Cos'è un patto restrittivo?

Un patto restrittivo è una promessa inclusa in un accordo legale che impedisce a una delle parti del contratto di intraprendere un'azione specifica. Quando una parte stipula un patto restrittivo, accetta di astenersi dal fare qualcosa o dall'utilizzare una proprietà in un certo modo che è limitato dal contratto.

Patto restrittivo

Ad esempio, quando si acquista un immobile Immobiliare Un immobile è un bene immobile costituito da terreni e migliorie, che includono edifici, infissi, strade, strutture e impianti di pubblica utilità. I diritti di proprietà danno un titolo di proprietà alla terra, ai miglioramenti e alle risorse naturali come minerali, piante, animali, acqua, ecc., L'acquirente può accettare di utilizzare la proprietà solo per lo scopo designato e non per altri scopi. Se il contratto specifica che la proprietà può essere utilizzata solo per scopi residenziali, l'acquirente non può quindi convertire la proprietà in uso aziendale.

Tipi di alleanze restrittive

I seguenti sono tipi comuni di patti restrittivi tra le aziende e i loro dipendenti:

1. Patto di non concorrenza

Un patto di non concorrenza Patto di non concorrenza Un patto di non concorrenza è un patto tra un datore di lavoro e un dipendente che impedisce al dipendente di utilizzare le informazioni apprese durante il rapporto di lavoro e limita una delle parti a competere direttamente con l'altra parte per un periodo di tempo specifico o entro una posizione geografica definita. La parte che si impegna a non competere deve essere in qualche modo compensata dall'altra parte.

Ad esempio, un datore di lavoro può richiedere ai dipendenti di firmare un accordo di non concorrenza che impedisce loro di competere con il loro datore di lavoro quando lasciano l'azienda. Un altro esempio di un accordo di non concorrenza è quando un imprenditore vende la propria attività e accetta di non creare alcuna nuova società che possa competere con il nuovo proprietario. Tali restrizioni di solito scadono dopo un periodo di tempo specificato (ad esempio, due anni, cinque anni, ecc.).

2. Accordo di non sollecitazione

Un accordo di non sollecitazione Accordo di non sollecitazione Un accordo di non sollecitazione è un contratto che impedisce a un individuo (tipicamente un ex dipendente) di sollecitare dipendenti o clienti dopo aver impedito a un ex dipendente di sollecitare dipendenti e / o clienti dal loro ex datore di lavoro dopo aver lasciato l'azienda. Molte aziende richiedono ai dirigenti senior come manager, contabili e amministratori delegati di firmare un accordo di non sollecitazione.

Per essere applicabile, il patto restrittivo deve definire limiti ragionevoli, o in base a un periodo di tempo, area geografica o tipo di lavoro. In alcuni stati, come la California, esistono leggi specifiche che rendono inapplicabili gli accordi di non sollecitazione a meno che non vengano introdotti per proteggere i segreti commerciali.

3. Accordo di riservatezza

Un accordo di non divulgazione Accordo di non divulgazione (NDA) Un accordo di non divulgazione (NDA) è un documento che viene scambiato tra un potenziale acquirente e un venditore nelle fasi iniziali di una transazione di M&A. è un contratto legale tra un datore di lavoro e un dipendente, che impedisce a quest'ultimo di divulgare informazioni e processi aziendali riservati o riservati. In cambio, il dipendente deve essere adeguatamente compensato per aver firmato l'accordo di non divulgazione.

Il contratto è attivo durante il mandato del dipendente e per un determinato periodo dopo l'uscita dalla società. Affinché il contratto sia esecutivo, l'accordo deve proteggere informazioni preziose come un segreto commerciale o informazioni riservate sull'attività.

Gli accordi di non divulgazione sono comunemente utilizzati quando un'azienda stipula contratti per i servizi di un libero professionista o di un altro appaltatore indipendente. Il libero professionista non ha alcuna lealtà intrinseca all'azienda, ma può acquisire preziose informazioni su di essa nel corso del lavoro con i dipendenti dell'azienda.

Poiché gli imprenditori hanno investito molto denaro nello sviluppo dell'azienda, dei suoi dipendenti e dei clienti, le clausole restrittive sono progettate per proteggere tali investimenti.

Alleanze restrittive nel settore immobiliare

Esistono patti restrittivi nel settore immobiliare per vietare l'uso di una proprietà in un certo modo da inquilini, proprietari di case o altri occupanti. Tali restrizioni esistono spesso nelle gated community e negli sviluppi condominiali. Molte delle restrizioni sono spesso incentrate sulla conservazione di un certo stile, aspetto o funzionalità della comunità.

Alcune delle restrizioni che possono essere introdotte includono il divieto ai proprietari di svolgere attività commerciali sulla proprietà residenziale, gestire un'attività da casa o installare un ufficio domestico nei locali.

Le restrizioni sugli immobili possono anche essere sotto forma di linee guida architettoniche. Il promotore o il venditore della proprietà può limitare i piani di ristrutturazione che altererebbero sostanzialmente l'aspetto originale della proprietà. Ad esempio, ai proprietari di case potrebbe essere vietato espandere un garage o aumentare la metratura totale della loro casa oltre un limite massimo stabilito. L'intenzione è di mantenere una certa uniformità per quanto riguarda le cose come la combinazione di colori di base e l'aspetto delle proprietà nel vicinato. Alterazioni radicali potrebbero avere un effetto negativo sui valori delle proprietà, danneggiando così altri proprietari di case nella comunità.

Quando uno dei proprietari di case originali vende la propria proprietà, le restrizioni vengono trasferite ai proprietari successivi. Eventuali violazioni delle linee guida sulla proprietà possono comportare azioni legali e multe. Pertanto, è importante quando acquisti una proprietà in uno sviluppo per assicurarti di essere a conoscenza di qualsiasi associazione del proprietario di casa o altre restrizioni esistenti.

Limitazione degli accordi di alleanza restrittivi

Se le alleanze restrittive sono applicabili o meno e in quale misura, dipende in gran parte dalle leggi statali (e quindi può variare ampiamente da uno stato all'altro). La maggior parte degli stati impone regole diverse su quali tipi specifici di clausole sono consentiti negli accordi di patto restrittivi.

Ad esempio, i patti di non concorrenza sono inapplicabili in California, anche se il dipendente ha firmato il contratto volontariamente ed è stato risarcito per aver stipulato il contratto. I tribunali tendono a favorire l'imposizione del minor numero possibile di restrizioni ai dipendenti.

Risorse addizionali

Finance offre la certificazione FMVA® Financial Modeling & Valuation Analyst (FMVA) ™ Unisciti a oltre 350.600 studenti che lavorano per aziende come Amazon, JP Morgan e il programma di certificazione Ferrari per coloro che desiderano portare la propria carriera a un livello superiore. Per continuare ad apprendere e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse finanziarie:

  • Golden Parachute Golden Parachute Un paracadute d'oro, in fusioni e acquisizioni (M&A), si riferisce a un grande compenso finanziario o a vantaggi sostanziali garantiti ai dirigenti dell'azienda in caso di risoluzione a seguito di una fusione o acquisizione. I vantaggi includono indennità di licenziamento, bonus in denaro e stock option.
  • Come lasciare un lavoro? Come lasciare un lavoro Questa guida ti spiegherà come lasciare un lavoro nel modo più professionale possibile. Anche se può essere allettante avere un momento di "mic drop" e uscire trionfante, generalmente non è una buona idea. Per lasciare il tuo lavoro nel modo più professionale, segui i passaggi seguenti: Controlla il tuo contratto di lavoro, parla con il tuo capo e / o
  • Motivi per lasciare Motivi per lasciare Quando lascia la tua posizione attuale e passa a una nuova posizione, il tuo capo attuale e futuro probabilmente vorrà conoscere i motivi per cui hai lasciato il tuo lavoro. L'attuale capo è interessato a conoscere il motivo per cui hai lasciato il tuo lavoro, mentre il futuro capo vuole sapere i motivi per cui hai lasciato il tuo precedente impiego
  • Trattamento di fine rapporto Trattamento di fine rapporto Il trattamento di fine rapporto è una forma di compensazione che un dipendente riceve quando viene licenziato da un'azienda. In altre parole, è denaro o benefici che un datore di lavoro paga a un dipendente che perde il lavoro non per colpa sua. È spesso richiesto dal diritto del lavoro.

Raccomandato

Cos'è il ciclo di conversione in contanti?
Qual è il rapporto di margine lordo?
Cosa sono i flussi di entrate?