS) Il costo delle merci vendute (COGS) misura il "costo diretto ”Sostenuti per la produzione di beni o servizi. Comprende il costo del materiale, il costo del lavoro diretto e le spese generali di fabbrica dirette ed è direttamente proporzionale ai ricavi. Man mano che le entrate aumentano, sono necessarie più risorse per produrre i beni o servizi. COGS è spesso.

5. Analisi e previsione delle tendenze

L'analisi e la previsione delle tendenze riguardano principalmente l'identificazione di modelli e tendenze dei costi dei prodotti, nonché il riconoscimento di scostamenti insoliti dai valori previsti e le ragioni di tali scostamenti.

Letture correlate

Grazie per aver letto la guida di Finance alla contabilità gestionale. Finance è il fornitore ufficiale della certificazione FMVA® Global Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari, progettato per aiutare chiunque a diventare un analista finanziario di livello mondiale . Per continuare a far avanzare la tua carriera, le risorse finanziarie aggiuntive di seguito saranno utili:

  • Ciclo contabile Ciclo contabile Il ciclo contabile è il processo olistico di registrazione ed elaborazione di tutte le transazioni finanziarie di un'azienda, dal momento in cui si verifica la transazione, alla sua rappresentazione in bilancio, alla chiusura dei conti. Il compito principale di un contabile è tenere traccia dell'intero ciclo contabile dall'inizio alla fine
  • Spese in conto capitale Spese in conto capitale Le spese in conto capitale si riferiscono a fondi utilizzati da un'azienda per l'acquisto, il miglioramento o la manutenzione di beni a lungo termine per migliorare l'efficienza o la capacità dell'azienda. Le attività a lungo termine sono generalmente fisiche e hanno una vita utile di più di un periodo contabile.
  • Valutazione dell'inventario Valutazione dell'inventario La valutazione dell'inventario si riferisce alla pratica di contabilizzare il valore dell'inventario di un'azienda. Le rimanenze aziendali si riferiscono a tutte le forniture che un'impresa richiede per operare e che vengono utilizzate nel processo di produzione o vendute ai clienti.
  • Tre rendiconti finanziari Tre rendiconti finanziari I tre rendiconti finanziari sono il conto economico, lo stato patrimoniale e il rendiconto finanziario. Queste tre affermazioni fondamentali sono complesse

Raccomandato

Cos'è un ciclo aziendale?
Quali sono i tratti di leadership?
Cos'è la formula del flusso di cassa libero (FCF)?